Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Pisa Calcio.

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Pisa Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2008-2009.

StagioneModifica

La stagione 2008-2009 è l'anno del centenario.

Durante l'estate la società viene acquistata da Luca Pomponi, rilevandola da Leonardo Covarelli.[1]

Viene confermato sulla panchina pisana Gian Piero Ventura. L'inizio di campionato non è dei migliori e la stagione non continua altrettanto bene: la squadra non riesce mai ad entrare in zona play-off tranne che nella giornata in cui sconfigge l'Empoli per 3-0 salendo momentaneamente al quarto posto. Anche se durante il campionato ottiene vittorie importante contro il Parma per 2-1, nel derby con il Livorno sempre per 2-1 o con l'Empoli al ritorno per 2-0, a inizio primavera Ventura è esonerato a seguito di cattivi risultati consecutivi e al suo posto è chiamato Bruno Giordano. La squadra non si riprende, anzi è in caduta libera e dopo la sconfitta interna per 1-3 contro il Piacenza, precipita al quartultimo posto a due giornate dalla fine. All'ultima giornata il Pisa perde in casa per 1-0 contro il Brescia e chiude al ventesimo posto anche in virtù dei risultati degli altri campi, tutti sfavorevoli al Pisa che retrocede direttamente in Lega Pro: si conclude così una stagione fallimentare in cui il Pisa non era mai stato in zona retrocessione ma vi è piombato, definitivamente, al 94' dell'ultima giornata.

Dopo pochi giorni da questo amaro epilogo il presidente Luca Pomponi annuncia di non ritenersi in grado di affrontare il prossimo campionato, mettendo a forte rischio addirittura l'iscrizione allo stesso e facendo tornare nei tifosi l'incubo del fallimento del 1994. La società Pisa Calcio SpA è posta ufficialmente in vendita, totalmente o anche per quote, con il sindaco della città disposto a fare da tramite. Entro il 30 giugno 2009 occorreranno per l'iscrizione al campionato 2009-2010 circa 2.750.000,00 € mentre il presidente attuale può disporre di circa 1.100.000,00 €. È corsa contro il tempo e viene aperta la campagna abbonamenti (con garanzia di rimborso in caso di fallimento) per cercare in 5 giorni di introitare circa 1.000.000,00 di euro che abbinati a sperati proventi di cessione giocatori potrebbero essere risolutivi. Intanto dalle pagine del quotidiano Il Tirreno si apprende di un consiglio comunale straordinario (su richiesta dell'opposizione) nel quale verrà discusso il coinvolgimento di realtà imprenditoriali locali (la Piaggio di Colaninno per esempio) nella seguitissima operazione di salvataggio della gloriosa società calcistica toscana. Il tempo passa senza novità di rilievo e le scadenze per evitare il peggio si avvicinano inesorabili.

Il 15 giugno 2009 Luca Pomponi in assenza di compratori apre ufficialmente una sottoscrizione popolare per donazioni a fondo perduto e/o abbonamenti nel tentativo di ricevere una forte spinta economica per poter garantire l'iscrizione della società al prossimo campionato. Il garante pisano dell'operazione Avv. Andrea Bottone ha assunto l'impegno pubblico alla restituzione di tutti i soldi ricevuti nel malaugurato caso che il tentativo di iscrizione fallisca.

Il 9 luglio 2009 la Covisoc esclude il Pisa dal campionato di Lega Pro Prima Divisione per una carenza patrimoniale di 5 milioni e trecentoventinovemila euro e in più 12,4 milioni di debito del bilancio con 3 milioni di crediti. La società ha tempo fino all'11 luglio per presentare il ricorso altrimenti la Covisoc decreterà la seconda bocciatura il 14 luglio ma l'11 luglio si conclude con un nulla di fatto. Il Pisa Calcio, a soli 15 anni dalla sua nascita (avvenuta dalle ceneri del Pisa Sporting Club nel 1994), fallisce oberata dai debiti.[2][3]

Il 13 luglio 2009 il sindaco di Pisa Marco Filippeschi comunica che il comune farà una società transitoria per iscriversi al campionato di Serie D per poi trovare un proprietario.[4]

RosaModifica

RisultatiModifica

CampionatoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie B 2008-2009.

Girone di andataModifica

30 agosto 2008, ore 16:00
1ª giornata
Pisa1 – 2Grosseto

16 settembre 2008, ore 18:45
2ª giornata
Sassuolo3 – 1Pisa

13 settembre 2008, ore 16:00
3ª giornata
Pisa1 – 0Modena

20 settembre 2008, ore 16:00
4ª giornata
Livorno1 – 1Pisa

23 settembre 2008, ore 20:30
5ª giornata
Pisa0 – 2Vicenza

27 settembre 2008, ore 16:00
6ª giornata
Salernitana1 – 1Pisa

4 ottobre 2008, ore 16:00
7ª giornata
Pisa3 – 1Triestina

13 ottobre 2008, ore 20:45
8ª giornata
AlbinoLeffe1 – 1Pisa

18 ottobre 2008, ore 16:00
9ª giornata
Pisa2 – 1Treviso

24 ottobre 2008, ore 19:00
10ª giornata
Empoli0 – 3Pisa

28 ottobre 2008, ore 20:30
11ª giornata
Pisa1 – 1Avellino

1º novembre 2008, ore 15:00
12ª giornata
Bari1 – 0Pisa

Pisa
8 novembre 2008, ore 16:00 CEST
13ª giornata
Pisa1 – 1
referto
AscoliStadio Arena Garibaldi-Romeo Anconetani (8.538 spett.)
Arbitro:  Nicola Stefanini (Firenze)

14 novembre 2008, ore 20:45
14ª giornata
Mantova2 – 1Pisa

22 novembre 2008, ore 16:00
15ª giornata
Pisa0 – 3Cittadella

29 novembre 2008, ore 16:00
16ª giornata
Pisa3 – 1Frosinone

6 dicembre 2008, ore 16:00
17ª giornata
Ancona2 – 4Pisa

13 dicembre 2008, ore 16:00
18ª giornata
Pisa2 – 1Parma

20 dicembre 2008, ore 16:00
19ª giornata
Piacenza1 – 0Pisa

12 gennaio 2009, ore 20:45
20ª giornata
Pisa1 – 3Rimini

17 gennaio 2009, ore 16:00
21ª giornata
Brescia4 – 0Pisa

Girone di ritornoModifica

24 gennaio 2009, ore 16:00
22ª giornata
Grosseto4 – 1Pisa

31 gennaio 2009, ore 16:15
23ª giornata
Pisa0 – 0Sassuolo

7 febbraio 2009, ore 16:00
24ª giornata
Modena3 – 3Pisa

14 febbraio 2009, ore 16:00
25ª giornata
Pisa2 – 1Livorno

17 febbraio 2009, ore 20:30
26ª giornata
Vicenza0 – 0Pisa

23 febbraio 2009, ore 20:45
27ª giornata
Pisa0 – 0Salernitana

28 febbraio 2009, ore 16:00
28ª giornata
Triestina1 – 0Pisa

7 marzo 2009, ore 16:00
29ª giornata
Pisa2 – 0AlbinoLeffe

14 marzo 2009, ore 16:00
30ª giornata
Treviso0 – 2Pisa

17 marzo 2009, ore 20:30
31ª giornata
Pisa2 – 0Empoli

21 marzo 2009, ore 16:00
32ª giornata
Avellino2 – 0Pisa

29 marzo 2009, ore 20:45
33ª giornata
Pisa0 – 1Bari

Ascoli Piceno
4 aprile 2009, ore 16:00 CET
34ª giornata
Ascoli1 – 0
referto
PisaStadio Cino e Lillo Del Duca (6.029 spett.)
Arbitro:  Renzo Candussio (Palmanova)

Pisa
21 aprile 2009, ore 20:45
35ª giornata
Pisa1 – 1Mantova

18 aprile 2009, ore 16:00
36ª giornata
Cittadella1 – 0Pisa

25 aprile 2009, ore 16:00
37ª giornata
Frosinone1 – 1Pisa

Pisa
2 maggio 2009, ore 16:00
38ª giornata
Pisa2 – 0Ancona

9 maggio 2009, ore 16:00
39ª giornata
Parma2 – 0Pisa

15 maggio 2009, ore 20:45
40ª giornata
Pisa1 – 3Piacenza

23 maggio 2009, ore 16:00
41ª giornata
Rimini1 – 1Pisa

30 maggio 2009, ore 16:00
42ª giornata
Pisa0 – 1Brescia

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2008-2009.
16 agosto 2008, ore 20:30
Secondo turno
Pisa1 – 2Cittadella

NoteModifica

  1. ^ CALCIO, PISA; NUOVO PROPRIETARIO E' IMPRENDITORE POMPONI - Sport - Repubblica.it, su sport.repubblica.it. URL consultato il 22 aprile 2019.
  2. ^ Il Pisa calcio sull'orlo del crack, su espresso.repubblica.it. URL consultato il 10-07-2009 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2009).
  3. ^ Comunicato Ufficio Stampa Pisa Calcio Archiviato il 13 luglio 2009 in Internet Archive. Pisacalcio.it
  4. ^ Pisa: sindaco e Abete: costruiremo una nuova società, su sport.repubblica.it. URL consultato il 13-07-2009.

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su pisacalcio.it. URL consultato il 18 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2011).
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio