Apri il menu principale

Pittura con spartito musicale

lista di un progetto Wikimedia

La pittura con spartito musicale è una tipologia rara di dipinto che rappresenta un'opera musicale sotto forma di spartito. È presente in tutte le epoche e in molte le scuole pittoriche. L'uso della notazione musicale, in pittura, è appropriato nei dipinti con musicisti e con strumenti musicali, diventa simbolico nella natura morta, nel trompe l'oeil e nella vanitas e si trasforma a volte in puro elemento grafico in opere moderne e contemporanee.

Seguace di Bosch, Concerto dentro un uovo, part.

StoriaModifica

Gli esempi più antichi di connubio fra musica e pittura sono gli antifonari di cui restano esemplari di notevole fattura.

Il più noto dipinto con spartito musicale è probabilmente il Riposo durante la fuga in Egitto, di Caravaggio. È stato anche identificato il passo musicale, suonato dall'angelo. Il più curioso dipinto con spartito è forse il Concerto dentro un uovo, opera di un seguace di Hieronymus Bosch, realizzata forse su un'opera di Bosch perduta. In un ritratto, conservato al Museo Correr di Venezia, Claudio Monteverdi tiene in mano uno spartito con sue musiche. Innumerevoli sono gli esempi di ritratti di musicisti con spartiti. Un capitolo a parte sono gli autoritratti, dipinti da pittrici o da pittori che suonavano strumenti.

 
Leonardo da Vinci, Ritratto di musico part.

Righi musicali si trovano dipinti su pannelli degli sportelli di antichi organi e su antiche custodie lignee di strumenti musicali. Gli spartiti sono utilizzati anche come pura decorazione, a stucco o a pittura, sulle pareti di stanze per la musica; sono intarsiati o dipinti su mobili (in particolare in Inghilterra nel primo Ottocento), ideati per custodire spartiti e arredare sale adibite a concerti di musica da camera. Fogli con musica sono presenti nelle nature morte (soprattutto in epoca barocca), nella pittura di genere, nei dipinti di vanitas, in quelli a soggetto mitologico e religioso. Santa Cecilia, protettrice della musica, è spesso rappresentata mentre suona uno strumento e le è accanto un angelo che sorregge lo spartito aperto. Notazioni musicali compaiono in incisioni, del Settecento e dell'Ottocento, a volte con soggetti ridicoli e satirici, altre volte incise con riproduzioni di dipinti celebri o con ritratti di musici o di cantanti. L'uso dello spartito viene esteso alla pittura su ceramica e alle statuine di musicisti in porcellana.

La moda dilaga e si trasforma. Lo spartito può diventare un segno non più intellegibile, come nelle opere del pittore svizzero Adolf Wölfli. L'intera parete di uno stabile è stata decorata con un murale con note musicali - National Archives Archeological Site (College Park, Maryland) (Minneapolis, Minnesota). Notazioni musicali si trovano anche su banconote celebrative di musicisti e su monete e sono state incise note sulle pietre tombali di musicisti e di cantanti.

Galleria d'esempi di pitture con spartiti musicaliModifica

Dipinti su tela o su tavolaModifica

Autore e titolo Descrizione Immagine
Hieronymus Bosch, Giardino delle delizie olio su tavola, 1480-1505, part., Museo del Prado (Madrid)  
Piero di Cosimo, Ritratti di Giuliano e di Francesco Giamberti da Sangallo dittico, olio su tavola, 47,5x33,7 cm, 1482-1485, Rijksmuseum (Amsterdam)  
Domenico Panetti (attr.), Madonna col Bambino e Santa Cecilia olio su tavola, 1500-1510, Palais des Beaux-Arts de Lille  
Tiziano Vecellio, Ritratto di musico olio su tela, 99x81 cm, 1515-1520, Galleria Spada (Roma)  
Pontormo, Ritratto di un musicista olio su tavola, 88x67 cm, 1518-1519, Museo degli Uffizi (Firenze)  
Dosso Dossi, Canone allegorico olio su tela, 1524-1534 circa, part., Museo Horne, (Firenze)  
Lorenzo Lotto Ritratto di musicista olio su tela, 1529 (Collezione privata)  
Jan Sanders van Hemessen (bottega) e Monogrammista di Brunswick, Maria Maddalena e sullo sfondo Cristo in casa di Marta olio su tavola, 29x45 cm, 1540 circa, part. Gemäldegalerie (Berlino)  
Paris Bordon, Ritratto di uomo con spartito olio su tela, 80,5x69 cm, 1550 circa, Galleria nazionale di Oslo  
Frans Floris, Il risveglio delle Arti olio su tela, 161,9×238,7 cm, 1560 circa Museo de Arte de Ponce Ponce (Puerto Rico)  
Seguace di Hieronymus Bosch, Concerto dentro un uovo olio su tavola, 108,5x126,5 cm, 1561 circa, Palais des Beaux-Arts de Lille  [1]
Artista cremonese, Ritratto di musicista olio su tela, 75x56 cm, 1570-1590, Ashmolean Museum (Oxford)  [2]
Annibale Carracci, Ritratto di musicista olio su tela, Museo nazionale di Capodimonte (Napoli)  
Caravaggio, Riposo durante la fuga in Egitto olio su tela, 130x160 cm, 1594-1596, Galleria Doria Pamphilj (Roma)  [3]
Caravaggio, Suonatore di liuto olio su tela, 1596 circa, 94x119 cm, Museo dell'Ermitage, (San Pietroburgo)  [4]
Caravaggio, Amor vincit omnia olio su tela, 1602 circa, 156x113 cm, Gemäldegalerie (Berlino)  
Carlo Saraceni, Santa Cecilia con angelo olio su tela, 172x139 cm, 1610 circa, Gallerie nazionali d'arte antica (Roma)  
Lionello Spada, Musicisti che preparano un concerto olio su tela, 1610-1615, Galleria Borghese (Roma)  
Matteo Rosselli, Santa Cecilia olio su tela, 1615-1620, Museo dell'Opera del Duomo (Prato)  
Johannes van der Beeck (Johannes Torrentius), Natura morta con briglia e morso olio su tavola, 52×50,5 cm, 1614, Rijksmuseum (Amsterdam)  [5]
Domenichino, Santa Cecilia che suona il violoncello olio su tela, 160x120 cm, 1617 circa, Museo del Louvre (Parigi)  
Jan Brueghel il Vecchio, Senso dell'udito olio su tavola, 64x109,5 cm, 1617-1618, Museo del Prado (Madrid)  [6]
Orazio Gentileschi, Santa Cecilia con Angelo olio su tela, 86,3×106,6 cm, 1618-1621, National Gallery of Art (Washington)  
Jacques Linard, I cinque sensi e i quattro elementi olio su tela, 105x153 cm, 1627, Museo del Louvre (Parigi)  [7]
Nicolas Poussin, Santa Cecilia olio su tela, 117.7x89 cm, circa nel 1635, Museo del Parado (Madrid)  
Pieter Steenwijck, Natura morta olio su tela, 71x65 cm, prima metà secolo XVII, Museo dell'Ermitage (San Pietroburgo)  
Charles Emmanuel Biset, Ritratto di musicista olio su tela, 48,5x40 cm, 1648-1693, Museo dell'Ermitage, (San Pietroburgo)  
Carstian Luyckx, Natura morta o Musica per occhi olio su tela, 1650 circa, Columbus Museum of Art Columbus (Ohio)  [8]
Antonio de Pereda, Sogno del nobiluomo olio su tela, 152x217 cm, 1650 circa, Real Academia de Bellas Artes de San Fernando (Madrid)  
Evaristo Baschenis, Natura morta con strumenti musicali libri e scultura olio su tela, 94x124 cm, 1650 circa, Museo Boijmans Van Beuningen (Rotterdam)  
Eustache Le Sueur, Le muse Melpomene, Erato e Polimnia olio su tavola, 130x130 cm, 1652-1655, Museo del Louvre (Parigi)  
Jan Steen, Giovane donna al clavicembalo olio su tela, 1659, National Gallery (Londra)  [9]
Anton Domenico Gabbiani, I musicisti del principe Ferdinando de' Medici olio su tela, 140x233 cm, 1685 circa, Galleria Palatina (Museo degli strumenti musicali) (Firenze)  
Anton Domenico Gabbiani, Ritratto di tre musicisti alla Corte de' Medici olio su tela, 1687 circa, Galleria dell'Accademia (Venezia)  
François Puget, Ritratti di musicisti e di artisti olio su tela, 147x212 cm. 1688 Museo del Louvre, (Parigi)  [10]
Jan Kupecký, Ritratto di un flautista olio su leta, 78x63 cm, 1710 circa, Germanisches Nationalmuseum (Norimberga)  
Anonimo pittore italiano, Santa Cecilia olio su tela. 80,5×66,5 cm, prima metà XVII secolo, Łazienki Palace (Varsavia)  
Anonimo pittore italiano, Musicista italiano olio su tela, 106,7×97,8 cm, XVIII sec., Brooklyn Museum (New York)  
Anonimo pittore tedesco, Aria Allegretto olio su tela, 114,5x167 cm, XVIII sec., Collezione privata  
Maximilian Pfeiler, Natura morta con violinista, mandola, spartito musicale e frutta olio su tela, 165x216 cm, 1700-1725 circa Bavarian State Painting Collections (Monaco di Baviera)  
Giuseppe Maria Crespi, Scaffale con spartiti musicali olio su tela, 165,5×153,5 cm, 1725-1730, Museo internazionale e biblioteca della musica (Bologna)  
Pietro Longhi, Concertino olio su tela, XVIII sec., part. Gallerie dell'Accademia (Venezia)  
Sebastiano Ceccarini, Allegoria dei cinque sensi olio su tela, 174x123 cm, 1748, Collezione privata (Pesaro)  [11]
Anne Vallayer-Coster, Attributi della musica olio su tela, 88x116 cm, 1770, Museo del Louvre (Parigi)  
Anne Vallayer-Coster, Ritratto di una donna violinista olio su tela, 116x96 cm, 1773, Museo nazionale di Stoccolma  [12]
Louis Rolland Trinquesse, Music Party olio su tela, 194×133 cm, 1774, Alte Pinakothek (Monaco di Baviera)  
Philip Reinagle, Ritratto di uno straordinario cane musicista olio su tela, 1805, Museo di belle arti della Virginia (Richmond)  
Henri-Nicolas Van Gorp, Nina che canta una romanza olio su tela, 41x33 cm, XIX secolo, Musée des Augustins (Tolosa)  
Merry-Joseph Blondel, Al pianoforte olio su tela, 1851  
James Sant, Il duetto olio su tela, 76,8 × 64,1 cm, XIX secolo, Tate Britain (Londra)  [13]
William Michael Harnett, Natura morta con violino e musica olio su tela, 101,6x76,2 cm, 1888, Metropolitan Museum of Art (New York)  [14]
Giovanni Boldini, Signora pianista olio su tela, 30×39 cm, Collezione privata  |
Adolf Wölfli, Senza titolo entro il 1930, Collezione privata  [15]

AutoritrattiModifica

Autore e titolo Descrizione Immagine
Lavinia Fontana, Autoritratto alla spinetta olio su tela, 27×24 cm, 1577, Accademia nazionale di San Luca (Roma)  
Marietta Robusti, detta la Tintoretta, Autoritratto con foglio di musica olio su tela, 93,5x91,5 cm, 1580 circa, Galleria degli Uffizi (Firenze)  [16]
Rose-Adélaïde Ducreux, Autoritratto con l'arpa olio su tela, 193x128,9 cm, 1791, Metropolitan Museum of Art (New York)  [17]

Ritratti di compositori, musicisti, cantantiModifica

Autore e titolo Descrizione Immagine
Leonardo da Vinci, Ritratto di musico olio su tavola, 1490 circa, Pinacoteca Ambrosiana (Milano)  [18]
Antoon van Dyck, Il musicista Enrico Kiberti olio su tela, 107x97 cm, 1627-1632, Museo del Prado (Madrid)  
David Teniers il Giovane, Ritratto della moglie Anna Brueghel olio su tavola, 32x42 cm, 1630-1660, Galleria Sabauda (Torino)  [19]
Rembrandt?, Ritratto di uomo olio su tavola, 64x45,5 cm, 1633 circa, Corcoran Gallery of Art (Washington)  [20]
Pittore anonimo, Ritratto di Francesco Saverio Geminiani olio su tela, primo decennio XVIII secolo, (Collezione privsta)  
Jan Kupecký, Ritratto del musicista di Corte Josef Lemberger olio su tela, anni trenta del XVIII secolo, Germanisches Nationalmuseum (Norimberga)  
Pittore anonimo, Ritratto di François Couperin olio su tela, prima metà XVIII secolo, Reggia di Versailles  
Pittore anonimo, Ritratto di Gaetano Pugnani olio su tela, 120x88 cm, 1754 circa, Royal College of Music Museum of Instruments  
Johann Zoffany, Ritratto di Michael Arne olio su tela, 1765 circa, 75x63 cm, Foundling Museum, (Londra)  [21]
Thomas Gainsborough, Ritratto di Giusto Ferdinando Tenducci olio su tela, 76,6x64 cm, 1773 circa, Barber Institute of Fine Arts (Birmingham)  [22]
Angelika Kauffmann, Ritratto di Sarah Harrop (Mrs. Bates) come Musa olio su tela, 142x121 cm, 1780-1781, Princeton University Art Museum (New Jersey)  [23]
Pietro Melchiorre Ferrari?, Ritratto di Lucrezia Agujari olio su tela, XVIII secolo, (Collezione privata)  
Anonimo pittore, Ritratto di musicista Antonio Vivaldi? olio su tela, 91x74 cm, XVIII secolo, Museo internazionale e biblioteca della musica (Bologna)  
Anonimo pittore, Ritratto di Alessandro Scarlatti olio su tela, 59x47 cm, XVIII secolo, Museo internazionale e biblioteca della musica (Bologna)  [24]
J. Hopkins, Ritratto di Brigida Giorgi Banti olio su tela, 1797 (Collezione privata)  
Friedrich Georg Weitsch, Ritratto di Giacomo Meyerbeer all'età di 11 anni olio su tela, 1802, Berlin Music Instrument Museum of the State Institute for Musical Research  
Élisabeth Vigée Le Brun, Ritratto di Angelica Catalani olio su tela, 122x91,5 cm, 1806 Kimbell Art Museum (Fort Worth-Texas)  [25]
Johann August Nahl il Giovane, Ritratto del compositore Louis Spohr a Kassel olio su tela, 64x64 cm, 1824  
Giuseppe Rillosi (1811-1880), Gaetano Donizetti negli ultimi giorni di sua vita olio su tela, 1848, Museo teatrale alla Scala, (Milano)  
Francesco Hayez, Ritratto di Gioacchino Rossini olio su tela, 109x87, 1870, Pinacoteca di Brera, (Milano)  
Henri Fantin-Latour, Emmanuel Chabrier al piano olio su tela, 160x222 cm, 1885, Museo d'Orsay (Parigi)  [26]

Dipinti con personaggi storici, immaginari, letterariModifica

Autore e titolo Descrizione Immagine
Vittore Carpaccio, Sant'Agostino nello studio tempera su tela, 141x210 cm, 1502, part.  [27]

Dipinti su maiolicaModifica

Autore e titolo Descrizione Immagine
Maiolica di Urbino?, Piatto tondo con spartito musicale e stemma Gonzaga diametro 24,5 cm, 1525 circa, Victoria and Albert Museum (Londra)  
Mastro Giorgio Andreoli,[28] maiolica di Gubbio, Fruttiera con monaco che suona l'organo, spartito e giovane che canta 1520 circa, Victoria and Albert Museum, (Londra)  

Dipinti su custodie di strumenti musicaliModifica

Autore e titolo Descrizione Immagine
Pittore anonimo tedesco, Custodia di violoncello 1720, Musikinstrumentenmuseum (Berlino)  
Gottfried Richter, Organo barocco 1670–1671, chiesa romanica fortificata di Pomßen (Sassonia)  [29]

NoteModifica

  1. ^ La musica è di Thomas Crecquillon o Créquillon (circa 1505-circa 1557) compositore franco-fiammingo del Rinascimento.
  2. ^ Una volta identificato per Antonio Stradivari, il musicista ritratto, che suona una viola da gamba, è stato anche identificato per Claudio Monteverdi e per Gasparo da Salò.
  3. ^ La partitura dipinta riproduce un mottetto del compositore fiammingo Noel Bauldewijn (1480-1529), basato sul testo del Cantico dei Cantici, intitolato "Quam pulchra es", composto e pubblicato nel 1519, stampato a Roma nel 1526. Franca Trinchieri Camiz Agostino Ziino, Caravaggio: Aspetti musicali e committenza, in Studi musicali, XII, Firenze, Olschki, 1983, pp. 67-88, SBN IT\ICCU\RAV\0101244. Del mottetto perduto - ma raffigurato, nell'unica parte superstite, quella del soprano, nel "Riposo durante la fuga in Egitto" di Caravaggio - il Corale Beata Vergine Addolorata, canta questa ricostruzione: [1].
  4. ^ Lo spartito contiene quattro madrigali, dal Primo libro di madrigali a quattro voci di Jacques Arcadelt (1539-1654): Chi potrà dir quanta dolcezza provo, Se la dura durezza in la mia donna, Voi sapete ch'io v'amo anzi v'adoro e Vostra fui e sarò mentre ch'io viva. Franca Trinchieri Camiz, La "Musica" nei quadri del Caravaggio, in Caravaggio: nuove riflessioni, Quaderni di Palazzo Venezia, nº 6, Roma, f.lli Palombi, 1989, pp. 199-220, SBN IT\ICCU\PAL\0048517.
  5. ^ Monogramma e data T.1614 al centro, in alto. Trascrizione ed esecuzione musicale del canoneː [2].
  6. ^ La serie comprende altri 2 dipinti allegorici: Udito, tatto e gusto, e Vista ed odorato.
  7. ^ Una diversa versione di questo dipinto si trova al Museo di Belle Arti di Strasburgo ed è datata 1638.
  8. ^ Il pittore fiammingo Carstian Luyckx (1623-circa 1675), è noto anche col monogramma K L.
  9. ^ Jan Steen era anche un musicista e suonava il liuto.
  10. ^ Secondo la tradizione, le due figure in primo piano sarebbero il musicista Jean-Baptiste Lully e il librettista Philippe Quinault.
  11. ^ Firmato e datato: Sebastianus Ceccarini pinxit Anno 1748.
  12. ^ Firma e data: Melle Vallayer 1773.
  13. ^ Opera non esposta al pubblico.
  14. ^ Artista irlandese-americano, noto per dipinti in trompe-l'œil e per le nature morte. Still Life—Violin and Music, informazioni in audio: [3].
  15. ^ Pittore svizzero, esponente di spicco della Art Brut.
  16. ^ Lo spartito è la pagina n. 24, con madrigale a quattro voci Madonna per voi ardo, composto dal musicista francese Philippe Verdelot e pubblicato a Venezia nel 1533. "Madonna per voi ardo" - Emma Kirkby in concerto 2015, [4].
  17. ^ Spartito di "Opera" dell'arpista e compositore Jean Joseph Benoît Pollet (1753–1823). Per udire musica di questo compositore: [5].
  18. ^ Rappresenta Franchino Gaffurio, maestro di cappella del Duomo di Milano dal 1484. Nel 1904, durante un restauro, fu scoperto lo spartito, nascosto sotto una ridipintura. Dalle lettere Cant... Ang... si è risaliti alla composizione Cantum Angelicum del Gaffurio.
  19. ^ Firma in basso a sinistra: D. TENIERS Fec.
  20. ^ Forse è ritratto di Nicholas Lanier, o di Heinrich Schütz o di Constantijn Huygens.
  21. ^ Michael Arne era figlio di Thomas Augustine Arne e di Cecilia Young.
  22. ^ Giusto Ferdinando Tenducci (1734 circa-1790) è stato un cantante castrato e compositore.
  23. ^ La cantante lirica Sarah Harrop (1755–1811) s'indentifica con Erato, musa della poesia lirica e la montagna sullo sfondo rappresenta il Parnaso. L'aria Dove sei, l’amato bene, cantata da Roselinda, è su musica di George Frideric Handel. Lo strumento, tipico dell'epoca, è una chitarra-lira.
  24. ^ Sul foglio di musica: Cantata del Caval[iere]. Alessandro Scarlatti.
  25. ^ Firma e data: L E Vigee Le Brun / a Paris 1806.
  26. ^ Firma e data in alto a destra: Fantin 85.
  27. ^ Da notare che la notazione musicale, al tempo di sant'Agostino, non esisteva.
  28. ^ Carola Fiocco, Gian Carlo Bojani, Gabriella Gherardi, Mastro Giorgio da Gubbio: una carriera sfolgorante, Firenze, Centro Di, 1998.
  29. ^ L'organo barocco, costruito in questa chiesa del XIII secolo, dall'organaro Gottfried Richter (1640-1717), è il più antico ancora suonabile della Sassonia.

BibliografiaModifica

  • Luigi Gianoli, Giorgio Mascherpa, La pittura e la musica, Milano, Arti grafiche Ricordi, 1967, SBN IT\ICCU\SBL\0070604.
  • (DE) Ildikó Ember, Musik in der Malerei: Musik als Symbol in der Malerei der europäischen Renaissance und des Barock, Budapest, Corvina, 1984, SBN IT\ICCU\BVE\0344571.
  • Marco Bussagli, Raffaele Simongini, I grandi temi della pittura, 21: La musica, Novara, De Agostini, 2006, SBN IT\ICCU\CAG\1312901.

Altri progettiModifica