Platon Aleksandrovič Zubov

politico russo

Il principe Platon Aleksandrovič Zubov (in russo: Платон Александрович Зубов?; San Pietroburgo, 15 novembre 1767Varsavia, 7 aprile 1827) è stato un politico russo.

Platon Zubov in un ritratto di Giovanni Battista Lampi (1796)

BiografiaModifica

Apparteneva alla nobile famiglia principesca degli Zubov e i suoi fratelli erano Nikolaj Aleksandrovič Zubov, Valer'jan Aleksandrovič Zubov, Dmitrij Aleksandrovič Zubov e Ol'ga Aleksandrovna Žerebcova.

A diciassette anni divenne Reichsgraf ("conte dell'Impero Austriaco") e i suoi padrini di battesimo furono il generale Aleksandr Vasil'evič Suvorov e Denis Ivanovič Fonvizin. Giovanissimo entrò a far parte con il fratello Nikolaj della cerchia del conte Aleksandr Matveevič Dmitriev-Mamonov.

Fu presentato a corte da Nikolaj Ivanovič Saltykov e appartenne a quel gruppo di cortigiani che fecero cadere in disgrazia il conte Potëmkin; tra questi c'erano Aleksandr Andreevič Bezborodko, Nikita Petrovič Panin e Ivan Andreevič Osterman.

Entrato nelle grazie di Paolo I, fu governatore della Nuova Russia e nonostante ciò fece parte di quel gruppo di aristocratici che progettarono l'assassinio dello zar, pur non prendendovi parte personalmente, come invece avrebbero voluto Fëdor Vasil'evič Rostopčin e Semën Voroncov.

Successivamente si avvicinò all'entourage dello zar Alessandro I e fu suo collaboratore nella svolta più reazionaria del suo regno decretando le espulsioni degli illuministi come Aleksandr Nikolaevič Radiščev.

Dal 1818 al 1827 fu Sovraintendente del Regno di Varsavia e amico personale del granduca Costantino.

OnorificenzeModifica

Onorificenze russeModifica

  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea
  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Anna
  Cavaliere dell'Ordine di San Vladimiro
  Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Aleksandr Nevskij
  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Bianca
  Cavaliere dell'Ordine di San Stanislao

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Rossa

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN64810263 · ISNI (EN0000 0000 5185 9836 · LCCN (ENnr91006681 · GND (DE119112620 · CERL cnp01428288 · WorldCat Identities (ENlccn-nr91006681
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie