Apri il menu principale
Podenzano
comune
Podenzano – Stemma Podenzano – Bandiera
Podenzano – Veduta
La torre del Castello di Podenzano
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Piacenza-Stemma.svg Piacenza
Amministrazione
SindacoAlessandro Piva (lista civica di centro-sinistra: Insieme di nuovo) dal 25/05/2014 (2º mandato dal 26/05/2019)
Territorio
Coordinate44°57′N 9°41′E / 44.95°N 9.683333°E44.95; 9.683333 (Podenzano)Coordinate: 44°57′N 9°41′E / 44.95°N 9.683333°E44.95; 9.683333 (Podenzano)
Altitudine118 m s.l.m.
Superficie44,34 km²
Abitanti9 169[1] (31-3-2018)
Densità206,79 ab./km²
FrazioniAlbone, Altoè, Casoni, Gariga, La Crocetta, Maiano, San Polo, Turro, Verano
Comuni confinantiGossolengo, Piacenza, Pontenure, Rivergaro, San Giorgio Piacentino, Vigolzone
Altre informazioni
Cod. postale29027
Prefisso0523
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT033035
Cod. catastaleG747
TargaPC
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)
Nome abitantipodenzanesi
Patronosan Giovanni Bosco
Giorno festivo31 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Podenzano
Podenzano
Podenzano – Mappa
Posizione del comune di Podenzano nella provincia di Piacenza
Sito istituzionale

Podenzano (Pudinsàn [pu'diŋsaŋ] in dialetto piacentino) è un comune italiano di 9 169 abitanti della provincia di Piacenza.

Il capoluogo è situato in zona pianeggiante a circa 12 km a sud di Piacenza, a 118 m sul livello del mare.

Indice

Geografia fisicaModifica

Le campagne immediatamente circostanti il capoluogo e le altre frazioni una volta apparivano coperte da una folta vegetazione di latifoglie; col passare del tempo i boschi hanno lasciato sempre più spazio ai campi coltivati. Nei pressi del torrente Nure vi sono aree tutelate, ancor oggi coperte da boschi di latifoglie.

StoriaModifica

I primi abitanti della zona di Podenzano furono le civiltà "terremare" che costruirono un villaggio costituito di palafitte protette da fossi[2]. La zona fu poi occupata dai Galli nel IV secolo a.C. per poi diventare confine tra la Repubblica romana e i territori occupati dai Galli dopo le fondazione di Piacenza e Cremona, avvenute nel 218 a.C.[2]

In epoca longobarda nella zona vi operano i monaci dell'Abbazia di San Colombano di Bobbio con il possedimento della corte di Ancarano[3], che includeva Rallio di Montechiaro, Verano e Cassiano di Podenzano[4][5]. La corte di Verano (Verriana) è una tenuta agricola con terre coltivate a grano, a vigna, a olivi o lasciate a pascolo, e saline dedicate alla produzione del sale sufficiente per gli abitanti della corte, divisa fra trentadue massari. Oltre alla produzione agricola, la gestione economica rende al monastero di Bobbio un reddito annuo di ventitre soldi e ventiquattro denari.

Nel Medioevo è presente a Podenzano la famiglia Malaspina che, a partire dal 1153, edifica il castello, tuttora presente nel centro abitato e sede del comune. Cacciati i Malaspina per un intervento del comune di Piacenza è coinvolta nelle lotte tra guelfi e ghibellini e, nel duecento, subisce un lungo assedio da parte delle truppe di Gian Galeazzo Visconti[6]. Passa poi agli Anguissola nel 1511 quando re Luigi XII concede al conte Giovanni la giurisdizione sul feudo di Podenzano[2]. Gli Anguissola restano a Podenzano fin verso il 1650 quando il feudo viene assegnato alla famiglia Salvatico, per poi venire inglobata nel Ducato di Parma e Piacenza.

Entrata a far parte dell'Italia insieme al resto del Ducato, a Podenzano si assiste ad una grande espansione del settore agricolo, a discapito del processo di industrializzazione in corso nel resto della Pianura padana. Industrializzazione che poi ha conosciuto un forte sviluppo nel corso del novecento[2].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[7]

 

Geografia antropicaModifica

FrazioniModifica

Le principali frazioni sono in ordine di dimensione: San Polo, Gariga, Turro, situata al limite settentrionale del territorio del comune, Altoè, Verano e Due Case, mentre tra le località principali minori si possono elencare le zone industriali/artigianali dei Casoni di Gariga e Crocetta di San Polo.

 
La Chiesa dei Santi Ippolito e Cassiano a Maiano

A San Polo è presente un castello trecentesco, inizialmente di proprietà della famiglia Landi e passato, poi, ad altre famiglie nobiliari, tra cui gli Anguissola, dopo il XV secolo. Nel 1746 viene adibito a prigione dagli austriaci guidati dal generale Berenklau. Lasciato in stato di abbandono, la struttura si presenta pericolante e in cattive condizioni[8].

EconomiaModifica

AgricolturaModifica

Podenzano è nota soprattutto per la produzione di pomodori, all'interno del territorio comunale si trovano due importanti impianti che trattano gran parte dei pomodori prodotti nella zona. Non mancano altre colture, soprattutto cereali. Notevole è pure l'allevamento bovino. Sono presenti anche molte aziende agricole con vendita diretta, anche biologiche.

Annualmente si tiene a fine luglio la "Festa del Pomodoro".

L'azienda sperimentale Vittorio TadiniModifica

Con un lascito testamentario del 1928, il conte Vittorio Tadini volle destinare alle attività di sperimentazione in agricoltura una propria azienda situata nella frazione Gariga. Il primo utilizzo fu in connessione alle Cattedre Ambulanti di Agricoltura, una delle pochissime istituzioni dell'epoca che si occupavano della diffusione della cultura agricola.

L'azienda ha poi operato sotto la tutela del Ministero dell'Agricoltura, compito poi trasferito alla regione Emilia-Romagna.

Attualmente l'azienda è costituita in un Ente Morale (Onlus) senza fini di lucro. Il consiglio direttivo è nominato dalla Regione Emilia-Romagna in rappresentanza delle istituzioni, del mondo agricolo e agroindustriale, delle Università e dalle altre scuole ad indirizzo agrario.

IndustriaModifica

Anche il settore industriale è sviluppato sia nel capoluogo sia - soprattutto - nella frazione Casoni di Gariga, dove si trovano alcune aziende meccaniche specializzate.

ServiziModifica

Oltre alle normali attività commerciali, come ovunque in Italia nell'ultimo decennio s'è molto sviluppato il settore dei servizi bancari e assicurativi. Soltanto nel capoluogo - non contando, quindi, le frazioni - sono presenti quattro sportelli bancari e il numero delle agenzie assicurative è in costante aumento.

Infrastrutture e trasportiModifica

Podenzano è interessata dal percorso della ex Strada statale 654 di Val Nure e, per un breve tratto nei pressi della frazione di Ponte Vangaro, della Strada Statale 45 di Val Trebbia. Il territorio comunale è attraversato anche dalla strada provinciale 6 di Carpaneto che unisce Piacenza a Carpaneto Piacentino e dalla strada provinciale 42 di Podenzano che si dirama dalla strada provinciale 6 nei pressi del ponte sul Nure di San Giorgio e raggiunge la strada statale 45 in località Ponte Vangaro, passando per il capoluogo comunale[9].

A partire dal 1881 la cittadina fu inoltre servita da una stazione della tranvia Piacenza-Bettola, sostituita nel 1933 da un analogo impianto lungo la parallela nuova ferrovia gestita dalla Società Italiana Ferrovie e Tramvie e soppressa poi nel 1967.

AmministrazioneModifica

 
La piazza della frazione di San Polo.

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
18 luglio 1985 2 agosto 1990 Roberto Spinola Partito Socialista Italiano Sindaco [10]
2 agosto 1990 27 febbraio 1992 Roberto Spinola Partito Socialista Italiano Sindaco [10]
27 febbraio 1992 29 gennaio 1993 Angela Taina Partito Socialista Italiano Sindaco [10]
29 gennaio 1993 12 novembre 1994 Antonio Maestri Partito Democratico della Sinistra Sindaco [10]
12 novembre 1994 24 aprile 1995 Loretiana Bevilacqua Comm. pref. [10]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Antonio Maestri centro-sinistra Sindaco [10]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Antonio Maestri lista civica di centro-sinistra Sindaco [10]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Alessandro Ghisoni lista civica di centro-sinistra Sindaco [10]
8 giugno 2009 25 maggio 2014 Alessandro Ghisoni lista civica di centro-sinistra Sindaco [10]
25 maggio 2014 26 maggio 2019 Alessandro Piva lista civica di centro-sinistra: Insieme viviamo Sindaco [10]
26 maggio 2019 in carica Alessandro Piva lista civica di centro-sinistra: Insieme di nuovo Sindaco [10]

GemellaggiModifica

SportModifica

CalcioModifica

Podenzano è rappresentata nel panorama calcistico da 2 squadre. La Polisportiva Podenzano e la Podenzanese. La Pol. Podenzano milita nel campionato di II Categoria, mentre la Podenzanese nel campionato di III Categoria.

PallavoloModifica

Nel 1990 viene fondato il Volley Podenzano, la società con diverse squadre, dal Mini volley alla prima divisione, passando per la seconda divisione e l'under 13-14-16, partecipa ai vari campionati della FIPAV, con tornei in giro per l'Italia.

Nel 2003 nasce un'altra società il Comtec Podenzano, squadra partecipante al campionato CSI della provincia di Piacenza.

BasketModifica

Dalla stagione 2005/2006 è iscritta al campionato FIP di Prima Divisione; la squadra maschile di basket della Polisportiva Podenzano.

TennisModifica

Nel comune di Podenzano, la società Polisportiva Podenzano organizza corsi di tennis per avvicinare i giovani e meno giovani a questo sport.

Ginnastica artisticaModifica

Dal 2012 a Podenzano, presso la palestra delle scuole medie, c'è la possibilità di fare ginnastica artistica per bambine/i da 5 anni.

CiclismoModifica

Gran Premio Sportivi di Podenzano

Il Gran Premio Sportivi di Podenzano è stata una corsa in linea maschile di ciclismo su strada riservata alla categoria Under 23 disputata per trentuno edizioni fino al 2013[11][12].

Biciclettata Avis

Ogni estate si tiene una corsa ciclistica di 21 km per raccogliere soldi a favore dell'Avis di Podenzano.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2018.
  2. ^ a b c d La storia[collegamento interrotto] comune.podenzano.pc.it
  3. ^ Eleonora Destefanis Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale - Carte di distribuzione Fig. 44-44a-44b - Pag 67-70
  4. ^ http://www.sancolombano.eu/home/view_file_jolly.php?ID=35
  5. ^ Codice Diplomatico di San Colombano di Bobbio, Libro I, pp. 215, 253, 246, 252, 278, 333, 375
  6. ^ Podenzano (PC) italiapedia.it
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Marco Gallione, Castello di San Polo, su altavaltrebbia.net, 7 ottobre 2012. URL consultato il 4 maggio 2019.
  9. ^ Provincia di Piacenza - servizio edilizia, progettazione infrastrutture e grandi opere (PDF), su provincia.piacenza.it. URL consultato il 1º giugno 2019.
  10. ^ a b c d e f g h i j k http://amministratori.interno.it/
  11. ^ Gp Sportivi - Trofeo Biondi, Cicloweb.it. URL consultato il 30 settembre 2014.
  12. ^ G.P. Sportivi di Podenzano - Trofeo A. Biondi, Museociclismo.it. URL consultato il 30 settembre 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN132983935
  Portale Emilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Emilia