Podosfairikos Athlītikos Syllogos Alikarnassu Īrodotos

P.A.S.A. Īrodotos
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px HEX-0043AE letter H on White background.svg Blu, azzurro, bianco
Simboli Busto erodoteo
Dati societari
Città Nea Alikarnassos
Nazione Grecia Grecia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Greece.svg EPO
Campionato Souper Ligka Ellada 2
Fondazione 1932
Presidente Grecia Stelios Papadimitriou
Allenatore Grecia Giannīs Tatsis
Stadio Stadio municipale di Nea Alikarnassos
(3 000 posti)
Sito web www.irodotos.com
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Podosfairikos Athlītikos Syllogos Alikarnassu Īrodotos (in greco: Ποδοσφαιρικός Αθλητικός Σύλλογος Αλικαρνασσού Ηρόδοτος), meglio noto come Īrodotos, è una società calcistica greca con sede nella città di Nea Alikarnassos. Milita nella Souper Ligka Ellada 2, la seconda divisione del campionato greco.

Gioca le sue partite interne allo Stadio municipale di Nea Alikarnassos, ma essendo attivo in una categoria che non regolarizza l'impianto, disputa le partite di campionato allo Stadio Pankritio.[1]

StoriaModifica

I primi anniModifica

Quando la città di Nea Alikarnassos è stata fondata nel 1925, gli abitanti e rifugiati di Alicarnasso, decisero di istituire un club che rappresentasse la comunità. La squadra fu ufficialmente fondata il 18 giugno 1932, ed il suo nome è un omaggio allo storico Erodoto (in greco: Ηρόδοτος, traslitterato: Īrodotos), originario proprio di Alicarnasso. Assunse la denominazione di Podosferikos Athlitikos Syllogos Alikarnassou Irodotos (o P.A.S.A. Irodotos) dall'allora presidente della comunità, Michalis Eleftheriadis e da altre figure di spicco della comunità dei rifugiati. Nei suoi primi anni, e fino alla fine dell'occupazione tedesca di Creta, l'Irodotos giocava sporadicamente, ha iniziato a riprendere in pieno le attività nel 1948.

L'Irodotos venne iscritto alla terza divisione della federazione calcistica regionale di Candia, e, con il passare degli anni, la squadra venne promossa in prima divisione, permettendosi il lusso di sfidare squadre prestigiose come l'OFI Creta e l'Ergotelīs. L'Irodotos iniziò a prendere parte alle competizioni nazionali nel 1960, partecipando in Beta Ethniki, all'epoca la seconda serie, dove ha militato interrottamente fino al 1965, quando il club è retrocesso in Gamma Ethniki, terza serie del campionato greco. In totale, l'Irodotos ha giocato 12 stagioni in seconda serie (l'ultima volta nel 1982) e 16 volte in Gamma Ethniki, rendendolo così il club con il terzo maggior numero di presenze nelle competizioni professionistiche con sede a Candia, dietro l'OFI e l'Ergotelis. Inoltre, l'Irodotos ha raggiunto i quarti di finale della Coppa di Grecia nella stagione 1987-1988 (dove venne eliminato dai futuri finalisti del Panathīnaïkos) e gli ottavi di finale due volte, la prima volta durante la stagione 1981-1982, dove fu eliminato dall'AEK Atene, futuro vincitore del torneo e per la seconda volta nella stagione 1988-1989, quando venne battuto dai rivali dell'OFI.

OggiModifica

Negli ultimi anni, l'Irodotos ha militato quasi sempre in Gamma Ethniki, fino alla retrocessione avvenuta al termine della stagione 2014-2015, dopo aver scontato 15 punti di penalizzazione da parte della Federazione calcistica della Grecia, in risposta all'omicidio del tifoso ospite Kostas Katsoulis da parte degli ultras dell'Irodotos nello stadio municipale di Nea Alikarnassos durante una partita casalinga di Football League 2 contro l'Ethnikos Pireo.[2]

Dopo i tragici incidenti avvenuti nel 2015, l'Irodotos ha fatto un trionfale ritorno in Gamma Ethniki, vincendo quattro trofei in una sola stagione nella stagione 2016-2017. In particolare, l'Irodotos ha vinto il campionato della federazione di Candia, la Coppa della federazione di Candia, oltre alla Coppa di Grecia dilettanti e alla Supercoppa greca dilettanti.[3] Nella stagione successiva in Gamma Ethniki, ha vinto il gruppo 8 e si è qualificato per gli spareggi promozione nella Football League, vincendoli, facendo così ritorno in seconda serie dopo 36 anni di assenza.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Podosfairikos Athlītikos Syllogos Alikarnassu Īrodotos
  • 1932-1948 - Attività minori.
  • 1948 - Iscritto alla Terza Divisione della Federazione Calcistica Regionale di Candia.
  • 1949-1955 - Terza Divisione della Federazione Calcistica Regionale di Candia.
  • 1956-1957 - Terza Divisione della Federazione Calcistica Regionale di Candia. Promosso in Seconda Divisione.
  • 1957-1958 - Seconda Divisione della Federazione Calcistica Regionale di Candia. Promosso in Prima Divisione.
  • 1958-1959 - Prima Divisione della Federazione Calcistica di Candia. Promosso in Beta Ethniki.
  • 1960-1964 - Beta Ethniki.
  • 1965 - Beta Ethniki. Retrocesso in Gamma Ethniki.
  • 1966-1980 - Tra Beta Ethniki e Gamma Ethniki
  • 1981-1982 - Beta Ethniki. Retrocesso in Gamma Ethniki.
Sedicesimi di finale della Coppa di Grecia.
Quarti di finale della Coppa di Grecia.
Sedicesimi di finale della Coppa di Grecia.
Vince la Coppa di Grecia dilettanti.
Vince la Supercoppa di Grecia dilettanti.

SocietàModifica

Organigramma societarioModifica

Area direttiva [4][5][6]

  • Presidente: Stelios Papadimitriou
  • Vice Presidente: Dīmītris Thōmas
  • Direttore Generale: Kōstas Stefanīs

Area sportiva [5]

  • Direttore sportivo: Giannīs Hatzisevastos

Area tecnica [5]

  • Allenatore: Giannīs Tatsis

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

1991-1992, 2003-2004
2016-2017
2017

OrganicoModifica

Rosa 2021-2022Modifica

Rosa aggiornata al 12 ottobre 2021.[7]

I calciatori senza numero sono tesserati in prima squadra ma non presenti nella selezione per il campionato.[8]

N. Ruolo Giocatore
1   P Geōrgios Dimizas
3   D Panagiōtīs Arnaoutoglou
4   D Nikolaos Loubakis
6   C Daniel Arcilesi
7   A Nikolaos Vrettos
8   C Braima Candé
9   A Minas Chalkiadakis
10   C Dīmītrios Kiliaras (capitano)
11   A Geōrgios Apostolidis
12   C Geōrgios Katidis
13   P Timothēos Loutriotis
14   A Renato Gjini
16   D Geōrgios Charitos
17   C Geōrgios Sournakis
20   C Chrīstos Chatzisavvas
N. Ruolo Giocatore
21   D Giannīs Kiliaras
22   D Manolīs Roussakis
23   D Geōrgios Kargiotakis
30   D Manolīs Bolakis
31   P Giannīs Dermitzakis
35   D Doriano Kortstam
  P Myron Plevritakis
  D Zacharias Christogiannis
  D Iōsīf Giannikakis
  D Minas Avgoustakis
  C Geōrgios Kissas
  C Ippokratīs Komninos
  C Uroš Damnjanović
  A Anastasios Detsikas
  A Reza Abdi

NoteModifica

  1. ^ (EL) Ηρόδοτος: Μονόδρομος το γήπεδο του Παγκρητίου!, su grandsport.gr. URL consultato il 24 settembre 2021.
  2. ^ (EL) "Έσβησε" ο οπαδός, αναβολή αγώνων, su kathimerini.gr, Kathimerini, 30 settembre 2014. URL consultato il 19 gennaio 2015.
  3. ^ (EL) Απίστευτος Ηρόδοτος κέρδισε 0-1 την ΑΕ Καραϊσκάκη και πήρε και το… 4ο!, su grandsport.gr, 4 giugno 2017. URL consultato il 6 giugno 2017 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2017).
  4. ^   crete2day, Σε απευθείας μετάδοση το Ηρόδοτος - Ζάκυνθος από το Crete2day.com, su YouTube, 9 luglio 2021, a 2 h 31 min 14 s. URL consultato il 9 luglio 2021.
  5. ^ a b c Ηρόδοτος: Στην αφετηρία για τη Super League 2 με διάθεση και αισιοδοξία!, su neakriti.gr. URL consultato il 3 settembre 2021.
  6. ^ Ηρόδοτος: Ο Κώστας Στεφανής νέος Γενικός Αρχηγός!, su neakriti.gr. URL consultato il 20 settembre 2021.
  7. ^ PASA Irodotos, su transfermarkt.it. URL consultato il 2 settembre 2021.
  8. ^ Ηρόδοτος: Το ρόστερ και οι αριθμοί στις φανέλες!, su grandsport.gr. URL consultato il 12 ottobre 2021.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio