Poison Girls

gruppo musicale inglese
Poison Girls
Poisongirls.jpg
Paese d'origineInghilterra Inghilterra
GenereAnarcho punk
Periodo di attività musicale1976 – 1995
Album pubblicati10
Studio4 (1 EP)
Live1
Raccolte5
Sito ufficiale

I Poison Girls erano un gruppo anarcho punk inglese.

Storia del gruppoModifica

I Poison Girls si formarono a Brighton, in Gran Bretagna nel 1976, prima di spostarsi ad Essex, vicino alla Dial House, la casa/comune del gruppo anarcho punk Crass, gruppo a cui i Poison Girls sono stati vicini per numerosi anni, suonando più di 100 concerti assieme[1].

La cantante e chitarrista, Vi Subversa, già oltrepassata la quarantina creò un suo gruppo ispirata dai due figli, che si erano uniti ad un gruppo punk. I Poison Girls gravitavano attorno all'orbita dei Crass, di cui condividevano le sonorità e lo stile diretto, nonché le tematiche altamente politicizzate. La iniziale formazione dei Poison Girls includeva anche: Lance D'Boyle (batteria); Richard Famous (chitarra/voce); Nil (basso/violino elettrico); e Bernhardt Rebours (basso/piano).

I testi parlano di sessualità e ruoli dei due sessi, di solito da una prospettiva anarchica.

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

Album dal vivoModifica

RaccolteModifica

Singoli, EP, splitModifica

  • 1979 - Closed Shop/Piano Lessons (X-N-Trix Records, split 12" singolo con i Fatal Microbes)
  • 1979 - Hex (X-N-Trix, singolo ristampato su Crass Records nel 1981)
  • 1980 - Persons Unknown (Crass Records, split singolo con i Crass con l'intenzione di raccogliere fondi per un Anarchist Centre)
  • 1981 - All Systems Go! (Crass Records, singolo)
  • 1983 - One Good Reason (Illuminated Records, singolo)
  • 1983 - Are You Happy Now? (Illuminated Records, singolo)
  • 1984 - I'm Not A Real Woman (X-N-Trix, singolo)
  • 1985 - The Price of Grain and the Price of Blood (EP)

NoteModifica

  1. ^ Federico Guglielmi, Noise is for Heroes. Punk & Hardcore (1976 - 1984): 100 album fondamentali, in Mucchio Extra, Stemax Coop, #17 Primavera 2005.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN139816294 · ISNI (EN0000 0001 1520 2914 · LCCN (ENnb2007026862 · GND (DE10309107-5 · BNF (FRcb14258748z (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nb2007026862
  Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk