Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo singolo di Ayumi Hamasaki, vedi Poker Face (Ayumi Hamasaki).
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'espressione facciale, vedi espressione neutra.
Poker Face
LadyGagaPokerFaceVideo.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaLady Gaga
Tipo albumSingolo
Pubblicazione26 settembre 2008
Durata3:59
Album di provenienzaThe Fame
GenereDance pop[1]
Elettropop[1]
EtichettaInterscope Records
ProduttoreRedOne
Registrazione2008, Record Plant Studios, Hollywood[2]
FormatiCD, 7", download digitale
NoteGrammy Award icon.svg Miglior registrazione dance
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[3]
(vendite: 15 000+)
Dischi di platinoAustralia Australia (6)[4]
(vendite: 420 000+)
Belgio Belgio[5]
(vendite: 30 000+)
Canada Canada (8)[6]
(vendite: 640 000+)
Danimarca Danimarca (2)[7]
(vendite: 60 000+)
Finlandia Finlandia[8]
(vendite: 14 000+)
Germania Germania (2)[9]
(vendite: 600 000+)
Giappone Giappone[10]
(vendite: 200 000+)
Italia Italia (2)[11]
(vendite: 60 000+)
Norvegia Norvegia (3)[12]
(vendite: 30 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[13]
(vendite: 30 000+)
Regno Unito Regno Unito[14][15]
(Vendite: 1 200 000+)
Russia Russia (2)[16]
(vendite: 200 000+)
Spagna Spagna (2)[17]
(vendite: 80 000+)
Svizzera Svizzera (3)[18]
(vendite: 60 000+)
Svezia Svezia (2)[19]
(vendite: 40 000+)
Dischi di diamanteStati Uniti Stati Uniti[20]
(vendite: 10 000 000+)
Lady Gaga - cronologia
Singolo precedente
(2008)
Logo
Logo del disco Poker Face

Poker Face è un brano musicale estratto dall'album The Fame della cantante statunitense Lady Gaga. Prodotto da RedOne, il brano è stato pubblicato come secondo singolo internazionale il 23 settembre 2008 per alcuni mercati, e nei primi del 2009 per il resto del mondo. Poker Face è un brano dalle sonorità elettropop dance, molto simili al precedente singolo Just Dance, ma con un tono musicale più dark. La ripetizione Mum-mum-mum-mah! prende origine dal brano del 1977 Ma Baker dei Boney M.

Il brano ha riscosso un successo planetario, imponendosi alla numero uno nelle classifiche di oltre venti Paesi, tra i quali Australia, Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Germania e molte altre nazioni europee, divenendo un vero e proprio tormentone.[21] Nel 2009 è stato il 3º brano più venduto in Italia e si è inoltre aggiudicato otto dischi di Platino in Canada, sei in Australia e quattro negli Stati Uniti.[22]

Poker Face risulta essere uno dei singoli più conosciuti della cantante e tra i più venduti al mondo, con più di 20 milioni di copie all'attivo, ed essendo stato premiato nel 2015 con il Digital Diamond Award dalla RIAA, come precedentemente accaduto a Bad Romance, per aver venduto oltre 10 milioni di copie digitali.[23][24]

Il singolo ha valso alla cantante tre nomination nelle categorie musica dell'anno, brano dell'anno e miglior brano dance ai 52° Grammy Awards, e l'ha fatta vincere nella categoria per il miglior brano dance.[25]

La rivista Rolling Stone ha assegnato al brano il novantaseiesimo posto nella classifica delle 100 canzoni più belle del decennio 2000-2010.[26]

Il branoModifica

Poker Face prende spunto dal passato sfrenato e provocatorio della cantante che a 21 anni aveva condotto una vita disinibita. L'idea del brano ha avuto origine al tempo in cui Lady Gaga si esibiva come cubista a New York, nei nightclub del Lower East Side. Il nucleo del brano balenò nella mente di Stefani in maniera inconsueta.

Sullivan, un amico di Gaga, ha raccontato che il brano scaturì quando Stefani ruppe con Lüc, il suo fidanzato. Lady Gaga chiese all'amico se fosse una buona idea andare al locale in cui il suo ex lavorava per parlargli, e lui rispose che avrebbe dovuto farlo per mostrare agli altri quanto stesse bene anche senza stare con lui. "Non hai capito come si deve fare con un tipo come Lüc. Devi mostrargli la tua faccia da poker" ribatté Sullivan. Stefani rise divertita.[27]

«È successo velocemente, ci siamo conosciuti a vicenda, siamo professionisti di musica. Facciamo solo ciò che ci sembra giusto. Prima che tu lo sappia la canzone è fatta molto bene. Non sto dicendo che dovrebbe essere così, ma in questo caso è quello che è successo - abbiamo scritto Just Dance in un'ora. Fatto. Poker Face? Idem, un'ora. È solo successo. Magia.[28]»

(Dichiarazione di RedOne che era in un primo momento riluttante ad accettare di produrre un'artista sconosciuta come Lady Gaga, che non aveva ancora firmato un contratto discografico, ma tra i due è subito scattata una familiarità reciproca.)

Lady Gaga ha scritto Poker Face in 10 minuti e di suo pugno in sodalizio con RedOne, insieme ai promettenti singoli Just Dance e LoveGame.[2][29][30] Lady Gaga ha registrato il brano nei Record Plant Studios di Hollywood, in California. Poker Face è destinata a un ragazzo, che ricorre costantemente in terza persona e al quale Lady Gaga si rivolge con battute mordaci e piccanti.

In un'intervista la cantante ha dichiarato di aver scritto Poker Face come una canzone pop che rendesse omaggio ai suoi ex fidanzati rock and roll. Ha anche affermato che la fonte principale del brano fosse il sesso e il gioco disonesto.[31] In un'intervista concessa al quotidiano britannico The Daily Star, Lady Gaga ha confessato di essere un'amante delle scommesse lucrose ma di aver frequentato ragazzi ben più spinti di lei che divinizzavano letteralmente i giochi d'azzardo, l'alcool e il sesso. Ha creato così dal nulla un brano che mescolava i vari elementi per fare un regalo al suo ragazzo.[32]

Poker Face è un implicito inno allo svago sessuale. Il termine Poker Face rappresenta i raggiri che la cantante mette in atto per adescare un uomo e talvolta una donna allo scopo di portargli via il denaro. Il brano ha sollevato un dibattito per la doppia lettura del titolo, detto Poke Her Face (posare la sua faccia), un'allusione alquanto esplicita al sesso orale (alla fellatio in particolare).

In un'intervista concessa al Rolling Stone, Gaga ha chiarito il significato della frase «bluffin' with my muffin», spiegando:

"Naturalmente, è la faccia da poker della mia vagina! Ho preso quella frase da un altro brano che ho scritto ma non ho mai pubblicato, dal nome Blueberry Kisses. Ruota attorno a una ragazza che canta al suo uomo come vuole essere leccata lì, e ho usato il resto. [Gaga canta] 'Blueberry kisses, the muffin man misses them kisses'."[33]

Più di una volta Lady Gaga ha parlato del significato del brano, ad esempio in un'intervista nella trasmissione Friday Night with Jonathan Ross; quando il presentatore ha chiesto alla popstar a proposito di alcuni punti del testo che lasciavano intendere che lei fosse bisessuale, lei ha specificato che "quando vado a letto con il mio ragazzo, spesso penso anche alle donne", confermando che Poker Face riguarda la sua identità bisessuale[34][35].

In un primo momento ci fu indecisione se rilasciare come secondo singolo Beautiful, Dirty, Rich o Poker Face, ma la scelta ricadde poi sul secondo. Il brano è stato inoltre campionato nel cortometraggio The Fame: Part One, creato dalla Haus of Gaga per promuovere l'album e pubblicato il 4 agosto 2008 sul sito ufficiale della cantante.

VideoModifica

Il video, diretto da Ray Kay e Anthony Mandler, è stato filmato il 3 ottobre 2008. Bwin ha anche provveduto all'equipaggiamento da poker che compare nel video ricevendo in compenso pubblicità.[36] Il video è stato presentato il 22 ottobre ed è ambientato in una villa con piscina. Originariamente, il regista, Ray Kay, aveva intenzione di girare il video di Poker Face in una spiaggia di Ibiza, prevedendo nella sequenza iniziale Lady Gaga che emergeva dalle acque del mare come «una specie di Halle Berry in Agente 007 - La morte può attendere». Il progetto è stato accantonato all'ultimo minuto e il regista è stato costretto ad individuare una location più adatta.[37]

Il video è stato trasmesso in anteprima il 29 ottobre seguente sul network NewNowNext PopLab. Su MTV UK, ha invece esordito il 17 febbraio 2009.[38]

Le riprese si sono svolte negli ambienti della lussuosa villa Mirage, sull'Isola del Poker di Bwin, nel quale ogni anno la società organizza tornei agonistici di poker.[39][40] Lady Gaga esibisce cinque costumi differenti nel video, alcuni dei quali interamente disegnati da lei.

All'inizio del filmato la cantante emerge da una piscina, con i capelli raccolti in una cuffia, vestita con un costume nero attillato di latex (con le caratteristiche gemme tridimensionali che decorano molti costumi della cantante) e con una mascherina scintillante di frammenti di specchio. Nel cielo si scorgono lampi e lei è affiancata da due grandi alani arlecchino a macchie nere (di nome Lava e Rumpus). Si sussegue una sequenza imperniata sulla cantante che canta con una cicatrice metallica sulla guancia sinistra e un vestito di Antonio Berardi. Lady Gaga in tuta di lattice e occhiali da sole percorre sinuosamente gli esterni soleggiati della villa, nei quali trovano posto futuristici manichini che sembrano interpretare i suoi inermi schiavi che le spianano il passaggio. Il regista ha commentato le riprese di questa sequenza, dichiarando che «di fronte allo sgomento e alla follia emanata da Lady Gaga, gli addetti alle riprese recedevano davanti a lei».

L'ambientazione diviene improvvisamente notturna e Lady Gaga, con i capelli biondi sciolti e un provocante costume turchese che le lascia scoperti i fianchi e la schiena, inscena una danza sulle sponde della piscina insieme a quattro ballerini in jeans attillati ricoperti solo da un'esile giacca che ne lascia esposto l'addome. L'abito indossato è in linea con lo spirito futuristico e ingegnosamente visionario della popstar, ed è stato progettato personalmente dalla Haus of Gaga e raramente esibito da Lady Gaga al di fuori di questo video.[41]

Di seguito Lady Gaga vestita di nero entra in una stanza, dove assieme ad altri ragazzi e ragazze comincia a giocare a strip poker, vincendo.[42] Dopo aver perso, i compagni iniziano a spogliarsi e a ballare. A questo punto gli ospiti si trovano su un divano bianco e si trastullano disinibiti nel calore del festino sfilandosi di dosso i vestiti.[43] Dopo il secondo ritornello, intravediamo la cantante nascosta in ombra, seduta in riva alla piscina con degli occhiali a schermo che proiettano la scritta "Gaga Pop Culture".[44]

Nel ritornello finale, Lady Gaga, sdraiata su un divano, indossa un costume rosa argenteo e una collana a forme geometriche, firmata Alex & Chloe, ed ammicca maliziosamente ad un ragazzo seminudo seduto al suo fianco. Dopo questi attimi, lui si posa su di lei e i due si baciano.[45] Il video si conclude con scene di Lady Gaga con il corpo di ballo sulla piscina e di lei da sola in una stanza.

Struttura musicaleModifica

Lady Gaga esegue la versione acustica di Poker Face durante il The Fame Ball Tour indossando un vestito fatto di bolle di plastica e la riproduzione di un pianoforte trasparente.
Lady Gaga mentre canta la versione studio di Poker Face durante il The Fame Ball Tour.

Poker Face è un brano up-tempo elettropop e dance pop e segue le orme del precedente singolo Just Dance. Mentre in Just Dance è predominante l'elettropop, Poker Face è dominato da una sonorità dark, con una voce nitida nel ritornello e un hook pop,[46] combinando i sintetizzatori di Just Dance con il ritmo più orientato alla dance del futuro singolo, LoveGame.[47]

Secondo Kerri Mason della Billboard, la composizione si ispira alle vibrazioni della downtown di New York. Secondo i dati degli spartiti musicali raccolti sul sito Musicnotes.com da Sony/ATV Music Publishing, la canzone è composta nella misura di un tempo comune, con un tempo moderato di 120 battiti per minuto ed è scritta in La minore. L'estensione vocale di Lady Gaga va dal Sol3 al Do5. Il brano esordisce con un medium tempo seguito da un arrangiamento di corde elettroniche e dalla ripetizione della frase robotica Mum-mum-mum-mah. La voce di Lady Gaga irrompe sulla base musicale con una sonorità sibilante.

Secondo il Daily Star, il ritornello alterna due frasi. Subito dopo l'hook "Can't read my Poker Face" il cantante di sottofondo dice "He's got me like nobody" e poi nella frase seguente "She's got me like nobody". Gaga ha spiegato in un'intervista che la frase porta con sé una certa confusione fra l'amore e il sesso.

Il brano ha destato in alcuni critici il sospetto di aver attinto alla musica del passato. della frase muh-muh-muh-mah! è un apparente campionamento del fortunato singolo del 1977, Ma Baker dei Boney M. In un'intervista concessa al canale olandese RTL Boulevard ha interrogato Gaga su questa scelta, e la cantante ha replicato: «Adoro i Boney M, così forse inconsciamente la frase è venuta fuori da sé nella canzone».[48] La voce maschile di sottofondo che segue la voce di Gaga nel ritornello «She's got me like nobody» è quasi uguale a come on Barbie, let's go party, cantata nel brano Barbie Girl degli Aqua, inciso nel 1997.[49]

CriticaModifica

Il brano ha incontrato il favore della critica musicale che si è pronunciata in maniera unanimente positiva. Ha persino raggiunto tre nomination ai 52º Grammy Awards nel 2009, una delle quali conquistata (come Best Dance Recording) e strappata a Madonna. Priya Elan dal The Times, in una sua recensione dell'album The Fame, ha considerato Poker Face uno dei brani più belli, afferrandone l'intricato gioco di parole tra gioco e amore.[50] Il BBC ha osservato come il singolo «deliziosamente incalzante esprima il suo irresistibile desiderio di fortuna e celebrità.»[51] Bill Lamb di About.com ha scritto: «Poker Face è perfetta per la radio pop, ma con leggere modifiche nel mixaggio potrebbe essere altrettanto gradevole a casa, in un'atmosfera cupa, dura e da party notturno. La cantante ha rianimato il mondo del pop in Gran Bretagna e Stati Uniti in uno dei più noiosi momenti dell'anno. Poker Face ha acce come ognuno attende il prossimo passo avanti da Lady Gaga.»[52] Chris Williams di Billboard ha scritto una buona recensione del brano: «Ancora una volta, gli agganci sono presenti in abbondanza, con sintetizzatori ispirati agli anni ottanta, frasi robotiche, e un hook caloroso e allegro nel ritornello, che è anche più intrigante del precedente singolo (Just Dance) [...] Con una concentrata visione artistica, un'eleganza nello stile della sua intervista e soprattutto, una fantastica conoscenza di differenti repertori pop, Gaga sta giocando le sue carte nella maniera giusta - e "Poker" è un altro evidente asso.»[53]

Il critico Sal Cinquemani di Slant Magazine ha incluso Poker Face tra le canzoni di maggior spicco in The Fame, ossia Starstruck, Paper Gangsta e Summerboy.[54] Matthew Chisling di Allmusic ha definito il brano «contagioso» e l'ha elogiato insieme alla title track dell'album, The Fame, per la sua capacità di «ringiovanire il ritmo nella seconda parte dell'album.» Andy Downing del Chicago Tribune, nella sua recensione del The Fame Ball Tour, ha definito la canzone «vivace».[55] Evan Sawdey di PopMatters ha avvertito come Poker Face, insieme alla più melodica traccia Paparazzi, percorra in gran parte lo stesso «sfavillante territorio che il precedente singolo Just Dance aveva già esplorato, ma mai una volta fa sentire come Gaga si stia deliberatamente ripetendo.»[56] Il Rolling Stone non ha potuto far a meno di esaltare il canto di Lady Gaga nella versione live sostenendo che in questo momento richiamasse la musica di Amy Winehouse. Erika Hobert della rivista New Times Broward-Palm Beach ha definito la canzone un «europop a metà tra il trash e il fantastico.»[57]

TracceModifica

AUS CD Single

  1. Poker Face (Album Version) – 4:00
  2. Just Dance (Robots to Mars Remix) – 4:38

UK CD Single

  1. Poker Face (Album Version) – 3:58
  2. Poker Face (Tommy Sparks & The Fury Remix) – 3:59

UK Remixes & US LP Vinyl

  1. Poker Face (Space Cowboy Remix)
  2. Poker Face (Jody Den Broeder Remix)
  3. Poker Face (Dave Audè Remix)
  4. Poker Face (Album Version)
  5. Poker Face (Instrumental)

UK Picture Disc Limited 7' Vinyl

  1. Poker Face (Album Version) – 3:58
  2. Poker Face (Space Cowboy Remix) – 4:54

German Premium Limited CD Single (include un Poster)

  1. Poker Face (Album Version) – 3:58
  2. Just Dance (Album Version) – 4:03

Promo CD

  1. Poker Face (Radio Mix) – 3:50
  2. Poker Face (Album Version) – 3:59
  3. Poker Face (Dave Aude Radio Mix) – 3:53
  4. Poker Face (Dave Aude Club Mix) – 8:13
  5. Poker Face (Dave Aude Club Dub) – 7:20

Promo Radio Mixes

  1. Poker Face (Album Version) – 4:01
  2. Poker Face (Glam As You Radio Mix By Guena LG) – 3:51
  3. Poker Face (Dave Aude Radio Edit) – 3:49
  4. Poker Face (LGG Vs. GLG Radio Mix) – 4:06
  5. Poker Face (Jody Den Broeder Edit) – 4:21

Promo Club Mixes

  1. Poker Face (Glam As You Club Mix By Guena LG) – 7:52
  2. Poker Face (Dave Aude Dub) – 7:27
  3. Poker Face (LGG Vs. GLG Club Mix) – 6:33
  4. Poker Face (Jody Den Broeder Remix) – 8:04
  5. Poker Face (Jody Den Broeder Dub) – 8:05
  6. Poker Face (Aleko's Club Vocal Mix) – 8:02
UK iTunes EP
  1. Poker Face (Album Version)
  2. Poker Face (Tommy Sparks & The Fury Remix)
  3. Poker Face (Dave Audè Remix)

US Remixes Promo CD

  1. Poker Face (Space Cowboy Remix)
  2. Poker Face (Dave Audé Club Mix)
  3. Poker Face (Jody Den Broeder Remix)
  4. Poker Face (Dave Audé Radio Edit)
  5. Poker Face (Jody Den Broeder Radio Edit)
  6. Poker Face (Dave Audé Dub)
  7. Poker Face (Jody Den Broeder Dub)
  8. Poker Face (LP Version)
  9. Poker Face (Instrumental)

UK Remixes Promo CD

  1. Poker Face (Album Version)
  2. Poker Face (Dave Audè Club Remix)
  3. Poker Face (JDB Club Remix)
  4. Poker Face (Glam As You Club Mix)
  5. Poker Face (LLG vs. GLG Club Mix)
  6. Poker Face (Dave Audè Dub Remix)
  7. Poker Face (JDB Dub Remix)
  8. Poker Face (Dave Audè Radio Remix)
  9. Poker Face (Space Cowboy Remix)

UK Remixes CD & US LP Vinyl

  1. Poker Face (Space Cowboy Remix)
  2. Poker Face (Jody Den Broeder Remix)
  3. Poker Face (Dave Audè Remix)
  4. Poker Face (Album Version)
  5. Poker Face (Instrumental)
German iTunes EP
  1. Poker Face (Album Version)
  2. Poker Face (Space Cowboy Remix)
  3. Poker Face (Featuring Colby O'Donis)
  4. Poker Face (Remix With Cardinal Offishall)
French iTunes EP
  1. Poker Face (Glam As You Radio Mix)
  2. Poker Face (Jody Den Broeder Radio Edit)
  3. Poker Face (LGG vs. GLG Radio Mix)
  4. Poker Face (Dave Audé Radio Edit)
  5. Poker Face (Space Cowboy Remix)
French iTunes Single
  1. Poker Face (Glam As You Club Mix)
  2. Poker Face (Jody Den Broeder Remix)
  3. Poker Face (LLG vs. GLG Club Mix)
  4. Poker Face (Dave Audé Club Mix)
Other Remixes
  1. Poker Face (Djs From Mars Remix)

Esibizioni dal vivoModifica

 
Lady Gaga mentre si esibisce con Poker Face al The Monster Ball Tour nel 2009

Poker Face è stata cantata in diversi show come The AOL Session[58], Cherrytree House della Interscope Records[59] e MTV Session.[60] Il brano è stato cantato anche in versione acustica e nella versione originale nel primo tour promozionale dell'artista The Fame Ball Tour. Lady Gaga in tale occasione si è esibita indossando una tuta composta da bolle di plastica trasparente, e suonando un piano di vetro al cui interno si trovavano altre bolle di plastica trasparenti.[61][62] La versione originale della canzone veniva eseguita da Gaga come ultimo brano dello show, dopo Boys, Boys, Boys.[63] Prima di esibirsi nel brano, la cantante era solita fare un discorso ai fan presenti:"Alcuni dicono che Lady Gaga è una bugia, ed hanno anche ragione: io sono una bugia, e ogni giorno lotto per renderlo reale." Gaga indossava un corsetto color kaki impreziosito da cristalli e piccole pietre, ed un cappello abbinato sul quale compariva la scritta "GAGA".[64][65]

 
Lady Gaga si esibisce con Poker Face durante il The Born This Way Ball nel 2012

Il 22 febbraio 2009, l'artista ha eseguito la canzone durante l'intervallo della finale della TIM Cup alla Futurshow Station di Bologna, in Italia.[66] Il 1º aprile successivo, Lady Gaga si è esibita ad American Idol con la versione acustica e normale del brano. L'esibizione è iniziata con Gaga seduta su un pianoforte vestita con un abito di bolle. Ha iniziato subito a cantare la seconda strofa del brano accompagnata da un violino. Dopo il primo ritornello, il ritmo è aumentato. Gaga si è alzata dalla sedia e ha iniziato a cantare la versione normale del brano.[67][68] Un'altra versione acustica è stata cantata per il programma BBC Live & In-Session, trasmesso il 19 aprile 2009.[69] Lo stesso giorno la cantante è stata ospite, per la prima volta, della televisione italiana, partecipando alla trasmissione di Raidue Quelli che il calcio, dove ha cantato Poker Face prima di essere intervistata da Simona Ventura.[70][71] Gaga si è anche esibita con il brano allo show inglese The Paul O'Grady Show[72] e in una versione rock al programma Friday Night with Jonathan Ross.[73] Il 12 maggio 2009 Gaga ha cantato al programma televisivo The Ellen DeGeneres Show con un giroscopio in testa creato dal designer Nasir Mazhar e ha cantato la versione acustica della canzone.[74] Durante i MuchMusic Video Awards 2009, Lady Gaga ha cantato Poker Face e LoveGame. Al termine dall'esibizione ha indossato un reggiseno che sputava scintille.[75] Parte della canzone è stata eseguita da Gaga durante lo show americano Saturday Night Live, durante il quale la pop-star ha indossato una versione gigante del giroscopio composto da grossi cerchi metallici che giravano attorno a lei, attaccati alla sua cintura.[76] La canzone è stata cantata anche nel secondo tour della cantante, il Monster Ball Tour. Nella versione originale era cantata due volte, mentre nella versione rivisitata viene cantata solo una volta. La versione acustica del brano veniva cantata solo durante lo show originale. La versione originale del brano, invece, compare in entrambe le versioni del tour. Durante lo show originale, Gaga eseguiva il pezzo durante l'ultimo segmento dello spettacolo, indossando una tuta con una fantasia leopardata, con berretto abbinato, oppure con un vestito composto da cinghie e pistole e con un cappello. Durante la performance Gaga eseguiva una nuova coreografia, che mischiava elementi delle scene di ballo del video, con nuovi passi di danza.[77] Nello show rivisitato, invece, Gaga eseguiva la performance del brano durante il quinto atto. Per l'esibizione, la cantante indossava una tuta nera con decori brillanti e particolari in pizzo. La tuta era semi-trasparente, e lasciava intravedere un bikini nero al di sotto. Per la coreografia, furono utilizzati dei passi sfruttati nello show originale, e nuovi passi con elementi di sadomasochismo.[78] Poker Face è stata cantata anche alla 52ª edizione dei Grammy Awards, come performance di apertura della cerimonia.

Lady Gaga ed i sui ballerini nelle esibizioni di Poker Face durante i tour mondiali ArtRave: The Artpop Ball (sinistra) e Joanne World Tour (destra)

Nel maggio 2011, Gaga ha cantato la canzone durante il Radio 1's Big Weekend a Carlisle.[79] La cantante ha eseguito il brano anche al suo terzo tour mondiale, il Born This Way Ball, durante il quale per l'esibizione è stato usato un costume tipo meat dress ma sintetico,[80] e durante il successivo tour, ArtRave: The Artpop Ball.[81] La canzone ha fatto anche parte della scaletta della performance all'half-time show del Super Bowl LI ed in seguito del Joanne World Tour.

PremiModifica

Il 21 giugno 2009, il video è stato premiato come Miglior video internazionale nella cerimonia dei MuchMusic Video Awards 2009, e ha riportato una nomination, pur senza vincerla, nella medesima categoria basata però sul televoto del pubblico.

Il 5 agosto 2009 sono state rivelate le nomination agli MTV Video Music Awards 2009, e Lady Gaga se ne è aggiudicate nove in totale, quattro delle quali per il video di Poker Face nelle categorie Video dell'anno, Miglior video femminile, Miglior video pop e Miglior artista esordiente. Il giorno della cerimonia, il 12 settembre 2009, Lady Gaga ha dominato la serata insieme a Beyoncé per il maggior numero di nomine in una singola serata, accaparrandosi il premio per la Miglior artista esordiente.[82][83]

 
Lady Gaga esegue il brano durante l'half-time show del Super Bowl LI

Poker Face ha totalizzato inoltre quattro nomination agli MTV Video Music Awards Japan 2010 nelle categorie Video dell'anno, Miglior video femminile, Miglior video dance e Miglior video karaoke. Lady Gaga ha vinto solo quest'ultimo premio.

Ha inoltre vinto un Grammy Award nella categoria miglior brano dance, facendo guadagnare alla cantante il suo primo Grammy.

Il video ha ottenuto la certificazione Vevo per aver raggiunto le 100 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Poker Face è stato uno dei brani sorteggiati al titolo di Summer Song, entrando in una classifica, stilata da MTV, per la selezione della miglior canzone dell'estate 2009. Nella MTV 10x10, classifica di fine anno, il brano ha raggiunto la prestigiosa vetta delle Favourite Songs, superando le hits I Gotta Feeling dei Black Eyed Peas e She Wolf di Shakira. Nell'ennesima classifica stilata da MTV al termine dell'anno 2009, Poker Face si piazza al terzo posto nella graduatoria dei cento più grandi successi dell'anno. Il singolo ha ricevuto ben tredici premi tra 2009 e 2010.

Poker Face è stato inoltre il secondo singolo di Lady Gaga a ricevere il Digital Diamond Award dalla RIAA per le oltre 10 milioni di copie vendite digitalmente, rendendo l'artista la seconda statunitense a detenerne due.[24]

Anno Premio Categoria Risultato
2009 MTV Video Music Awards Video dell'anno Candidato
Miglior video femminile Candidato
Miglior video pop Candidato
Miglior artista emergente Vinto
MuchMusic Video Awards Miglior video internazionale Vinto
People's Choice: Miglior video internazionale Candidato
Grammy Awards Registrazione dell'anno Candidato
Canzone dell'anno Candidato
Singolo dell'anno Candidato
Miglior brano dance Vinto
MTV Australia Awards Miglior video Candidato
MTV Europe Music Awards Miglior canzone Candidato
Channel V Thailand Music Video Awards Video internazionale dell'anno Vinto
Los 40 Principales Awards Miglior canzone internazionale in lingua straniera Candidato
Los Premios MTV Latinoamérica Canzone dell'anno Vinto
Miglior suoneria Candidato
Premios Oye! Premios Oye for English - Brano dell'anno Vinto
Teen Choice Awards Choice Music: Singolo Candidato
TMF Awards Miglior video internazionale Candidato
World Music Awards Miglior canzone dell'anno Candidato

CoverModifica

Diversi artisti hanno voluto cimentarsi nella ripresa di un brano che ha avuto un così grande impatto sul mercato mondiale. Una cover del brano è stata eseguita dal gruppo musicale pop punk Sunset Takeover. Una delle cover più celebri è tuttavia quella realizzata dal musicista statunitense Chris Daughtry, ex partecipante di American Idol; il 2 luglio 2009 l'artista ha interpretato il brano in maniera molto intensa, in stile ballad.[84] Il 28 luglio 2009 la cantante britannica Pixie Lott ha realizzato una cover in versione acustica del brano.[85] Mika, pop-star libanese, ne ha fatto una cover che è stata inserita nella riedizione di The Boy Who Knew Too Much.[86] Charice si è esibita in una cover del brano il 23 aprile 2010, accostata alla esecuzione di Paparazzi, Bad Romance e Just Dance. Il brano è stato cantato da Eric Cartman nell'episodio Vaffanculo, balene! del cartone animato South Park.[87]

VenditeModifica

 
Andamento commerciale di Poker Face in Australia

È suggestivo pensare che il lancio del singolo sia stato lento spopolando in un primo momento solo nelle discoteche e nei nightclub. Sin dalla sua uscita sul mercato musicale batte i record di vendite e debella i rivali discografici, coronando il successo ottenuto con vari dischi di platino.

Mondialmente, il brano ha venduto 9,8 milioni di copie nel 2009, diventando il singolo più venduto di quell'anno[88] e uno dei singoli più venduti nel mondo.

EuropaModifica

Nel Regno Unito, il singolo ha debuttato alla 30ª posizione e dopo dieci settimane è riuscito a raggiungere la vetta della classifica.[89][90] In questo Paese il brano ha venduto oltre 1 200 000 copie e per questo è risultato il 90º brano più venduto di tutti i tempi nel Paese.[91]

Il brano è arrivato al numero uno anche in Austria, Belgio (sia Fiandre che Vallonia), Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Svezia e Svizzera.[92][93][94]

In Italia il brano è restato per 27 settimane in top 20, raggiungendo la 1ª posizione e restandoci per 5 settimane non consecutive.[95]

In Germania, il brano è stato per 75 settimane in classifica, 13 delle quali alla prima posizione.[93] In questo Paese, Poker Face è la canzone più scaricata di sempre ed è la prima ad aver raggiunto i 500 000 downloads.[96]

In Svezia, Poker Face ha esordito alla posizione 32 il 30 ottobre 2008.[97]

Resto del mondoModifica

Negli Stati Uniti, il brano ha esordito al novantaduesimo posto nella Billboard Hot 100 e ha raggiunto il sesto nella settimana protrattasi sino al 7 marzo 2009,.[98] La settimana dopo il brano è salito di altri tre gradini per arrivare alla numero tre e starvi altre due settimane.[99] Nel numero di Billboard dell'11 aprile 2009, è arrivato alla numero uno della classifica.[100] Poker Face è divenuto il secondo brano consecutivo di Lady Gaga alla numero uno nella Hot 100, e l'ha coronata la seconda nuova artista che ha piazzato i suoi primi due singoli alla numero uno nella classifica dopo Christina Aguilera che era riuscita nella stessa impresa con Genie in a Bottle e What a Girl Wants fra il 1999 e il 2000.[101] Il brano è stato alla numero 1 sia nella Hot Dance Airplay sia nella Hot Dance Club Play.[102] Poker Face si è inoltre imposto come il primo singolo dal successo Sorry di Madonna, del 2006, a piazzarsi in vetta a tutte e tre le classifiche dance in una sola settimana, considerando anche la Hot Dance Singles Sales.[103] La canzone ha venduto oltre 7 500 000 di copie digitali negli Stati Uniti sino a febbraio 2018 secondo Nielsen Soundscan e Billboard e perciò è uno dei singoli più venduti negli Stati Uniti d'America.[104] Questa cifra ha reso Lady Gaga la prima artista nell'era digitale a vendere più di 6 milioni di download con due canzoni (l'altro brano è Just Dance)[105]

Il brano ha padroneggiato le vendite anche in Canada. Il lancio di un nuovo singolo dopo il successo di Just Dance non era stato ancora comunicato, ma Poker Face ha esordito alla numero quarantuno nella Canadian Hot 100 il 6 settembre 2008.[106] La settimana successiva il singolo è sceso vertiginosamente alla posizione 70, occupando anche nelle settimane a seguire postazioni molto limitate. Poker Face ha incontrato una lenta salita. Nella classifica redatta il 13 dicembre 2008, il singolo è asceso alla numero uno spodestando Hot n Cold di Katy Perry[107] e vi è stato nove settimane non consecutive. Il brano ha totalizzato otto dischi di platino dalla Canadian Recording Industry Association (CRIA) per vendite che ammontano a 640 000 download digitali, risultando così uno dei singoli più venduti in Canada.[108] In Australia, Poker Face ha esordito alla numero ventisei nella classifica dei singoli più venduti nella settimana del 12 ottobre 2008 e nella sua settima settimana è salito in vetta.[109]

In Nuova Zelanda il brano ha debuttato alla 21ª posizione, per poi diventare numero uno dopo 6 settimane.[92]

Colonne sonoreModifica

Il brano è ballato dalla piccola Wenwen Han nel film The Karate Kid - La leggenda continua. Il singolo non ha ancora dominato il mercato musicale mondiale quando la sua base strumentale è scelta per la colonna sonora di una puntata di Ugly Betty, intitolata È il mio lavoro. Viene inoltre utilizzato in una scena di Percy Jackson e gli dei dell'Olimpo.

ClassificheModifica

Crediti e personaleModifica

Date di pubblicazioneModifica

Nazione Data
Australia[165] 23 settembre 2008
Nord America[166] 16 dicembre 2008
Regno Unito[167] 11 gennaio 2009
Germania[168] 20 febbraio 2009
Svizzera[169] 27 febbraio 2009
Italia[170] 4 aprile 2009

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Poker Face, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ a b Note di copertina di The Fame, Lady Gaga [note di produzione], Interscope Records, 2008.
  3. ^ IFPI Austria - Verband der Österreichischen Musikwirtschaft
  4. ^ http://www.aria.com.au/pages/httpwww.aria.com.aupageshttpwww.aria.com.aupagesARIACharts-Accreditations-2009Singles.htm
  5. ^ ultratop.be - ULTRATOP BELGIAN CHARTS
  6. ^ Lady Gaga to bring feel-good vibe to MMVAs - thestar.com
  7. ^ Hitlisten.NU
  8. ^ Musiikkituottajat - Tilastot - Myydyimmät levyt
  9. ^ Bundesverband Musikindustrie: Gold-/Platin-Datenbank
  10. ^ 一般社団法人 日本レコード協会|各種統計
  11. ^ Poker Face (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 20 luglio 2017.
  12. ^ IFPI Norsk platebransje
  13. ^ The Official New Zealand Music Chart
  14. ^ BRIT Certified, su bpi.co.uk.
  15. ^ Twitter
  16. ^ http://lenta.ru/i/music/rmi2011_1half.pdf
  17. ^ http://www.promusicae.es/files/listastonos/historial/TOP%2050%20CANCIONES%2010_07.pdf
  18. ^ The Official Swiss Charts and Music Community
  19. ^ http://www.ifpi.se/wp/wp-content/uploads/Guld-Platina-2009.pdf
  20. ^ Poker Face 10 dischi di platino in America, RIAA.
  21. ^ Redazione, Canzone-Tormentone Estate 2009: "Poker Face" di Lady Gaga è la regina della discoteca | MusicaBlog.it, su www.iomusicablog.it. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  22. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Ricerche e dati di mercato
  23. ^ (EN) Seven Facts About and Live Performances of Lady Gaga’s ‘Just Dance’ on the Song’s Seventh Birthday, su celebuzz.com, 8 aprile 2015. URL consultato il 1º novembre 2016.
  24. ^ a b RIAA on Twitter, in Twitter. URL consultato il 4 novembre 2016.
  25. ^ (EN) Simon Whey, Swift reward: Taylor's Grammy double, in The Guardian (Guardian News and Media), 1º febbraio 2010. URL consultato l'11 settembre 2010.
  26. ^ 100 Best Songs of the Decade: Rolling Stone, in Rolling Stone (Jann Wenner), 9 dicembre 2009, ISSN 0035-791X (WC · ACNP).
  27. ^ Maureen Callahan, Lady Gaga, Milano, Mondadori, 2010.
  28. ^ Producer RedOne Eyes Michael Jackson Release, su billboard.com.
  29. ^ (EN) MTV, Lady Gaga › Lyrics › Poker Face (MTV Networks). URL consultato il 25 novembre 2009.
  30. ^ (EN) Poker Face (song) (ladygagawikia.com). URL consultato il 15 maggio 2010.
  31. ^ (EN) Hollie McKay, Lady Gaga Opens Up About Her Preference for Boys That Look Like Girls (Fox News Channel (News Corporation)), 22 maggio 2009. URL consultato il 25 novembre 2009.
  32. ^ (EN) Kim Beysil, Exclusive: Lady Gaga's Hot Secret (The Daily Star), 1º aprile 2009. URL consultato il 25 novembre 2009.
  33. ^ Austin Scaggs, The "Just Dance" singer on leotards, the first lady and raunchy lyrics, in Rolling Stone (Jann Wenner), 19 febbraio 2009, ISSN 0035-791X (WC · ACNP).
  34. ^ (EN) James Nichols, WATCH: Lady Gaga Responds To Rumors That She's Faking Her Bisexuality, su HuffPost, 31 ottobre 2013. URL consultato l'11 giugno 2019.
  35. ^ Bi.org » Why does Lady Gaga have to prove her bisexuality?, su bisexual.org. URL consultato l'11 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2017).
  36. ^ (DE) bwin prominently placed in Lady GaGa music video Poker Face, in Aktien-Portal, 4 febbraio 2009. URL consultato il 1º ottobre 2009.
  37. ^ (EN) James Montgomery, Lady Gaga's VMA-Nominated 'Poker Face' Video Almost Went To The Dogs, in MTV, 10 settembre 2009. URL consultato il 3 giugno 2010.
  38. ^ (EN) Poker Face (music video), ladygaga.wikia.com. URL consultato il 14 maggio 2010.
  39. ^ Poker Face: Più di Una Hit (pokerlistings.it), 31 marzo 2009. URL consultato il 30 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2009).
  40. ^ Lady Ga Ga, la sexy Poker face di Bwin (www.Pokerfloor.it). URL consultato il 30 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2009).
  41. ^   (EN) Lady Gaga, Lady Gaga - Poker Face, su YouTube, 19 dicembre 2009, a 00 min 58 s. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  42. ^   (EN) Lady Gaga, Lady Gaga - Poker Face, su YouTube, 19 dicembre 2009, a 01 min 20 s. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  43. ^   (EN) Lady Gaga, Lady Gaga - Poker Face, su YouTube, 19 dicembre 2009, a 01 min 48 s. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  44. ^   (EN) Lady Gaga, Lady Gaga - Poker Face, su YouTube, 19 dicembre 2009, a 02 min 20 s. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  45. ^   (EN) Lady Gaga, Lady Gaga - Poker Face, su YouTube, 19 dicembre 2009, a 03 min 20 s. URL consultato il 15 gennaio 2013.
  46. ^ Bill Lamb, Lady GaGa – "Poker Face", in About.com (Top40.about.com), 12 novembre 2008. URL consultato il 18 marzo 2009.
  47. ^ Ben Norman, Lady Gaga – 'The Fame', in About.com (Dancemusic.about.com), 2 ottobre 2008. URL consultato il 18 marzo 2009.
  48. ^ (EN) Poker Face (song) (ladygaga.wikia.com). URL consultato il 10 giugno 2010.
  49. ^ Fraser McAlpine, Lady GaGa - 'Poker Face', in 'BBC' (BBC Online), 11 marzo 2009. URL consultato il 10 giugno 2009.
  50. ^ (EN) Elan Priya, The Big CD: Lady Gaga - The Fame (The Times), 10 ottobre 2008. URL consultato il 10 luglio 2009.
  51. ^ (EN) Music group, BBC review of The Fame (BBC), 9 ottobre 2008. URL consultato il 10 luglio 2009.
  52. ^ (EN) Bill Lamb, Lady Gaga - Poker Face (About.com), 11 dicembre 2008. URL consultato il 12 maggio 2010.
  53. ^ (EN) Chris Williams, Single review: Poker Face (Billboard), 28 febbraio 2009. URL consultato il 12 maggio 2010 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2009).
  54. ^ (EN) Sal Cinquemani, Lady GaGa: The Fame review (Slant Magazine), 25 ottobre 2008. URL consultato il 12 maggio 2010.
  55. ^ (EN) Andy Downing, Lady Gaga delights (Chicago Tribune), 26 marzo 2009. URL consultato il 12 maggio 2010.
  56. ^ (EN) Evan Sawdey, Lady GaGa: The Fame (PopMatters.com), 20 gennaio 2009. URL consultato il 22 maggio 2010.
  57. ^ (EN) Erika Hobart, Some Like It Pop (Times Broward-Palm Beach), 2 aprile 2009. URL consultato il 22 maggio 2010.
  58. ^ Lady Gaga : News
  59. ^ Lady Gaga : Now Playing : Poker Face (MUSIC VIDEO)
  60. ^ Just Dance (MTV Session) | Lady GaGa | Live Session Video | MTV UK Archiviato il 16 aprile 2012 in WebCite.
  61. ^ Lady Gaga sorpresa di Bolle Archiviato il 16 aprile 2012 in WebCite.
  62. ^ Rivelazioni concerti : Lady Gaga
  63. ^ The Fame Ball Tour 2009 Archiviato il 24 ottobre 2012 in Internet Archive.
  64. ^ Lady Gaga esibizioni live
  65. ^ Cappello GAGA
  66. ^ Dalla Coppa Italia di basket a Bologna al Super Bowl/
  67. ^ Lady Gaga Shows Her Flashiest 'Poker Face' On 'American Idol' - Music, Celebrity, Artist News | MTV
  68. ^ https://www.billboard.com/#/features/lady-gaga-the-billboard-cover-story-1004001347.story?page=3
  69. ^ The mad hatter: Lady GaGa shows off her latest fashion fetish | Mail Online
  70. ^ Copia archiviata, su italiatopgames.it. URL consultato il 24 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2009). Lady Gaga - Quelli che il Calcio 19.04.2009
  71. ^ Intervista a Lady Gaga
  72. ^ Bad Impressions for Lady Gaga - National Ledger Archiviato il 21 settembre 2013 in Internet Archive.
  73. ^ BBC One - Friday Night with Jonathan Ross, Series 16, Episode 11
  74. ^ Lady GaGa's wacky headgear almost knocks out chat show host Ellen DeGeneres | Mail Online
  75. ^ MmVA
  76. ^ Lady Gaga al Saturday Night Live'
  77. ^ Recensioni: Lady Gaga al Bell Centre 27 11 09 Archiviato il 4 giugno 2010 in Internet Archive.
  78. ^ Monster Ball Tour
  79. ^ Lady GaGa chiude il Radio 1's Big Weekend
  80. ^ the BTWBallTour
  81. ^ Candice Barnes, Lady Gaga review: 'Mother monster' delivers a show fit for Queen, su The Sydney Morning Herald, Fairfax Media, 21 agosto 2014. URL consultato il 21 agosto 2014.
  82. ^ Beyonce and Lady Gaga Tied With Nine '2009 MTV Video Music Awards Nominations, PR Newswire. URL consultato il 17 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2009).
  83. ^ Mtv Video Music Awards 2009: i vincitori, MusicRoom. URL consultato il 17 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2009).
  84. ^ Poker Face di Lady GaGa, arriva la cover di Chris Daughtry, soundsblog.it. URL consultato il 23 ottobre 2009.
  85. ^ Poker Face (Lady Gaga). Canta Pixie Lott, soundsblog.it. URL consultato il 23 ottobre 2009.
  86. ^ Poker Face" (Lady Gaga). Canta Mika, soundsblog.it. URL consultato il 23 ottobre 2009.
  87. ^ (EN) Poker Face on Whale Whores (South Park Studios). URL consultato il 28 dicembre 2010.
  88. ^ http://www.ifpi.org/content/library/DMR2010.pdf
  89. ^ UK Singles Top 75 (January 18, 2009) - Music Charts
  90. ^ UK Singles Top 75 (March 22, 2009) - Music Charts
  91. ^ (EN) The Million Sellers – the UK’s biggest ever selling singles revealed!, su officialcharts.com. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  92. ^ a b ultratop.be - Lady GaGa - Poker Face
  93. ^ a b U2 Debuts At No. 1 In 14 Euro Territories, su login.vnuemedia.com. URL consultato il 28 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2009).
  94. ^ Ireland Singles Top 50 (February 26, 2009) - Music Charts
  95. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Classifiche Archiviato il 6 marzo 2016 in Internet Archive.
  96. ^ "Poker Face" knackt 500.000er-Download-Marke - media control
  97. ^ (EN) Swedish Singles Chart - 2008-10-30 (swedishcharts.com), 30 ottobre 2008.
  98. ^ (EN) Ayala Ben-Yehuda, Flo Rida, T.I. Hold Their Billboard Hot 100 Spots, in Billboard (Nielsen Business Media, Inc). URL consultato il 26 febbraio 2009.
  99. ^ Ayala Ben-Yehuda, Soulja Boy Climbs Hot 100, in Billboard (Nielsen Business Media, Inc.), 5 marzo 2009. URL consultato il 4 marzo 2009.
  100. ^ Pietroluongo, Silvio, Lady GaGa Draws A Pair Of No. 1s, in Billboard (Nielsen Business Media, Inc.), 1º aprile 2009. URL consultato il 1º aprile 2009.
  101. ^ Ayala Ben-Yehuda, Silvio Pietroluongo, Lady GaGa Scores Hot 100 Milestone With 'Poker Face', in Billboard (Nielsen Business Media, Inc.), 2 aprile 2009. URL consultato il 2 aprile 2009.
  102. ^ Billboard Hot Dance Club Songs, su Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 21 febbraio 2009. URL consultato l'8 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2012).
  103. ^ Fred Bronson, Chart Beat Chat: Al Green, Lady Gaga, Triple A Chart, su Billboard, Nielsen Business Media, Inc., 13 febbraio 2009. URL consultato il 18 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 5 luglio 2009).
  104. ^ (EN) Gary Trust, Ask Billboard: Lady Gaga's Career Sales, The Biggest No. 2 Hits & Ed Sheeran's Latest Chart Record, Billboard, 25 febbraio 2018. URL consultato il 25 febbraio 2018.
  105. ^ Week Ending Feb. 26, 2012. Songs: Clarkson Sets “Idol” Record | Chart Watch (NEW) - Yahoo! Music
  106. ^ (EN) Canadian Hot 100, acharts.us, 6 settembre 2008. URL consultato il 3 maggio 2010.
  107. ^ Canadian Hot 100, su Billboard, acharts.us, 13 dicembre 2008. URL consultato il 3 marzo 2009.
  108. ^ CRIA – Gold & Platinum certifications – June 2009, su Canadian Recording Industry Association. URL consultato il 17 luglio 2009.
  109. ^ australian-charts.com - Australian charts portal
  110. ^ (EN) Australian Singles Chart (Australian-charts.com), 23 novembre 2008. URL consultato il 30 giugno 2010.
  111. ^ (EN) Ö3 Austria Top 40, Austria Singles Top 75, austriancharts.at, 6 marzo 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  112. ^ (EN) Ultratop 50, Belgian Flanders Singles Chart, Hung Medien, 21 febbraio 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  113. ^ (EN) Ultratop 40, Belgian Wallonia Singles Chart, Hung Medien, 21 febbraio 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  114. ^ (EN) Billboard, Canadian Hot 100, acharts.us, 13 dicembre 2008. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  115. ^ (EN) Tracklisten, Danish Singles Chart, Hung Medien, 20 febbraio 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  116. ^ (EN) Paul Sexton, The Prodigy Invade U.K. Charts, Billboard (Nielsen Business Media), 2 marzo 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  117. ^ (EN) Mitä hittiä, Finnish Singles Chart, finnishcharts.com, 7 gennaio 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  118. ^ (FR) Meilleures ventes de Singles en France - 23 février au 01 mars 2009 (chartsinfrance.net). URL consultato il 30 giugno 2010.
  119. ^ (EN) Paul Sexton, Prodigy Invades Euro Albums Chart[collegamento interrotto], Billboard (Nielsen Business Media), 5 marzo 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  120. ^ (EN) Billboard, Japan Hot 100[collegamento interrotto], acharts.us, 20 giugno 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  121. ^ (EN) Irish Recorded Music Association, Irish Singles Chart, acharts.us, 26 febbraio 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  122. ^ Classifica settimanale dal 15/05/2009 al 21/05/2009 - Top Digital Download (fimi.it), 21 maggio 2009. URL consultato il 5 giugno 2017.
  123. ^ (EN) VG-lista, Norwegian Singles Chart, norwegiancharts.com. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  124. ^ (EN) Recording Industry Association of New Zealand, New Zealand Top 40, acharts.us, 10 novembre 2008. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  125. ^ dutchcharts.nl - Lady GaGa - Poker Face
  126. ^ (EN) The Official Charts Company, Lady Gaga - Poker Face - UK Singles Chart, ChartStats, 28 marzo 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  127. ^ (CS) Radio Top 100 Oficiální -Czech Republic (ifpicr.cz). URL consultato il 30 giugno 2010.
  128. ^ (RO) Lady Gaga este number one în Statele Unite, Marea Britanie şi România!, sensotv.ro, 7 aprile 2009. URL consultato il 10 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2010).
  129. ^ Sns Ifpi
  130. ^ (EN) Productores de Música de España, Spanish Top 50 Singles Chart, acharts.us, 21 giugno 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  131. ^ (EN) Silvio Pietroluongo, Lady GaGa Draws A Pair Of No. 1s, Billboard. URL consultato il 9 dicembre 2009.
  132. ^ (EN) Billboard, Billboard Pop Songs, Nielsen Media Business, 25 aprile 2009. URL consultato il 7 gennaio 2010.
  133. ^ Lady Gaga | AllMusic
  134. ^ (EN) Sverigetopplistan, Sweden Singles Chart, swedishcharts.com, 16 gennaio 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  135. ^ (EN) Schweizer Hitparade, Swiss Singles Top 100, acharts.us, 15 marzo 2009. URL consultato l'8 dicembre 2009.
  136. ^ http://www.mahasz.hu/m/?menu=slagerlistak&menu2=archivum&lista=kislemez&ev=2009&het=39&submit_=Keresés Archiviato il 16 aprile 2012 in WebCite.
  137. ^ ARIA Charts – End Of Year Charts – Top 100 Singles 2008. URL consultato il 21 dicembre 2010.
  138. ^ (EN) RIANZ Annual Top 50 Singles Chart 2008, su rianz.org.nz. URL consultato il 21 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 6 aprile 2008). Note: The reader must select 2008 → Singles
  139. ^ (RO) Rock-ul, cenzurat de posturile româneşti de radio (Telegraful). URL consultato il 21 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2010).
  140. ^ ARIA Charts – End Of Year Charts – Top 100 Singles 2009, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 9 gennaio 2010.
  141. ^ 2009 Year End Austrian Singles Chart, 2009. URL consultato il 21 dicembre 2010.
  142. ^ (FR) Jaaroverzichten 2009 (Flanders) (Ultratop). URL consultato il 21 dicembre 2010.
  143. ^ (FR) Rapports Annuels 2009 (Vallonia) (Ultratop). URL consultato il 21 dicembre 2010.
  144. ^ Charts Year End: Canadian Hot 100, in Billboard, 19 dicembre 2009. URL consultato il 21 dicembre 2010.
  145. ^ Danish Year End 2009 (Tracklisten). URL consultato il 21 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2011).
  146. ^ Dutch Top 40 Year End (MegaCharts). URL consultato il 21 dicembre 2010.
  147. ^ 2009 Year End: European Hot 100 Singles, in Billboard, 19 dicembre 2009. URL consultato il 23 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2009).
  148. ^ Best selling digital singles in 2009 in France (PDF). URL consultato il 21 dicembre 2010.
  149. ^ Charts Year End: German Singles Chart, in Viva (Media Control Charts), 29 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2012).
  150. ^ Éves összesített listák - MAHASZ Rádiós TOP 100 (súlyozott) (Mahasz).
  151. ^ Best of 2009 (Irish Recorded Music Association). URL consultato il 21 dicembre 2010.
  152. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Ricerche e dati di mercato (Fimi.it), 19 gennaio 2010. URL consultato il 21 dicembre 2010.
  153. ^ (ES) Chart: PROMUSICAE 2009 (PDF). URL consultato il 21 dicembre 2010.
  154. ^ Årslista Singlar – År 2009. URL consultato il 21 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2011).
  155. ^ 2009 Year End Swiss Singles Chart, 2009. URL consultato il 21 dicembre 2010.
  156. ^ (EN) Alan John, Bad Romance is back on top, in Music Week, 30 gennaio 2010. URL consultato il 21 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale il 19 settembre 2011).
  157. ^ Charts Year End: The Billboard Hot 100, su Billboard, Nielsen Business Media, Inc, 19 dicembre 2009. URL consultato il 23 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2009).
  158. ^ 2010 Year End: European Hot 100 Singles, in Billboard, 19 dicembre 2010. URL consultato il 20 dicembre 2010 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2011).
  159. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Ricerche e dati di mercato
  160. ^ レコード協会調べ 2009年12月16日~2010年12月14日「着うたフル(R)」 2010年有料音楽配信「年間チャート」(通称:レコ協チャート) [Record Association Analysis: December 16, 2009—December 14, 2010 Full-length Cellphone Download 2010 paid digital sales "Yearly Chart" (Abbreviated: RIAJ Chart)] (PDF) (RIAJ), 20 dicembre 2010. URL consultato il 22 dicembre 2010.
  161. ^ (EN) ARIA Chart Sales – ARIA End of Decade Singles/Top 100 (PDF), su aria.com.au. URL consultato il 27 settembre 2012.
  162. ^ (DE) BESTENLISTEN - 00ER-SINGLE, su austriancharts.at. URL consultato il 27 settembre 2012.
  163. ^ (DE) Die erfolgreichsten Hits des neuen Jahrtausends, su rtl.de. URL consultato il 27 settembre 2012.
  164. ^ (EN) Hot 100 Songs, su billboard.com. URL consultato il 27 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2009).
  165. ^ (EN) Interscope Records, Poker Face release date, www.interscoperecords.com. URL consultato il 22 novembre 2009.
  166. ^ (EN) Poker Face — Lady Gaga discography Billboard.com[collegamento interrotto], Billboard. URL consultato il 22 novembre 2009.
  167. ^ (EN) Poker Face UK download, Amazon.com. URL consultato il 22 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2012).
  168. ^ (EN) German release of Poker Face, pop24.de. URL consultato il 22 novembre 2009.
  169. ^ (EN) Swiss release of Poker Face, cede.ch. URL consultato il 22 novembre 2009 (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2011).
  170. ^ Italian release of Poker Face, rds.it. URL consultato il 22 novembre 2009.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica