Policlinico Umberto I

ospedale pubblico universitario a Roma
Policlinico Umberto I
Umberto I logo.jpg
Policlinico ingresso cropped.jpg
L'ingresso del Policlinico universitario Umberto I, il maggior ospedale di Roma
StatoItalia Italia
LocalitàRoma
IndirizzoViale del Policlinico, 155
Fondazione1903
Posti letto1 235[1]
Num. impiegati2 045 (2018)[2]
Dir. generaleVincenzo Panella
Dir. sanitarioAlberto Deales
Dir. amministrativoGiuliana Bensa
Sito webSito ufficiale
Mappa di localizzazione

Coordinate: 41°54′23.62″N 12°30′36.15″E / 41.906562°N 12.510042°E41.906562; 12.510042

Il policlinico Umberto I è un policlinico universitario di Roma che ospita le facoltà di medicina ed odontoiatria e farmacia e medicina dell'Università degli Studi di Roma "La Sapienza".

Si tratta del più grande ospedale d'Europa per area occupata e del terzo ospedale italiano per capienza con un totale di 1 200 posti letto.[3]

StoriaModifica

 
Il Policlinico nel 1902

Il progetto per la costruzione di un policlinico che riunisse le preesistenti cliniche romane fu ideato e presentato dal medico, nonché più volte Ministro della pubblica istruzione, Guido Baccelli che affidò all'architetto Giulio Podesti l'incarico di disegnare la struttura.

La prima pietra fu posta il 19 gennaio 1888 alla presenza del re Umberto I e della regina Margherita anche se i lavori iniziarono solo nel settembre 1889. Essi si protrassero fino al 1902, anche a causa degli esosi costi, mentre la struttura divenne operativa a partire dall'anno successivo e fu dedicata proprio ad Umberto I.

Come direttore a Baccelli subentrò poi Vittorio Ascoli, che a partire dal 1917 si dedicò alla riorganizzazione del complesso aggiungendo numerosi ambulatori e laboratori e istituendo un reparto di isolamento oltre che una scuola per infermiere e la biblioteca del policlinico, che fu inaugurata nel 1925.[4]

Dal 1º gennaio 2016 il policlinico ha inglobato l'ospedale odontoiatrico George Eastman, come disposto il 15 dicembre 2015 dalla Regione Lazio.[5]

CollegamentiModifica

  È raggiungibile dalla stazione Policlinico.
È raggiungibile dalla fermata Policlinico del tram 3
È raggiungibile dalla fermata Policlinico del tram 19

NoteModifica

  1. ^ Carta dei servizi 2018 (PDF), su policlinicoumberto1.it. URL consultato il 29 giugno 2020.
  2. ^ Conto annuale 2018 (PDF), su policlinicoumberto1.it. URL consultato il 29 giugno 2020.
  3. ^ dopo il Policlinico Sant'Orsola-Malpighi di Bologna e del policlinico Agostino Gemelli di Roma. Carta dei servizi del policlinico Umberto I [collegamento interrotto], su policlinicoumberto1.it. URL consultato il 22-10-2012.
  4. ^ Michele Zappella, ASCOLI, Vittorio, in Dizionario biografico degli italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1962. URL consultato il 29 giugno 2020.
  5. ^ Presidio "George Eastman", su policlinicoumberto1.it, 11 gennaio 2016. URL consultato il 29 giugno 2020.

BibliografiaModifica

  • Carla Serarcangeli, Il Policlinico Umberto I. Un secolo di storia, Roma, Sapienza Università Editrice, 2006, ISBN 978-8887242867.
  • Silvio Messinetti e Piero Bartolucci, Il Policlinico Umberto I di Roma nella storia dello Stato unitario, Roma, Istituto Poligrafico dello Stato, 2012, ISBN 978-8824014274.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN243870592 · ISNI (EN0000 0004 1760 3991 · LCCN (ENn2014184174 · GND (DE4653940-2 · WorldCat Identities (ENlccn-n2014184174