Apri il menu principale
Pont d'Austerlitz
Le pont d'Austerlitz à Paris.JPG
Veduta del ponte d'Austerlitz dalla riva sinistra
Localizzazione
StatoFrancia Francia
CittàParigi
AttraversaSenna
Coordinate48°50′42″N 2°21′58″E / 48.845°N 2.366111°E48.845; 2.366111Coordinate: 48°50′42″N 2°21′58″E / 48.845°N 2.366111°E48.845; 2.366111
Dati tecnici
TipoPonte ad arco
MaterialePietra
Lunghezza174 m
Larghezza30 m
Realizzazione
Costruzione1801-1805
Mappa di localizzazione

Il Pont d'Austerlitz è un ponte di Parigi che attraversa la Senna. Esso collega il XII arrondissement al V e al XIII, all'altezza della place Valhubert, di fronte al Jardin des Plantes. Fu così denominato in onore della vittoria francese sulle truppe della terza coalizione antifrancese, conseguita presso l'omonima località il 2 dicembre 1805.

Indice

StoriaModifica

Il ponte del 1807Modifica

Il ponte fu realizzato per collegare il faubourg Saint-Antoine, sulla riva destra della Senna al Jardin des Plantes, sulla riva sinistra. Napoleone Bonaparte, non ancora imperatore ma solo Primo Console, decise nel 1801 di far costruire tre ponti sulla Senna: il ponte di Austerlitz, il pont de la Cité e il pont des Arts[1]. In quello stesso anno l'ingegner Joseph Marie Stanislas Becquey-Beaupré propose un ponte da erigersi tra il 1802 e il 1807.[2] Si trattava di un'opera di cinque archi in ghisa di 32 metri di apertura, poggiante su quattro pilastri e due spallette in muratura.

Tra il 1814 e il 1830 il nome fu cambiato in "pont du Jardin du Roi" per non indisporre i nuovi alleati prussiani e russi. Allorché il ponte aveva ripreso il suo nome originario, la sua ristrutturazione si rese necessaria e fu intrapresa sotto il barone Haussmann. [3]

Il ponte metallico

Il ponte del 1855Modifica

Nel 1854 il ponte fu ritenuto pericoloso. Venne quindi ricostruito in pietra nel 1855 e decorato con motivi che comprendevano i nomi dei principali ufficiali deceduti nella battaglia da cui prende il nome.[2] La sua larghezza fu portata a 18 metri e nel 1885 a 30.

Il ponte in pietra

CaratteristicheModifica

  • Tipo di costruzione: ponte ad archi
  • Costruzione:
    • 1802-1806 Primo ponte: ponte in ferro, a pedaggio, inaugurato nel 1807. Esso poggia su quattro pilastri in muratura e cinque archi in ghisa. Nonostante i cuscinetti in ferro fuso previsti per assorbire le vibrazioni, queste appaiono dannose.
    • 1854 Secondo ponte. Il ponte viene ricostruito più largo e con arcate in muratura, mantenendo gli stessi pilastri del precedente.
    • 1884-1885 Terzo ponte. Esso viene allargato una seconda volta: è sotto questo aspetto che lo vediamo oggi.
  • Inaugurazioni: 1807, 1854 e 1885
  • Architetti:
    • Joseph Marie Stanislas Becquey-Beaupré e Corneille Lamandé (1806)
    • Alexandre Michal, Jules Savarin (1854)
    • Jean-Marie-Georges Choquet (1885)
  • Materiali: Ferro + pilastri in muratura (1806) poi tutta muratura (a partire dal 1854)
  • Lunghezza totale: 173,80 m
  • Larghezza della trave: 18 m (1854), 30,60 m (1885)
  • Larghezza utile: 12,75 m nel 1806, 18 m nel 1854, 30 m nel 1885 (carreggiata di 20 m, due marciapiedi di 5 m)
  • Particolarità: inizialmente sui timpani, delle N imperiali coronate di rami d'alloro sono poi state rimpiazzate da leoni.

Galleria d'immaginiModifica

Scala idrometricaModifica

Dopo l'installazione della scala idrometrica del Pont de la Tournelle e quella del Pont-Royal, quella installata sul ponte di Austerlitz nel 1868 è diventata il riferimento utilizzato dal servizio idrometrico di Parigi nel 1873[4].

Il livello 0 della scala corrisponde ad un'altezza di 25,90 m. Il ritegno normale è a 26,92 m (livello 1,02). La situazione di vigilanza del Centro che annuncia le piene di Parigi è posto a 28,4 m (livello 2,5); quella di allerta inizia dai 29,1 m (livello 3,2); al partire da 29,2 m (livello 3,3), le vie lungo le rive vengono progressivamente bloccate. Il livello di acqua più alta per la navigazione è fissato a 30,19 m (livello 4,49). Con la piena del 1982, l'acqua è salita a 33,04 m (livello 7,14); nel 1955 la Senna è salita a 32,08 m (livello 6,18); durante la piena del 1910 il livello della Senna raggiunse i 34,57 m (livello 8,67)[5] Si è stabilito che la piena più forte, avvenuta nel 1658, aveva raggiunto i 34,86 m (livello 8,96). Nel giugno del 2016 il livello della Senna ha superato di poco i 32 m.[6]

Le ponte nell'arteModifica

(FR)

«Le pont d'Austerlitz est un beau pont. Il s'élance au milieu d'un grand espace blanc. Dès qu'il y a un peu de clarté sur Paris, c'est pour le pont d'Austerlitz. Là, il y a toujours du vent, des odeurs de voyage, des bateaux laborieux, des marchands de rien, des photographes en plein air qui rechargent leur appareil sous les cottes de leur femme en guise de chambre noire, enfin toute sorte de distractions pour les yeux. Le pont fait un peu le gros dos, comme s'il était agréablement chatouillé par les tramways et les fardiers qui lui courent sur l'échine»

(IT)

«Il ponte di Austerlitz è un bel ponte. Esso si slancia nel mezzo di un grande spazio bianco. Da quando c'è un po' di chiarore su Parigi, è per il ponte di Austerlitz. Là c'è sempre vento, odori di viaggio, battelli laboriosi, venditori di nulla, fotografi all'aperto che ricaricano i loro apparecchi sotto le gonne delle loro donne a guisa di camera oscura, infine tutti i tipi di distrazioni per gli occhi. Il ponte s'inarca un po', come se fosse stato gradevolmente solleticato dai tram e dai carri che corrono sul filo della sua schiena.»

(Georges Duhamel, Vie et aventures de Salavin (Confession de minuit)[7].)

TrasportiModifica

Il ponte di Austerlitz è servito dalle linee del Metrò n. 5 e n. 10 con la stazione di Austerlitz, dalla RER C con la stazione ferroviaria Austerlitz, dalle autolinee della RATP 24, 57, 61, 63, 89 e 91 e dalla navetta fluviale Voguéo.

NoteModifica

  1. ^ (FR) Loi du 15 mars 1801 (24 Ventôse an IX) qui autorise l’établissement de trois ponts à Paris (pont du Jardin des Plantes [d'Austerlitz], pont de la Cité, pont des Arts).
  2. ^ a b (FR) Jacques Hillairet - Dictionnaire historique des rues de Paris - t.1, p.120 - Édition 1997
  3. ^ (FR) Pont d'Austerlitz, su Le Rendez-Vous du Mathurin, 28 novembre 2014. URL consultato il 4 dicembre 2014.
  4. ^ (FR) Relevé des hauteurs de la Seine observées au Pont de la Tournelle à Paris, 1732-1867, Manuscrit 7451, Bibliothèque de l’Institut de France
  5. ^ (FR) Annexe du Plan Local d'Urbanisme de Paris, titre Ier, p.97.
  6. ^ (FR) Paris (Austerlitz - Station ultrason), sur le site Vigicrues, consulté le 4 juin 2016.
  7. ^ (FR) Vie et aventures de Salavin, éditions Omnibus, 2008, p. 20. ISBN 978-2-258-07585-6.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica