Ponte dei Dardanelli

ponte sospeso in Turchia

Il ponte sullo stretto dei Dardanelli (in turco: Çanakkale Boğazı Köprüsü), il cui nome ufficiale è Ponte della battaglia di Gallipoli del 1915 (in turco: Çanakkale 1915 Köprüsü) è un ponte sospeso costruito tra le città di Gallipoli e Lapseki, nella provincia di Çanakkale in Turchia. Inaugurato il 18 marzo 2022, è il più grande ponte della Turchia e con i suoi 2023 metri di luce tra le due torri, il più lungo ponte sospeso del mondo, superando di 32 metri il Ponte dello stretto di Akashi in Giappone.[1][2][3]

Ponte sullo stretto dei Dardanelli
Ponte della Battaglia di Gallipoli del 1915
Veduta del ponte nel marzo 2022
Localizzazione
StatoBandiera della Turchia Turchia
CittàGallipoli; Lapseki
AttraversaDardanelli
Coordinate40°20′21.73″N 26°38′13.74″E / 40.33937°N 26.63715°E40.33937; 26.63715
Dati tecnici
Tipoponte sospeso
MaterialeAcciaio, cemento armato
Campate3
Lunghezza5 169 m
Luce max.2 023 m
Altezza luce72,8 m
Larghezza36 m
Altezza318 m
Carreggiate2x3
Corsie3 per senso di marcia
Realizzazione
Ing. strutturaleTekfen Construction and Installation Co.Inc.
Costruzione18 marzo 2017-18 marzo 2022
Inaugurazione18 marzo 2022
CostruttoreBandiera della Corea del Sud Gruppo SK, Daelim;

Bandiera della Turchia Limak, Yapı Merkezi

Intitolato aCampagna dei Dardanelli, Çanakkale e operazioni navali nei Dardanelli
Mappa di localizzazione
Map

Descrizione modifica

 
Il logo del ponte

Il ponte fa parte di un ampio piano di sviluppo infrastrutturale fortemente voluto da Recep Tayyip Erdoğan e chiamato Vision 2023; scopo del programma è realizzare entro il primo centenario della Turchia moderna una serie di grandi opere infrastrutturali (tra cui il Ponte di Yavuz Sultan Selim) per collegare più agevolmente la parte europea della Turchia con quella asiatica, supportando così lo sviluppo economico del Paese. L'opera costituisce il perno dell'autostrada Kınalı-Balıkesir, collegamento viario di 321 km che connette Istanbul con Balıkesir, unendo così la Tracia con la penisola anatolica. L'infrastruttura rende possibile un agevole attraversamento del braccio di mare in soli 10 minuti di macchina, a differenza dei 90 minuti di traghetto precedenti.[1]

La lunghezza totale del ponte è di oltre 5000 metri; le torri del ponte, sommerse per 37 metri sul fondo dello stretto, si elevano fino ad un'altezza di 318 metri, mentre il piano del traffico, la cui larghezza è di 36 metri, passa a circa 70 metri di altezza sul livello del mare, consentendo così il transito alle navi di taglia Suezmax.[1] Per la costruzione sono state utilizzate circa 180.000 tonnellate di acciaio. Il costo del pedaggio previsto per l'attraversamento del ponte ammonta (nel 2020) a 200 Lire turche.[1] Essendo costruito in una zona in cui si verificano di frequente terremoti, il ponte è stato realizzato con innovativi criteri antisismici[4].

Il 13 novembre 2021, alla presenza del presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, è stato assemblato l'ultimo segmento del ponte. La sua apertura è avvenuta il 18 marzo 2022 con una manifestazione in pompa magna[5][6].

Simbologie modifica

Dietro al progetto e alla costruzione del ponte si cela un complesso di dati e numeri simbolici per la Turchia moderna: il nome ufficiale del ponte commemora la campagna di Gallipoli, vinta dall'esercito ottomano guidato da Mustafa Kemal Atatürk, il 18 marzo del 1915. Proprio il 18 marzo 2017, in occasione quindi del 102º anniversario della battaglia, è avvenuto l'inizio dei lavori del ponte, la cui inaugurazione è avvenuta sempre il 18 marzo 2022. Anche le misure delle torri non sono casuali: la loro altezza di 318 m vuole commemorare proprio la data della battaglia (18 marzo), mentre la loro luce di 2023 m vuole celebrare l'anniversario del primo secolo della Repubblica turca, che è avvenuta proprio nel 2023.

Curiosità modifica

Non si tratta dell'unico ponte al mondo che commemora la campagna di Gallipoli. L'ANZAC Bridge di Sydney infatti commemora i soldati dello schieramento opposto, quello australiano e neozelandese dell'ANZAC[7].

Galleria d'immagini modifica

Note modifica

  1. ^ a b c d costruzioni.net, Il ponte sospeso più lungo del mondo collegherà Europa e Asia [collegamento interrotto], su costruzioni.net, 16 dicembre 2020. URL consultato il 21 marzo 2021.
  2. ^ Tim Gibson, Turkey Has Built the World’s Longest Suspension Bridge, su theb1m.com, The B1M, 11 maggio 2022.
  3. ^ Why Turkey Built the World's Longest Suspension Bridge, su youtube.com, The B1M. URL consultato il 22 maggio 2022.
  4. ^ Canakkale bridge: un simbolo per la Turchia, una prodezza per l’ingegneria, su Strade & Autostrade Online, 13 luglio 2021. URL consultato il 4 novembre 2021.
  5. ^ (EN) DAILY SABAH, Final deck assembled in landmark 1915 Çanakkale Bridge project, su Daily Sabah, 13 novembre 2021. URL consultato il 14 novembre 2021.
  6. ^ Turchia, Erdogan inaugura ponte sospeso più lungo del mondo - Mondo, su Agenzia ANSA, 18 marzo 2022. URL consultato il 19 marzo 2022.
  7. ^ ANZAC Bridge - The ANZAC Connection, su groveoz.info. URL consultato il 22 dicembre 2021.

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica