Apri il menu principale

Pop X

gruppo musicale italiano

BiografiaModifica

Primi anni (2005-2014)Modifica

«Pop X è un vortice di azioni in continua rivoluzione il cui punto cardine è continuare a distruggere per creare.[4]»

(Davide Panizza, 2017)

Il gruppo nasce da un'idea di Walter Biondani e Davide Panizza che, dopo una prima esperienza nel gruppo ska Jengyskà, decidono di iniziare a lavorare ad un nuovo progetto tra musica elettronica, cantautorato, sperimentazione e rappresentazione dal vivo. I due si erano precedentemente incontrati nel 2003 lavorando come comparse presso il Teatro Sociale di Trento nell’opera di Mozart Il don Giovanni.[5]

Con il brano Io centro con i missili, pubblicato nel 2009, il gruppo inizia a farsi conoscere sul web, anche grazie all'uso del brano come colonna sonora dei video di alcuni youtuber.[5][6]

In questi anni vi è una fitta collaborazione di Panizza con il cantautore Calcutta, nel progetto Friuilli.[7] Lo stesso Calcutta ha inoltre dichiarato di aver scritto il brano Oroscopo come regalo per la nascita del figlio del frontman del gruppo trentino.[8]

Best of e Lesbianitj (2015-presente)Modifica

 
Davide Panizza durante un concerto nel 2011

Il primo disco stampato è Best of P o P _ X, una raccolta di 15 tracce, pubblicato il 20 febbraio 2015 dall'etichetta I Dischi di Plastica de I Camillas.[9] Nello stesso anno viene pubblicato un album strumentale I Belong To You (canti albanesi di Trento e Bolzano).[10]

Nel mese di febbraio 2016 I Cani hanno pubblicato attraverso il loro canale YouTube due brani remixati da Panizza: Non finirà (P o P _ X remiss) e Aurora (PoP_X remix).[11][12] Il 18 novembre 2016 viene pubblicato Lesbianitj per l'etichetta Bomba Dischi e distribuito da Universal Music Italia.[13] Con questo album la rivista Rolling Stone ha definito il progetto "la next big thing italiana dopo I Cani e Calcutta".[14] Nel 2017 il gruppo è partito per la tournée nazionale Open Bar Tour 2017.[15] Nello stesso anno vengono composte le musiche per il programma televisivo di Rai 3 Provincia Capitale.[16]

 
Davide Panizza durante una data del tour Lesbianitj

A dicembre 2017 è stato annunciato il nuovo album Musica per noi, anticipato dal singolo La prima rondine venne iersera, che viene pubblicato il 26 gennaio 2018 da Bomba Dischi.[17][18] Il tour che segue l'uscita dell'album è segnato da un netto cambiamento rispetto ai concerti degli anni precedenti, presentando sul palco uno spettacolo più incentrato sulla musica suonata. Conseguentemente la formazione cambia e vede Davide Panizza a voce e tastiere, Niccolò Di Gregorio alla batteria, Luca Babic alla Expressive Guitar MIDI realizzata su misura da Rob O’Reily, Matteo Domenichelli al basso e Ilaria Boba Ciampolini alle tastiere.[19]

Il 26 maggio 2018 il gruppo ha aperto il concerto dei Phoenix a Parigi.[20]

Il 22 giugno 2018 viene pubblicato il singolo Tanja in collaborazione con Gabry Ponte.[21]

Il 23 novembre 2018 suonano live a Rai Radio 2 Indie.[22]

Il 21 Giugno 2019 pubblicano il nuovo album Notihng Hill[23], caratterizzato da un sound reggae e da nuove sperimentazioni rispetto alla discografia precedente.

Etichetta discograficaModifica

A proposito del rapporto con l'etichetta discografica Bomba Dischi, Davide Panizza ha dichiarato:

«Con Bomba Dischi ho un rapporto, come definirlo, voglio dire...sono contento. Io sono una persona che pubblica continuamente roba, mentre i tempi della discografia sono invece che uno fa un album, poi fa il suo tour e poi ci sono anni di silenzio per far crescere l’attesa. Io sono un po’ estraneo da queste dinamiche. Sono uno che fa i brani e vorrebbe subito pubblicarli. Loro non riescono a stare dietro a questi tempi, quindi abbiamo un rapporto del tipo che loro mi hanno ormai lasciato libero, nel senso che posso pubblicare i pezzi dal vivo tranquillamente.[7]»

(Davide Panizza, 2018)

Influenze musicaliModifica

Davide ha dichiarato che tra le sue influenze musicali vi sono Franco Battiato,[24] Marco Masini,[24] Laura Pausini,[24][25] Teo Usuelli[25], Marco Ferreri[26], Sébastien Tellier[27] e Lorenzo Senni[28].

FormazioneModifica

«Pop X sono io, è il mio alter ego, gli altri sono individui della stessa famiglia. Pop X è singolare, poi per molti è plurale, ognuno può pensare quello che vuole. Parole e musica nascono in contesti diversi comunque principalmente dallo scambio dialettico che ho con Walter Biondani, soprattutto ma anche con Luca Babic, Andrea Agnoli, Niccolò Di Gregorio, Laura Jantunen e altre persone[4]»

(Davide Panizza, 2017)

La formazione dei Pop X vede come principale autore, compositore e arrangiatore Davide Panizza (Trento, 1985)[25][29] che performa con il collettivo composto da Niccolò Di Gregorio (Pesaro, 1990), Luca Babic, Matteo Domenichelli e Ilaria Boba Ciampolini.[13]

Nel corso degli anni hanno partecipato al progetto più o meno attivamente e più o meno consistentemente in ordine sparso: Pietro Albedo Parisi, Walter Biondani, Sebastiano Panizza, Laura Jantunen, Davide Marchesino, Riccardo Guadagnini, Michelangelo Filippi, Gianni Torta, Silvia Dal Dosso, Jacopo e Carlotta Cunial, Linnea Merzagora, Biagio Cattano, Caterina Lani.[30]

Membri dal vivoModifica

Davide Panizza
Walter Biondani
  • Davide Panizza - voce, tastiere, effetti vocali, wind controller, computer (2004-presente)
  • Luca Babic - chitarra midi, skateboard (2011-presente)
  • Niccolò Di Gregorio - e-drum set (2013-presente)
  • Matteo Domenichelli - basso (2018-presente)
  • Ilaria Boba Ciampolini - tastiere (2018-presente)

Altri membriModifica

  • Laura Jantunen aka The Nasty Power Bitch - performance art (2012-presente)
  • Walter Biondani - chitarra, voce (2004-presente)
  • Pietro Albedo Parisi aka SUPERINTERNET - visuals (2016-2017)
  • Romeo Steiner - visuals (2016-2017)
  • Andrea Agnoli - percussioni varie (2011-2017)

DiscografiaModifica

Il materiale autoprodotto nel primo decennio di attività è molto vasto: tra album, EP e singoli, tutti in formato digitale, si possono contare più di 60 pubblicazioni.[31]

Album in studioModifica

RaccolteModifica

SingoliModifica

NoteModifica

  1. ^ Il nome viene reso graficamente in numerose forme: P o P _ X, PoP_X, Pop_X, pop_x, pop x, pop_per
  2. ^ Interviste: Una chiacchierata con Davide Panizza dei PoP_X, su sonofmarketing.it, 8 aprile 2014. URL consultato il 16 luglio 2017.
  3. ^ Popx e Trento: Storia di un grande amore, su sanbaradio.it, 17 luglio 2017. URL consultato il 19 luglio 2017.
  4. ^ a b Tutta la follia di Pop X, la non-band «naturista» del Trentino tra «corpo» e musica, Ravenna e dintorni.
  5. ^ a b POP_X Biografia, su last.fm. URL consultato il 25 novembre 2016.
  6. ^ Cosa è Pop per (POP_X)? – Intervista xsclusiva, su nerto.it, 15 febbraio 2013. URL consultato il 25 novembre 2016.
  7. ^ a b Pop X: Un'intervista visiva a Davide Panizza in undici immagini, su talassamagazine.com, 4 giugno 2018. URL consultato il 22 luglio 2018.
  8. ^ L’intervista a Calcutta: «Il mio pezzo “Oroscopo” spacca? Bene, a me non piace», su rollingstone.it, 31 maggio 2016. URL consultato il 22 luglio 2018.
  9. ^ Niente è come Pop X, su rollingstone.it, 22 dicembre 2016. URL consultato l'8 gennaio 2017.
  10. ^ Pop_X si è reinventato i canti di montagna in I Belong to You, su rumoremag.com. URL consultato il 19 novembre 2016.
  11. ^   icanilaband, I CANI NON FINIRÀ (P o P _ X remiss), su YouTube, 1º febbraio 2016. URL consultato il 25 novembre 2016.
  12. ^   icanilaband, I CANI AURORA (PoP_X remix), su YouTube, 26 febbraio 2016. URL consultato il 25 novembre 2016.
  13. ^ a b Anteprima: ecco il video Sparami di Pop X, su wired.it.
  14. ^ Alberto Piccinini, POP X Lesbianitj, su rollingstone.it, 18 novembre 2016.
  15. ^ L'Italia attende il tour dei Pop X, su ladige.it. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  16. ^ I Pop X hanno composto la sigla di un programma Rai, su rockit.it, 7 novembre 2017. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  17. ^ Pop X, in arrivo il nuovo album, su rockit.it. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  18. ^ Pop X, il nuovo singolo è ‘La prima rondine venne iersera’, su rollingstone.it. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  19. ^ [1]
  20. ^ Phoenix – Ti Amo Paris, su vivaparigi.com. URL consultato il 22 luglio 2018.
  21. ^ Gabry Ponte & Pop X - Tanja (Radio Date: 22-06-2018), su earone.it, 20 giugno 2018. URL consultato il 22 luglio 2018.
  22. ^ Pop X a Radio2 Indie Live - 23 novembre alle 22, su raiplayradio.it. URL consultato il 13 dicembre 2018.
  23. ^ Pop X ha drogato la gallina dalle uova d'oro, su Rolling Stone Italia, 24 giugno 2019. URL consultato il 23 ottobre 2019.
  24. ^ a b c Al MI AMI per i PoP X., su ilblogdimm.it, 30 maggio 2016. URL consultato il 25 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 26 novembre 2016).
  25. ^ a b c Il cantautorato elettronico secondo Pop X: “Adoriamo lo squallore italiano”, su lastampa.it. URL consultato il 25 novembre 2016.
  26. ^ Dai concerti sui prati in Maranza, ai sold out in tutta Italia. Il trentino Pop X è la rivelazione dell'anno, su ildolomiti.it. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  27. ^ Pop X - Intervista - POP X: COSA È CAMBIATO PRIMA E DOPO LESBIANITJ, su musiccoasttocoast.it, 24 aprile 2017. URL consultato il 26 aprile 2017.
  28. ^ Rolling Stone Italia, Niente è come Pop X, in Rolling Stone Italia. URL consultato l'11 febbraio 2018.
  29. ^ Edoardo Camurri, Pop X. Un mago si aggira per l’Italia, su doppiozero.com. URL consultato il 25 gennaio 2017.
  30. ^ P o P _ X è il progetto musicale di Davide Panizza, rockit.it. URL consultato il 22 giugno 2018.
  31. ^ Discografia di Pop X, su pop-x.bandcamp.com. URL consultato il 18 novembre 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica