Portaerei antisommergibile

Una portaerei antisommergibile (in inglese: Anti-Submarine Warfare Carrier o ASW Carrier) è un tipo di piccola portaerei specializzata nella lotta antisommergibile. Questo tipo di nave nasce durante la guerra fredda come uno sviluppo delle portaerei di scorta utilizzate nel ruolo ASW nell'Atlantico settentrionale durante la seconda guerra mondiale contro gli u-boot tedeschi.

RuoloModifica

Dopo la seconda guerra mondiale, la principale minaccia navale per la maggior parte delle nazioni occidentali era il confronto con l'Unione Sovietica. I sovietici avevano concluso la guerra con una marina inferiore a quelle occidentali e quindi intrapresero la via di un confronto asimmetrico contro la superiorità delle navi di superficie occidentali, investendo pesantemente nei sottomarini, sia per l'attacco (SSK) e sia in seguito negli SSBN[1][2]. Dagli anni 60, diverse nazioni acquistarono delle portaerei dal surplus di portaerei leggere inglesi e statunitensi, e, facilmente e senza costi eccessivi, utilizzando velivoli anti-sommergibile come l'S-2 Tracker (Stati Uniti, Canada, Australia, Paesi Bassi, Argentina e Brasile) o l'Alizé (Francia e India), permisero a queste navi di continuare ad essere ancora utili, in particolare nel quadro nella NATO e della lotta ASW, anche se i nuovi caccia navali stavano diventando troppo pesanti per essere utilizzati su queste portaerei, progettate durante la seconda guerra mondiale.

Le portaerei antisommergibile nascono durante la guerra fredda nella marina statunitense come conversione di alcune portaerei della classe Essex per specializzarle nella lotta antisommergibile contro i sottomarini della marina sovietica.
Anche le altre marine della NATO ed in particolare la marina britannica si dotarono di portaerei di questo tipo; la Royal Navy convertì due portaerei della classe Centaur (la Bulwark e la Hermes) e realizzò le tre della classe Invincible.
Molte altre marine utilizzarono in questo ruolo portaerei delle classi Colossus e Majestic .
Nella United States Navy, le portaerei antisommergibile avevano come hull classification symbol CVS che stava per Antisubmarine Aircraft (ASW) Carrier, mentre la Royal Navy e le altre marine che usano il pennant number utilizzano la lettera R che sta per portaerei.
Altre portaerei, non classificate ufficialmente come portaerei antisommegibile ma semplicemente come portaerei o portaeromobili, che però hanno o avevano come ruolo principale la lotta antisommergibile, sono la Príncipe de Asturias, la Chakri Naruebet e la Giuseppe Garibaldi.

UnitàModifica

L'elenco seguente comprende le portaerei antisommergibile classificate come tali nelle marine militari che le impiegavano; nell'elenco non sono ricomprese le portaerei di flotta, le navi anfibie, le portaelicotteri o le altre portaeromobili.

Marina Classe Nome (origine) Note
  Royal Navy classe Colossus furono in servizio nelle marine dell'Argentina, dell'Australia,
del Brasile, del Canada, della Francia e dei Paesi Bassi
  Royal Navy classe Majestic furono in servizio nelle marine dell'Australia, del Canada e dell'India
  Royal Navy classe Centaur HMS Bulwark (R08)
  Royal Navy classe Centaur HMS Hermes (R12) fu poi in servizio nella marina dell'India
  Royal Navy classe Invincible HMS Invincible (R05)
  Royal Navy classe Invincible HMS Illustrious (R06)
  Royal Navy classe Invincible HMS Ark Royal (R07)
  U.S. Navy classe Essex USS Essex (CV-9)
  U.S. Navy classe Essex USS Yorktown (CV-10)
  U.S. Navy classe Essex USS Intrepid (CV-11)
  U.S. Navy classe Essex USS Hornet (CV-12)
  U.S. Navy classe Essex USS Ticonderoga (CV-14)
  U.S. Navy classe Essex USS Randolph (CV-15)
  U.S. Navy classe Essex USS Lexington (CV-16)
  U.S. Navy classe Essex USS Wasp (CV-18)
  U.S. Navy classe Essex USS Bennington (CV-20)
  U.S. Navy classe Essex USS Boxer (CV-21) in seguito convertita in CVT e poi in AVT
  U.S. Navy classe Essex USS Leyte (CV-32)
  U.S. Navy classe Essex USS Kearsarge (CV-33)
  U.S. Navy classe Essex USS Antietam (CV-36)
  U.S. Navy classe Essex USS Princeton (CV-37) in seguito convertita in LPH
  U.S. Navy classe Essex USS Shangri-La (CV-38)
  U.S. Navy classe Essex USS Lake Champlain (CV-39)
  U.S. Navy classe Essex USS Tarawa (CV-40)
  U.S. Navy classe Essex USS Valley Forge (CV-45) in seguito convertita in LPH
  U.S. Navy classe Essex USS Philippine Sea (CV-47)

NoteModifica

  1. ^ Hansard: The Royal Navy, vol. 49, Parliament of United Kingdom, 28 Dicembre1983. URL consultato il 21 giugno 15.
  2. ^ Martin Sieff, Defense Focus: ASW dangers - Part 1, UPI.com, 12 giugno 2008. URL consultato il 21 giugno 2015.

BibliografiaModifica

  • Brown, David, Aircraft Carriers, Arco Publishing, 1977, ISBN 0-668-04164-1.
  • Chesneau Roger, Aircraft Carriers of the World, 1914 to the Present. An Illustrated Encyclopedia (Rev Ed), London, Brockhampton Press, 1998, p. 288, ISBN 1-86019-875-9.
  • Watts, Anthony J., Japanese Warships of World War II, Doubleday & Company, 1967.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica