Apri il menu principale
Porto di Durazzo
Durazzo il porto (aerea).jpg
Un'immagine del porto
StatoAlbania Albania
PrefetturaDurazzo
ComuneDurazzo
MareAdriatico
Tipocontainer, officine navali, traghetti
GestoriAutorità portuale di Durazzo
Passeggeri879.905[1] (2017)
Traffico merci3.683.773 t (2017)
Profondità fondali11,5 m
Coordinate41°18′35″N 19°27′26″E / 41.309722°N 19.457222°E41.309722; 19.457222Coordinate: 41°18′35″N 19°27′26″E / 41.309722°N 19.457222°E41.309722; 19.457222
Mappa di localizzazione: Albania
Porto di Durazzo

Il porto di Durazzo si trova nel sud del mare Adriatico, a sud del comune albanese di Durazzo, nella parte settentrionale della baia di Durazzo, la quale ha circa 18 km di lunghezza da nord a sud, con una costa di circa 7 km a est. A ovest della linea di galleggiamento è superiore a 10 m di profondità. La baia di Durazzo è ben protetta dalle onde anomale e fornisce riparo da est fino a nord-ovest.

Nel 2011 il porto ha subito una grande ristrutturazione del fabbricato per i passeggeri, l'accessibilità dei veicoli e dei passeggeri a piedi diventando così uno dei porti migliori dell'Adriatico superando anche il porto di Bari come comfort.[senza fonte]

CompagnieModifica

Le compagnie che transitano nel porto di Durazzo sono le seguenti:

Traghetti del presenteModifica

Traghetti 2010 - presenteModifica

A partire dal 2010 i traghetti che collegavano l'Italia all'Albania subirono un notevole ammodernamento.

In quell'anno troviamo le compagnie Ilion Lines con i traghetti Arberia, Grecia e Venezia (quest'ultimo sulla linea Trieste-Durazzo); Ventouris Ferries con Rigel e Bari; Adria Ferries con Riviera Adriatica e Riviera del Conero (quest'ultimo sulla linea Ancona-Durazzo); Europeanseaways con Ionis e Bridge; Venezia Lines col traghetto veloce San Gwann; Tirrenia con Domiziana.

Nel 2011 la Ilion Lines fallisce e ritira le tre unità navali, stessa sorte subisce la Tirrenia che ritira la Domiziana. Dopo il ritiro di ben quattro navi subentrano l'Albanian Ferries con Adriatica King ed Adriatica Queen, Agoudimos Lines con Ionian Sky, Nel Lines col traghetto veloce Aeleos Kenteris ed Adriatica Traghetti con Samsun, Ankara e Adriatica I. Ventouris Ferries, Adria Ferries, Venezia Lines ed Europeanseaways confermano i loro traghetti.

Nel 2012 iniziano ad esserci difficoltà per alcune compagnie a rimanere sul mercato per l'Albania. Nei primi mesi dell'anno Agoudimos Lines, Nel Lines e Venezia Lines ritirano i loro traghetti. Adria Ferries acquista dalla Tirrenia la Domiziana e la Toscana che vengono chiamate AF Francesca e AF Marina (quest'ultima sulla linea Trieste-Durazzo) e conferma le altre due navi cambiandole nome in AF Claudia e AF Michela (quest'ultima sulla linea Ancona-Durazzo). Ventouris Ferries, Europeanseaways, Albanian Ferries ed Adriatica Traghetti confermano i loro traghetti.

Nel 2013 continuano ad esserci difficoltà per le compagnie a sostenere i costi per rimanere sulla linea Bari-Durazzo. L'Albanian Ferries fallisce e ritira le due unità navali, l'Adriatica Traghetti è costretta a chiedere una partnership con l'Anek Lines e vende tutte e tre le navi ripiazzandole con la nuova Adriatica I noleggiandola dalla Montenegro Lines, l'Europeanseaways stipula una partnership con Ventouris Ferries a causa di problemi di costi e ritira la Ionis ormai datata mentre Adria Ferries e Ventouris Ferries confermano i loro traghetti.

Nel 2014 fallisce l'Adriatica Traghetti e subentra "l'ex" partner Anek Lines con i traghetti Lato e Leraptra L e ci rimane fino alla fine della stagione estiva quando ritira le due navi a causa del poco successo. Adria Ferries, Ventouris Ferries ed Europeanseaways confermano i loro traghetti.

A partire dal 2015 ci fu un ulteriore ammodernamento dei traghetti per l'Albania. Ventouris Ferries inserisce i nuovi traghetti più veloci, confortevoli e capienti Rigel II (2015) e Rigel III (2017) al posto dei ormai datati Bari e Rigel I (ex Rigel) anche se quest'ultimo viene usato nel periodo invernale. Adria Ferries nel 2015 rinnova i traghetti AF Francesca e AF Marina (quest'ultima sulla linea Trieste-Durazzo), mentre decide di vendere AF Claudia e AF Michela. Succesivamente nel 2016 decide di noleggiare la Bridge (linea Ancona-Durazzo) dalla Europeanseaways che finisce i servizi per l'Albania a causa della fine della partnership con Ventouris Ferries ma nel 2017 l'Adria Ferries non riscatta il traghetto, quindi sempre nel 2017 decide di impiegare sulla Ancona-Durazzo la più moderna nave AF Michela (da non confondere con l'ex Riviera del Conero) presa sempre in noleggio dalla Stena Line. La novità nel 2015 riguarda la Grandi Navi Veloci che impiega la moderna nave Rhapsody fino al 2016 quando decide di inserire la GNV Azzurra al suo posto e stipula una partnership con Adria Ferries. Dal 2017 la compagnia italiana decide di impiegare il proprio traghetto solo nel periodo estivo.

Dal 2019 l'Adria Ferries inserirà la nuova nave AF Claudia (da non confondere con l'ex Riviera Adriatica) sulla linea Ancona-Durazzo mentre la Ventouris Ferries inserirà la nuova nave Rigel VII (solo periodo invernale) al posto della ormai datata Rigel I sulla linea Bari-Durazzo.

Porto commercialeModifica

Le linee principali del traffico container sono per Gioia Tauro tramite Mediterranean Shipping Company S.A., Taranto tramite Gruppo Evergreen, poi Malta, Antivari, Castellón de la Plana e Spalato.

Nel 2017 il traffico di container è stato di 118.270 TEU.

NoteModifica

  1. ^ Statistiche passeggeri, su apdurres.com.al.
  2. ^ Linea prevalentemente dedicata alle merci su gomma

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica