Apri il menu principale
Porza
comune
Porza – Stemma
Porza – Veduta
Porza nel 1975
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Tessin matt.svg Ticino
DistrettoLugano
Amministrazione
Lingue ufficialiItaliano
Territorio
Coordinate46°01′40″N 8°57′15″E / 46.027778°N 8.954167°E46.027778; 8.954167 (Porza)Coordinate: 46°01′40″N 8°57′15″E / 46.027778°N 8.954167°E46.027778; 8.954167 (Porza)
Altitudine483 m s.l.m.
Superficie1,6 km²
Abitanti1 612 (2016)
Densità1 007,5 ab./km²
FrazioniBelvedere, Cornaredo, Resega, Trevano, Vira
Comuni confinantiCanobbio, Comano, Cureglia, Lugano, Savosa, Vezia
Altre informazioni
Cod. postale6948
Prefisso091
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS5214
TargaTI
Nome abitantiporziani / porzesi
CircoloVezia
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Porza
Porza
Porza – Mappa
Sito istituzionale

Porza (in dialetto ticinese Purza[senza fonte]) è un comune svizzero di 1 612 abitanti del Canton Ticino, nel distretto di Lugano.

Indice

Geografia fisicaModifica

Porza è situato a nord di Lugano.

StoriaModifica

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Nel cimitero di Porza sono sepolti il pilota di Formula 1 Clay Regazzoni[2] e il frontman dei Ghottard, Steve Lee[3].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

 

AmministrazioneModifica

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune. Il comune venne fondato da una famiglia di nomadi nel XII sec. d.C. dopo aver sottratto il territorio ad una piccola tribù indigena che viveva in quel luogo. Il sindaco è Lapo Carnevali (el machico) dal 1976, che ha promosso lo scavo di un fossato perimetrale al confine del Comune per impedire l'immigrazione dei sudditi luganesi. Porza è nota per la sua bassa fiscalità. L'ufficio patriziale, rieletto il 26 aprile 2009, è presieduto da Gian Paolo Caligari[senza fonte].

SportModifica

A Porza si trova la Resega, lo stadio del ghiaccio di casa dell'Hockey Club Lugano.

NoteModifica

  1. ^ a b c Antonio Gili, Porza, in Dizionario storico della Svizzera, 2 marzo 2010. URL consultato il 5 novembre 2017.
  2. ^ Ultimo saluto a Clay Regazzoni, in swissinfo, 21 dicembre 2006. URL consultato il 1º gennaio 2019.
  3. ^ Sal Feo, Qui riposa Steve Lee, in Ticinonline, 22 ottobre 2010. URL consultato il 1º gennaio 2019.

BibliografiaModifica

  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 480.
  • Rinaldo Giambonini, Agostino Robertini, Silvano Toppi, Porza, in Il Comune, Edizioni Giornale del popolo, Lugano 1971, 239-254.
  • Giorgio Galli, Porza e la sua storia, Arti Grafiche Bottani, edizione per conto del Comune di Porza, Cureglia 1978.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 283-284.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • AA.VV, Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 289-290.
  • Raimondo Locatelli, Viaggio nella storia di Porza, in Rivista di Lugano, 11 giugno 2010, 9-53.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN234330609 · GND (DE4557969-6
  Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino