Posizione di Trendelenburg inversa

posizione applicata in campo sanitario, che in determinati casi può agevolare le condizioni del paziente o ridurre le complicanze legate a determinate patologie.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La posizione di Trendelenburg inversa, anche definita anti-Trendelenburg,[1] è una posizione di decubito, opposta alla posizione di Trendelenburg, che prevede l'inclinazione a 25-30° del letto in modo tale che la testa e il torace risultino su un piano superiore rispetto a quello dei piedi, a paziente supino.[1]

In determinati casi può agevolare le condizioni del paziente o ridurre le complicanze legate a determinate patologie. Ha benefici sul cranio per la contro*estensione delle lesioni della colonna vertebrale; favorisce il drenaggio chirurgico delle raccolte pleuriche e delle fistole.

Viene utilizzata nei pazienti in sala operatoria a seconda delle necessità.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b Le posizioni nel soccorso, su emergenzasanitaria.eu. URL consultato il 7 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2017).
  2. ^ Posizioni del paziente in Sala Operatoria

Voci correlateModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina