Potere politico

tipo di potere

Il potere politico è un tipo di potere usato comunemente per descrivere le prerogative e caratteristiche tipiche di un politico (o comunque di un individuo con forti influenze politiche), qualunque esso sia, oltre che un modo per misurare il prestigio del singolo politico.

Sociologia politicaModifica

La figura tipica del potere politico è lo Stato, che attraverso i suoi apparati, predisposti anche alla repressione, può imporre il proprio volere, detenendo un vero e proprio monopolio della forza. Tra tutti i poteri (quello economico, quello religioso-ideologico, etc.), quello politico è l'unico che legittimamente può far uso della forza, intesa anche come coercizione fisica.

Se nelle società antiche i vari poteri potevano spesso risultare mescolati fra loro, è solo con il superamento del feudalesimo e con il sopravvenire dell'età moderna che si realizza una autonomia del potere politico.

Oltre all'autonomia, un'altra caratteristica moderna del potere politico è la legittimità. In tal senso, l'utilizzo della forza e il suo monopolio non è sufficiente a dare fondamento al potere politico. Esso trova una giustificazione in sé stesso in quanto le sue direttive implicano un dovere moralmente obbligatorio. Più che la sola forza è "l'astratta possibilità del suo impiego"[1] che rende obbligatori i comandi del potere politico.

NoteModifica

  1. ^ Bin-Pitruzzella, p. 4 (vedi bibliografia).

BibliografiaModifica

  • Paolo Barile, Enzo Cheli, Stefano Grassi.Istituzioni di diritto pubblico, Cedam, Padova, 2013.
  • Giorgio Berti, Interpretazione costituzionale, Cedam, Padova, 1989.
  • Roberto Bin e Giovanni Pitruzzella, Diritto pubblico, Giappichelli, Torino, 2014,
  • Norberto Bobbio,Il problema del potere.Introduzione al corso di scienza politica., Torino, 1966.
  • Norberto Bobbio, Teoria generale della politica, a cura di Michelangelo Bovero, Einaudi, Torino, 1999.
  • Guglielmo Ferrero, Potere, Sugarco, Milano, 1981.
  • Carl Friedrich,Governo costituzionale e democrazia, 1950, tr.it. Neri Pozza, Venezia, 1963.
  • Carl Friedrich, Le problème du pouvoir dans la théorie constitutionaliste, in Annales de filosophie politique, I Le pouvoir, Paris, 1956.
  • Massimo Severo Giannini, Il pubblico potere, Il Mulino, Bologna, 1986.
  • Giovanni Grottanelli de Santi, Note introduttive di diritto costituzionale, Giappichelli, Torino, 1988.
  • Antonio Gramsci, Elementi di politica, Editori Riuniti, Roma, 1969.
  • Virgilio Mura, Categorie della politica.Elementi per una teoria generale, Giappichelli, Torino, 1997.
  • Heinrich Popitz, Fenomenologia del potere, Il Mulino, Bologna, 1990
  • Geminello Preterossi (a cura di), Potere, Laterza, Roma-Bari, 2007
  • Walter Reinhard, Storia del potere politico in Europa, tr.it., Il Mulino, Bologna, 2001.
  • Giovanni Sartori, Elementi di teoria politica, Il Mulino, Bologna, 1987.
  • Giuseppe Ugo Rescigno,La responsabilità politica, Giuffré, Milano, 1967.
  • Giuseppe Ugo Rescigno, Corso di diritto pubblico, Zanichelli, Bologna, 2012.
  • Mario Stoppino, Potere politico e Stato, Milano, 1968.
  • Mario Stoppino, Potere e teoria politica, Ecig, Genova, 2006.
  • Gustavo Zagrebelsky, La legge e la sua giustizia Il Mulino, Bologna, 2008.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica