Apri il menu principale
Acquifero artesiano.
Schema stratigrafico di un pozzo artesiano.

Un pozzo artesiano è un pozzo naturalmente effluente: le acque sotterranee arrivano in superficie senza ausili meccanici (pompe sommerse), poiché esse tendono a risalire, zampillando, fino alla quota della linea piezometrica (la quale sovente si trova sopra il piano campagna). Il vantaggio nella costruzione di questa tipologia di pozzi è che sfruttando i naturali bacini artesiani, acquiferi in pressione in genere alimentati dall'infiltrazione delle acque meteoriche nel sottosuolo, è possibile fare a meno di sistemi di pompaggio, obbligatori, invece, in quelli di diversa tipologia.

Sono caratterizzati da un larghezza inferiore, ma una profondità maggiore rispetto a quelli freatici.

Il termine artesiano deriva dal nome della regione francese di Artois, dove la presenza di argille consente la formazione di acquiferi multistrato confinati.

  • Un grande bacino artesiano è in Australia, si tratta del Grande Bacino Artesiano, una zona nel cui sottosuolo sono presenti grandi quantità di acque dei fiumi temporanei, che si trovano a una profondità di 1500-2000 metri. Le acque del bacino sono portate in superficie da circa 6.000 pozzi artesiani.
  • Numerosi pozzi artesiani sono presenti nel nord Africa, in particolare a ovest del Nilo, dove vi è il deserto libico, ove hanno permesso la nascita di piccoli insediamenti umani attorno a questi pozzi.

Indice

NoteModifica


Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica