Apri il menu principale
Praefectus castrorum
Marschlager des Pseudo-Hygin.png
L'accampamento da marcia secondo Pseudo-Igino della fine del II secolo, all'epoca delle guerre marcomanniche di Marco Aurelio, di cui il praefectus castrorum era responsabile.
Descrizione generale
AttivaAugusto - 476
NazioneImpero romano
Tipocomandante della legione romana
Guarnigione/QGaccampamento romano
Equipaggiamentogladio, scudo ed elmo
PatronoMarte dio della guerra
Parte di
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Praefectus castrorum era il titolo assegnato nell'antica Roma ai responsabili del castrum (accampamento da marcia o fortezza legionaria permanente) di una legione. A partire da Augusto, il praefectus castrorum era il terzo ufficiale nella gerarchia legionaria. Al primo posto c'era il legatus legionis. Coincideva, invece, con il praefectus legionis per tutte le legioni della provincia d'Egitto (poi con Settimio Severo anche di Mesopotamia), essendo l'ufficiale più alto in grado, non essendoci in questo caso il legatus legionis. Esisteva anche la figura del praefectus castrorum di singole unità ausiliarie[1] o di più di loro raggruppate.[2]

RuoloModifica

Il praefectus castrorum, appartenente all'ordine equestre, doveva avere un lungo servizio militare alle spalle, avendo maturato una grande esperienza in ogni settore, in modo da poter insegnare a sua volta agli altri ciò che egli stesso aveva messo in pratica con merito.[3] Questa figura ricopriva il ruolo di vice-legatus legionis (quest'ultimo appartenente invece all'ordine senatorio).[4]

Era responsabile del posizionamento dell'accampamento (castrum), della valutazione di valli e fossati.[5] Le tende, i baraccamenti dei legionari ed i loro bagagli erano affidati al suo comando.[6] Aveva anche la responsabilità di malati, medici e del pagamento di questi ultimi.[7]

Faceva in modo che fossero organizzati nel miglior modo possibile i trasporti, gli animali da soma, gli attrezzi per la costruzione di valli, fossati ed anche acquedotti. Metteva ordine nel trasporto e nella costruzione di macchine d'assedio e da lancio.[8]

In Egitto e poi anche in Mesopotamia, il praefectus castrorum è da identificarsi con la figura del praefectus legionis, il quale era sottoposto al Praefectus Alexandreae et Aegypti o al Praefectus Mesopotamiae. Sappiamo poi che a partire da Gallieno il legatus legionis di rango senatorio scomparve dall'orizzonte dell'esercito romano, ed il comando dell'intera legione fu affidato ai praefecti legionis = praefecti castrorum.

Il praefectus castrorum era posizionato nel cursus honorum dell'ordine equestre in posizione medio-alta:

NoteModifica

  Portale Esercito romano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di esercito romano