Pravyj Sektor

organizzazione paramilitare ucraina di estrema destra
Pravyj Sektor
(UK) Пра́вий се́ктор
LeaderAndrij Tarasenko[1]
StatoUcraina Ucraina
SedeKiev
FondazioneNovembre 2013
Registrato il 22 maggio 2014
IdeologiaNazionalismo ucraino[2][3]
Conservatorismo religioso[4]
Anticomunismo
Neonazismo[5]
Neofascismo
Russofobia
CollocazioneEstrema destra[3]
Seggi Verchovna Rada[3]
0 / 450
 (2019)
Seggi Regioni[6]
2 / 158 399
 (2015)
Iscritti10.000 (2014)
Colori     Rosso
     Nero
Sito webpravyysektor.info/
Flag of Right Sector.svg
Bandiera del partito

Pravyj Sektor (in ucraino: Пра́вий се́ктор, letteralmente Settore destro) è un partito politico[7] e organizzazione paramilitare ucraina di estrema destra. È un collettivo paramilitare di un certo numero di organizzazioni, descritto come ultranazionalista,[8][9] neonazista[5][10][11][12][13] o neofascista.[14] Il gruppo dichiara di avere almeno dai 5.000 ai 10.000 membri[15][16] e ha rapporti internazionali con organizzazioni di matrice neofascista.[17] Emerge per la prima volta alla fine del novembre 2013 nella proteste dell'Euromaidan a Kiev, come alleanza di estrema destra di diversi gruppi nazionalisti ucraini e dell'Assemblea Nazionale Ucraina – Auto Difesa Nazionale Ucraina (UNA-UNSO).[18][19]

StoriaModifica

OrigineModifica

Pravyj Sektor si identifica tra la tradizione partigiana ucraina, quale l'Armata Ucraina degli Insorti, che durante la Seconda guerra mondiale ha combattuto contro l'Unione Sovietica e contro l'Asse.[20][21] Dmytro Jaroš, leader di Pravyj Sektor, ha allenato nazionalisti armati in esercitazioni militari fino al collasso dell'URSS.[22] Secondo Jaroš e altri membri, l'organizzazione si è formata o compresa in affiliazione ad altri piccoli gruppi di estrema destra e nazionalisti, compreso il Tridente di Stepan Bandera (Jaroš stesso), il Martello Bianco,[23] I Patrioti Ucraini (Andriy Belizky), e UNA-UNSO (Jurij Šuchevyč).[24] Andrij Tarasenko, leader di Pravyj Sektor del reparto di Kiev, data la nascita dell'organizzazione al tardo novembre 2013 e dichiara che "la maggior parte dei partecipanti sono semplici cittadini che non hanno nessun collegamento con una qualsiasi altra organizzazione".[24] Il 6 marzo 2014 Pravyj Sektor ha annunciato sul suo sito web la propria intenzione di dissociarsi dal Martello Bianco, citando la presenza del gruppo come diffamante e impossibilitati a disciplinare il gruppo.[25] Jarosh ha dichiarato che Pravyj Sektor ha ricevuto alcuni finanziamenti dalla diaspora ucraina.[16]

Ingresso nel MaidanModifica

Nel gennaio 2014 Pravyj Sektor divenne uno degli attori più importanti negli scontri in Via Hruševs'k, come parte della protesta Euromaidan, nello stadio successivo e maggiormente violento.[26][27] Il 19 gennaio 2014 Pravyj Sektor incoraggiò i suoi membri a portare al luogo della protesta bottiglie per produrre bombe molotov.[28] Il governo Janukovič classificò Pravyj Sektor come un movimento estremista minacciando i suoi membri con l’imprigionamento.[29] Secondo Volodymyr Iščenko, che cita il Guardian, Pravyj Sektor fu responsabile del violento attacco all'amministrazione ucraina del 1º dicembre 2013 e anche di un'altra violenta provocazione ai danni della polizia.[30] Il capo di Pravyj Sektor, Dmytro Jaroš, ha dichiarato di aver ammassato un arsenale di armi letali.[31][32]

Dopo JanukovyčModifica

Pravyj Sektor fu descritto come il gruppo meglio organizzato ed efficiente all'interno del Maidan. In seguito al collasso del governo Viktor Janukovyč nel febbraio 2014, con la polizia che aveva ormai abbandonato in maniera significativa le strade di Kiev, gruppi di giovani, compresi membri di Pravyj Sektor, incominciarono a pattugliare le strade armati per la maggior parte di mazze da baseball.[33][34] Nel febbraio del 2014 Jaroš e l'ambasciatore d'Israele in Ucraina si accordarono per stabilire una centralino telefonico di assistenza per prevenire provocazioni e azioni coordinate in caso di disordini.[35][36] Il gruppo garantì di conseguenza protezione agli ebrei di Odessa.[37] La Russia menzionò attacchi da parte di Pravyj Sektor a russofoni ed ebrei come motivazione principale dietro l’invio di truppe russe in Crimea. Jaroš fu proposto come possibile capo del Segretario della Sicurezza Nazionale e del Consiglio di Difesa[38], ma senza successo.[39] Gli fu successivamente offerta la posizione di vicecapo del Consiglio di Sicurezza Nazionale, ma si rifiutò, dicendo di considerare l’incarico al di sotto del suo livello.[40] In un sondaggio condotto dal Centro di Ricerca SOTSIS (25 febbraio – 4 marzo 2014), la possibile candidatura di Jaroš alle successive elezioni presidenziali (previste per il 25 maggio) ricevette il supporto dell'1,6% degli intervistati.[41] Il 7 marzo 2014, il sindaco di Kiev Andrij Tarasenko affermò alla Interfax ucraina che il "movimento informale" sarebbe stato trasformato in un partito politico nel congresso del 15 marzo.[7] L'11 marzo 2014, alla Duma di Stato russa, il leader dell'opposizione Valerij Raškin invocò l’intervento dei servizi speciali russi perché “liquidassero” Jaroš e Oleksandr Muzyčko, responsabile di Pravyj Sektor per l'Ucraina occidentale.[42] Oleksandr Muzyčko[43] fu in seguito ucciso a Rivne, Ucraina occidentale, il 24 marzo 2014. Il Ministro degli Interni ucraino dichiarò che Muzyčko era stato ferito da un'arma da fuoco dopo aver sparato contro la polizia e contro le forze speciali Sokil: catturato vivo e arrestato, sarebbe morto a causa delle ferite riportate prima che arrivassero i soccorsi.[44] La polizia ha dichiarato che era stato detenuto in seguito a sospette responsabilità nell'organizzazione di collegamenti criminali, vandalismo e percosse a pubblico ufficiale.[45][46][47] I portavoce di Pravyj Sektor risposero invece che Muzyčko era stato ammanettato e che quindi non avrebbe potuto sparare contro la polizia, e accusarono il Ministro degli Interni Arsen Avakov come responsabile della sua morte, che promisero di vendicare.[48] Il 31 marzo 2014 un attivista di Pravyj Sektor aprì il fuoco nel centro della capitale ucraina vicino al ristorante “Mafia”. Tre persone, compreso il vicepresidente dell'amministrazione della città di Kiev Bogdan Dubas furono ferite.[49] Il responsabile fu in seguito arrestato e trovato ubriaco.[50][51] Membri di Pravyj Sektor furono responsabili della "Strage di Odessa", avvenuto il 2 maggio 2014 presso la Casa dei Sindacati di Odessa, in cui trovarono la morte almeno 48 manifestanti Anti-Maidan.[52]

IdeologiaModifica

La visione ideologica di Pravyj Sektor emerge da una relazione tenuta da Jaroš ai militanti di Kiev, subito dopo il referendum col quale la Crimea viene annessa alla Federazione Russa. Jaroš sentenzia lì che dopo l'11 settembre 2001, si è assistito pian piano ad una internazionalizzazione bipolarista dei due imperialismi americano e russo, nella sostanza alleati anche se talvolta in contrapposizione su elementi particolari. In parte, una nuova Jalta sarebbe stata sancita dal genocidio neostalinista di circa 800.000 ceceni compiuta dai russi nella sostanziale compiacenza delle forze imperialiste militari statunitensi. (Qui il dato di Jaroš è propagandistico e non esatto, in quanto nel corso delle due guerre di certo centinaia di migliaia di innocenti ceceni sono morti, ma è forzato affermare che dopo l'11 settembre 2001 siano morti 800.000 ceceni!). Va al riguardo notato che un battaglione nazionalista ucraino era presente in Cecenia durante i combattimenti. Era guidato da Oleksandr Muzyčko, ucciso lo scorso anno dalla polizia ucraina infiltrata dall'FSB. Il gruppo nazionalista ucraino in Cecenia si distinse nelle operazioni antirusse e fu elogiato da Šamil Basaev. Pravyj Sektor, ideologicamente e geopoliticamente, appoggia e sostiene tutte le forze e le nazioni che vogliono rompere il nuovo blocco bipolare euroamericano e russo. Pravyj Sektor ha portato prove e documenti sulla combutta imperialista avvenuta a Kiev da almeno 14 anni tra multinazionali del gas russe e finanzieri tedeschi e americani. Il personaggio politico più ammirato dai militanti dell'organizzazione, dopo Stepan Bandera, è senz'altro Benito Mussolini. Anche i combattenti del Battaglione Azov spesso hanno foto e poster di Mussolini. Dopo l'ingresso di truppe russe in Siria, nel settembre 2015, Pravyj Sektor ha diramato un comunicato salutando ed incitando alla battaglia i 6.000 combattenti ceceni che stanno in primo Fronte contro la dinastia Assad. In pratica sostengono che Assad, come Kadyrov, sono solo strumenti dell'imperialismo russo, che vedono come un alleato strategico dell'imperialismo USA. Pravyj Sektor non ha militanti stranieri, ma solo ucraini. In Azov vi è invece spazio anche per militanti filofascisti stranieri.

Attivisti di Pravyj SektorModifica

Quale organizzazione paramilitare creata da un numero di organizzazioni ucraine dell'ala destra e nazionaliste,[20] l'ideologia di Pravyj Sektor è stata descritta in diversi modi, di destra, ala destra, estrema destra, ultranazionalista.[20][53][54] Ma soprattutto, Pravyj Sektor presenta se stesso come il difensore della nazione ucraina contro il multiculturalisimo e le influenze straniere e russe.[53][54]

Altri partiti politici ucrainiModifica

In una intervista, Jaroš ha dichiarato che Pravyj Sektor e Svoboda "hanno molte posizioni comuni se si parla di questioni ideologiche", ma che Pravyj Sektor "non accetta in assoluto alcuni aspetti razzisti che [membri di Svoboda] diffondono."[55] Egli distingue le attitudini dei due gruppi riguardo a cittadini di nazionalità non-ucraine, citando la filosofia di Stepan Bandera: coloro che si “oppongono” alla lotta di liberazione nazionale debbono essere trattati in “maniera ostile”, ma coloro che vivono nel paese e che “non si oppongono” alla lotta di liberazione nazionale debbono essere trattati in “maniera tollerante” e coloro che combattono con il gruppo “per l'Ucraina” debbono essere trattati quali "camerati".[55]

Allo stesso modo Tarasenko cita Bandera, affermando che: "Siamo i nemici di coloro che sostengono che non ci sia una Ucraina, o degli ucraini, o la lingua ucraina.”[56] Secondo Oleh Šynkarenko (giornalista ucraino a Kiev), Jaroš ha detto che Pravyj Sektor si oppone all'omosessualità e che i diritti di una nazione trionfano sui diritti umani.[27]

In una intervista con uno dei maggiori giornali polacchi, Tarasenko ha dichiarato che territori polacchi come Przemysl debbono "ritornare" all'Ucraina e che si dovrebbero riavere le armi nucleari. Quando gli si domanda se Bandera fosse responsabile dell'uccisione di 100.000 polacchi in Volhynia, Tarasenko risponde che è un “nonsense”.[55]

Secondo il consulente delle relazioni internazionali Emmanuel Dreyfus, Pravyj Sektor non si definisce né xenofobo né tantomeno razzista, ma nazionalista, che difende i valori dei bianchi e dei cristiani europei contro la perdita dell'identità nazionale.[53] Tarasenko ha dichiarato che il gruppo non ha “fobie”, che rispetta ogni altra nazione, che supporta il modello nazione-stato, e che nel nazionalismo ucraino non c'è sciovinismo.[56]

Il sito web di Pravyj Sektor dichiara che i suoi membri sfiduciano sia le “ambizioni imperialiste” di Russia che dell'Occidente.[57]

PoliticaModifica

Politica internaModifica

Pravyj Sektor crede che la popolazione dovrebbe avere o conservare armi, come in Svizzera.[58]

Forza militareModifica

Pravyj Sektor si è impadronito armi militari da un arsenale del Ministero degli Interni nell'Ucraina ovest, vicino L'viv, intorno agli ultimi giorni di rivolta del Maidan.[59] Queste armi hanno raggiunto Kiev nel mese di febbraio, ma secondo i leader e gli analisti delle proteste non hanno avuto un ruolo rilevante nella caduta del governo ucraino.[59] Pravyj Sektor ha inviato alcune armi alle autorità ucraine dopo la "rivoluzione" e mantenuto per sé altre.[59] Secondo Jaroš, Pravyj Sektor ha reclutato ufficiali in pensione del Ministero degli Interni e delle agenzie di sicurezza. Al Newsweek ha dichiarato che il gruppo coordina le proprie azioni con l'esercito e la Sicurezza Nazionale e il Consiglio della Difesa e che “come in ogni esercito” ci sono specialisti allenati ad usare missili antiaerei S-300.[16]

NoteModifica

  1. ^ Right Sector declares ambitious plans to partake in elections, UNIAN (23 March 2016)
    Template:Uk icon "Right Sector" elected new chairman, Ukrayinska Pravda (19 March 2016)
  2. ^ Profile: Ukraine's ultra-nationalist Right Sector, in BBC, 28 aprile 2014. URL consultato il 1º marzo 2015.
  3. ^ a b c Wolfram Nordsieck, Ukraine, su Parties and Elections in Europe, 2014. URL consultato il 6 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2018).
  4. ^ Johannes Wamberg Andersen, Olena Goncharova e Stefan Huijboom, Equal rights for gays still distant dream in Ukraine, Kyiv Post, 11 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 12 giugno 2015).
  5. ^ a b Neo-Nazi Group Hacks Twitter Of Ukraine's UN Representative: Right Sector Hacking Was In Protest Over East Ukraine War, su ibtimes.com, 28 luglio 2015.
  6. ^ (UK) Центральна виборча комісія України - відображення ІАС "Місцеві вибори 2015" [Central Election Commission of Ukraine - AIS display "Local Elections 2015"], in Central Election Commission of Ukraine, novembre 2015. URL consultato il 15 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2015).
  7. ^ a b "‘Right Sector’ has become a party". Українська правда (Kiev). 22 marzo 2014. "Combinando partiti radicali e organizzazioni di patrioti ucraini, Pravyj Sektor ha deciso di diventare un partito politico[...]. ‘È accaduto sulla base legale e di risorse umane dell'Assemblea Ucraina Nazionale,' […] ha detto Denisenko."
  8. ^ Danilova, Maria (14 marzo 2014). "After Ukraine protest, radical group eyes power". Associated Press. "Il gruppo ultranazionalista radicale[…] [è stato] demonizzato dalla propaganda dello stato russo quale fascista e accusato di condurre attacchi contro speaker russi e ebrei.[…] L'AP e altre notizie di organizzazioni internazionali non sono riuscite a trovare alcuna evidenza di crimini di odio."
  9. ^ Shuster, Simon (6 marzo 2014). "Putin says Ukraine's revolutionaries are anti-Semites. Is he right?". Time. "La rivolta[…] ha coinvolto un gruppo del partito dell'ala destra radicale chiamato Pravyj Sektor, una coalizione di militanti ultranazionalisti[...],al loro leader[...] è stato offerto un posto senior nel servizio di Sicurezza ucraino[...]"
  10. ^ On Europe Day and the glorification of Nazism (PDF), su osce.org, 10 maggio 2018.
  11. ^ I patrioti della razza, su ilmanifesto.it, 19 ottobre 2018.
  12. ^ Ucraina: se il nuovo corso filo-Occidente include l'ultradestra neo-Nazista., su lastampa.it, 22 maggio 2014.
  13. ^ Inchiesta neonazismo, campi di addestramento paramilitare in Campania. Collegamenti a gruppi ucraini, su fanpage.it, 19 ottobre 2021.
    «formazioni ultranazionaliste ucraine, apertamente neonaziste, come il Battaglione Azov, la Misantrophic Division, il Pravi Sector e Centuria».
  14. ^ Kiev forced to fight its own fascist militias, su thetimes.co.uk, 13 luglio 2015.
  15. ^ McCoy, Terrence (26 marzo 2014). "Ultranationalist's killing underscores Ukraine's ugly divisions". Washington Post. "Il Settore Destro[…] ha tra i 5.000 e i 10.000 membri[…]"
  16. ^ a b c Nemtsova, Anna (19 marzo 2014). "Yarosh: Russians, Rise Up Against Putin!".Newsweek. Retrieved 26 marzo 2014.
  17. ^ La foto della bandiera di CasaPound nel campo di addestramento nazista di Carpatian Sich, 20 novembre 2017. URL consultato il 22 aprile 2019.
  18. ^ "Groups at the sharp end of Ukraine unrest". BBC News. 1º febbraio 2014. "Il Settore Destro è un gruppo di opposizione radicale nazionalista[...]"
  19. ^ Die Extremisten vom Majdan, FAZ vom 23. Februar 2014
  20. ^ a b c "The radical Ukrainian group Right Sector". Die Welt. 22 February 2014. "Il Settore Destro (Pravyj Sektor) è una associazione informale dell'ala destra e delle fazioni neo-fasciste."
  21. ^ Baranova, Maria (3 March 2014). "No one has done more for Ukrainian nationalism than Vladimir Putin". New Republic.
  22. ^ Klußmann, Uwe (3 March 2014). "Conflict with Russia". Der Spiegel. Retrieved 6 March 2014.
  23. ^ Official announcement of the Right Sector. Right Sector. March 6, 2014
  24. ^ a b "Groups at the sharp end of Ukraine unrest". BBC News. 1º febbraio 2014. "Il Settore Destro è un gruppo di opposizione radicale nazionalista....."
  25. ^ Right Sector Political Council (6 March 2014). "Official statement by Right Sector".PravyySektor.info (in Ukrainian). "Per azioni marginali che infamano il movimento del Settore Destro e per mancanza di disciplina, [Il Martello Bianco] è stato rimosso dalla nostra organizzazione."
  26. ^ Radicals a wild card in Ukraine's protests, The Washington Post (2 febbraio 2014)
  27. ^ a b Shynkarenko, Oleg ( 1º marzo 2014). "Can Ukraine control its far right ultranationalists?". Daily Beast. "Il Ministro degli Interni Arsen Avakov ha condannato il video come ‘una manifestazione non esagerata della caccia alla giustizia, ma come sabotaggio contro la fede del popolo in un possibile ordine.’"
  28. ^ "Groups at the sharp end of Ukraine unrest". BBC News. 1º febbraio 2014. "Il Settore Destro è un gruppo di opposizione radicale nazionalista[...]."
  29. ^ Eugen Theise, "Radical 'Pravy Sektor' group shifts Kyiv protests to the right,"Deutsche Welle World (11 February 2014). Retrieved 01 March 2014.
  30. ^ Ishchenko, Volodymyr (22 January 2014). "Ukraine protests are no longer just about Europe". The Guardian. Retrieved 21 February 2014.
  31. ^ Shuster, Simon (4 febbraio 2014). "Exclusive: Leader of far-right Ukrainian militant group talks revolution with TIME". TIME. "Jarosh, che è un militante di parte del nazionalismo, rifiuta ogni influenza straniera sugli affari ucraini, e ha rivelato per la prima volta che il Settore Destro ha ammassato un arsenale di armi letali[...].L'ideologia del Settore Destro è ai limiti del fascismo, e si giova del solo supporto della maggior parte dei nazionalisti di linea dura[…]."
  32. ^ Ucraina, ultradestra pronta a usare le armi
  33. ^ Gatehouse, Gabriel (1 March 2014). "Ukraine: Far-right armed with bats patrol Kiev".BBC. Retrieved 4 March 2014.
  34. ^ Luhn, Alec (3 marzo 2014). "As Far-Right Groups Infiltrate Kiev's Institutions, the Student Movement Pushes Back". The Nation. Retrieved 23 March 2014. "Ultranationalisti e neo-nazisti dei gruppo quali Svoboda e Pravyj Sektor hanno portato forze di auto difesa all'Euromaidan[…]. Il Settore Destro, la cui pagina di social network page riporta immagini estese di neo-neonazi, è stato controllato dalla polizia[…]."
  35. ^ "‘Right Sector’ assured the ambassador of Israel, rejecting anti-Semitism".Ukrayinska Pravda (in Ukrainian). 27 February 2014. "I leader del ‘Settore Destro’ hanno assicurato l'ambasciatore d'Israele Reuven El Din che la loro ideologia rigetta ogni manifestazione di chauvinismo e xenofobia."
  36. ^ "Meeting of Reuven Din El with Dmytro Yarosh". Ambasciata di Israele in Ucraina (in ucraino). Israeli Diplomatic Network. 27 February 2014. "Le parti di comune accordi stabiliscono una ‘hot line’ pre prevenire provocazioni e per coordinare le questioni che sorgeranno."
  37. ^ "Right Sector [has] offered protection for Odessa Jews". Ukrainian Pravda (in Ukrainian). 10 April 2014. "La rappresentanza del Settore Destro ha offerto al Rabbino [capo] [di Odessa Ucraina del sud] assistenza nella protezione degli ebrei che abitano la."
  38. ^ Olearchyk, Roman (26 febbraio 2014). "Arseniy Yatseniuk poised to become Ukraine prime minister". Financial Times. Retrieved 27 February 2014. "Nel tentativo di placare i manifestanti che chiedevano la fine della corruzione al governo, il cabinetto di Jazeniuk avrà attivisti civici che lo sorveglino.… Victoria Siumar, un'attivista della società civile, e Dmytro Jarosh, capo del Settore Destro, un militante del gruppo di protesta, è stato proposto quale deputato [di Jatseniuk]."
  39. ^ "Апарат [Staff]". Рада національної безпеки і оборони України [National Security & Defense Council of Ukraine (website)]. Kiev. February 28, 2014.
  40. ^ Shuster, Simon (1 March 2014). "Many Ukrainians want Russia to invade". Time. "Shkiryak, un legale rivoluzionario coinvolto nelle negoziazioni sul ruolo di Jaroš al governo, ha detto che all'ala destra militante[...] è stato offerto il ruolo di vice presidente del Consiglio Nazionale di Sicurezza, ma che egli lo ha rifiutato ritenendolo al di sotto della sua altezza."
  41. ^ "Порошенко лидирует в президентском рейтинге". LB.ua. 5 March 2014. Retrieved 7 March 2014.
  42. ^ "Российский депутат призвал спецслужбы "ликвидировать" Яроша и Белого".Lenta.ru. 11 March 2014.
  43. ^ Muzychko è meglio conosciuto (in Ucraina) per il video di Settore Destro ("Sasha comunica con un procuratore") che mostra Muzychko ("Sasha il bianco") che urla ad un procuratore locale, che lo afferra per la cravatta e minacciandolo di trascinarlo a piazza Maidan con una corda.
  44. ^ "Ukraine far-right leader Muzychko dies 'in police raid'". BBC News. 25 marzo 2014. "'Muzychko colpito dalla polizia, ha cercato di fuggire[…]. Ha risposto alla sparatoria e lo hanno catturato insieme ad altri tre[…]' ha detto Jevdokimov [Il deputato del Ministro degli Interni] . ‘Era ancora vivo quando lo hanno arrestato[…].'"
  45. ^ Pemble, Adam; Leonard, Peter (25 marzo 2014). "Busloads of Ukrainian troops leave Crimea". Associated Press. "La TV di stato russa, molto vista dagli ucraini di lingua russa della parte est del paese, ha mandato in onda regolarmente rapporti indecenti sul passato di Muzychko come un qualcosa che gli analisti dei media definiscono un sforzo continuo per minare il governo[…]"
  46. ^ Interior Ministry: Right Sector coordinator Muzhychko killed in shootout with policeKyiv Post Retrieved on March 25, 2014
  47. ^ "Notorious Ukrainian nationalist militant shot dead in police raid". RT. TV-Novosti. 26 marzo 2014. "Un ex ufficiale senior del Servizio di Sicurezza Ucraino (SBU) ha detto [Russian News & Information Agency] 'l'obiettivo dell'operazione – gestita da SBU con l'aiuto del Ministero degli Interni – era quella di uccidere Muzychko, piuttosto che di arrestarlo.'"
  48. ^ "Nationalists threaten Ukrainian top cop with ‘revenge’ over far-right leader murder".RT [Russia Today]. TV-Novosti. 25 March 2014.
  49. ^ Top Kiev official wounded in shooting incident in city center
  50. ^ Стрілок з Хрещатика був п'яний, його затримали – Аваков | Українська правда
  51. ^ Right Sector Members Leave Headquarters After Police Standoff | News | The Moscow Times Archiviato il 7 aprile 2014 in Internet Archive.
  52. ^ https://www.panorama.it/news/ucraina-odessa-strage-russia-fasciti-pravy-sektor
  53. ^ a b c Dreyfus, Emmanuel (2 March 2014). "Ukraine Beyond Politics". Le Monde Diplomatique. Retrieved 6 marzo 2014. " Pravyj Sektor definisce se stesso “non come xenofobo o anti-semita, come la propaganda del Cremlino vuol far credere” e soprattutto quale “nationalista, che difende i valori dei bianchi, dei cristiani europei contro la perdita della nazione e la deregionalizzazione”. Come Svoboda, rigetta il multiculturalismo[…], il successo di Svoboda nei passati ultimi anni e la presenza dei neo-fascisti così come il Settore Destro, nella P.zza Indipendenza hanno segnato la crisi della società ucraina. È in primo luogo e innanzitutto, la crisi della identità: in 22 anni di indipendenza, l'Ucraina non è riuscita a sviluppare un imparziale storico narrativo presentando un punto di vista positivo di tutte le sue regioni e abitanti: persino oggi, gli ucraini sono visti come i liberatori della Galizia, ma come fascisti a Donbass."
  54. ^ a b Shuster, Simon (4 febbraio 2014). "Exclusive: Leader of far-right Ukrainian militant group talks revolution with TIME". TIME. "Jarosh, che è un militante di parte del nazionalismo, rifiuta ogni influenza straniera sugli affari ucraini, e ha rivelato per la prima volta che il Settore Destro ha ammassato un arsenale di armi letali[...]. L'ideologia del Settore Destro è ai limiti del fascismo, e si giova del solo supporto della maggior parte dei nazionalisti di linea dura[…]."
  55. ^ a b c English translation of an interview with the leader of Right Sector by Ukrayinska Pravda's Mustafa Nayem and Oksana Kovalenko. Original published 4 February 2014.
  56. ^ a b "Lenta.ru: “We are not armed forces”". 13 March 2014.
  57. ^ Petro, Nicolai (March 3, 2014). "Threat of Military Confrontation Grows in Ukraine".The Nation (N.Y.C.). " I suoi membri sono una parte critica dei partiti politici e scettici riguardo alle “ambizioni imperialistiche” sia di Mosca che dell'Occidente."
  58. ^ Copia archiviata, su maidan.charter4.org. URL consultato il 25 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2014). " I nostri legali stanno lavorando per la legge della chiarificazione e in quella delle armi. Pensiamo che la popolazione debba essere armata. Come in Svizzera."
  59. ^ a b c Kramer, Andrew (20 March 2014). "Ukraine Sets Deadline for Militias to Surrender Illegal Guns". The New York Times. Retrieved 26 March 2014.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN311454889 · GND (DE1060765152 · WorldCat Identities (ENviaf-311454889