Apri il menu principale

Preggio

frazione del comune italiano di Umbertide
Preggio
frazione
Preggio – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Umbria-Stemma.svg Umbria
ProvinciaProvincia di Perugia-Stemma.png Perugia
ComuneUmbertide-Stemma.png Umbertide
Territorio
Coordinate43°14′30.26″N 12°13′25.46″E / 43.24174°N 12.22374°E43.24174; 12.22374 (Preggio)Coordinate: 43°14′30.26″N 12°13′25.46″E / 43.24174°N 12.22374°E43.24174; 12.22374 (Preggio)
Altitudine613 m s.l.m.
Abitanti121 (2001)
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Preggio
Preggio

Preggio è una frazione del comune di Umbertide, in provincia di Perugia.

Il borgo si trova ad un'altezza di 613 m, a circa 18 km a SW di Umbertide, vicino al confine con il territorio del comune di Passignano sul Trasimeno. Esso giace su una collina isolata ed è attorniato da estese aree boschive (castagno e quercia) e pascoli. Secondo i dati Istat del 2001, è abitato da 121 residenti.

Indice

StoriaModifica

Nella zona rimane segno di radici etrusche: sul monte Murlo (818 m), poco a nord di Preggio, si trovano resti di mura etrusche databili al IV secolo a.C. La località viene indicata con il nome di Bellona o Bellonia, e costituiva un importante snodo stradale, giacché si trovava lungo la via più breve che congiungeva Perugia a Cortona, e sulla strada che unisce l'Alta Valle del Tevere al Lago Trasimeno. Il 25 giugno 217 a.C., le truppe cartaginesi e romane si scontrarono risalendo dalla valle del torrente Niccone, verso Bellona; i romani, reduci scampati dalla battaglia del Trasimeno, ebbero la peggio. Questi avvenimenti sono ricordati da un gran numero di toponimi locali: Pugnano, Monte Corvino, Peggio (ora Preggio), Pian di Marte. Nel 917, la Rocca di Preggio viene citata in un documento dell'imperatore Berengario I, che la confermava come signoria del marchese Uguccione II di Borbone.

EconomiaModifica

Si basa sullo sfruttamento sostenibile del legname boschivo, sull'allevamento e sull'agriturismo. Importante un festival di musica sacra e da camera che si tiene ogni anno e che richiama un gran numero di visitatori e la Sagra della Castagna ad ottobre, con vendita di cibi e altri prodotti tipici in rustiche botteghe ricavate nelle antiche cantine.

Monumenti e luoghi d'arteModifica

 
Resti della rocca
 
Chiesa della Ss. Trinità in San Francesco
  • Chiesa della Ss. Trinità in San Francesco (1223), ove si conserva in un reliquiario d'argento dorato una Sacra Spina (viene esposta il martedì di Pasqua);
  • Chiesa della Madonna delle Grazie (1400), con un altare rinascimentale ed un affresco attribuibile al Pinturicchio;
  • Castello di Romeggio (medioevale), trae il nome dai Romei, i pellegrini in cammino verso i luoghi santi;
  • Castello di Polgeto (1399), appartenuto al fuoriuscito perugino Biagio di Buto;
  • Bellona di Monte Murlo (IV secolo a.C.), resti di un'antica cinta muraria che delimitava un oppidum fortificato preromano;
  • Pineta di Col di Campana, dalla quale è possibile scorgere il Lago Trasimeno.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica