Apri il menu principale

Premi BAFTA 2001

edizione del premio cinematografico e televisivo

Vincitori e candidatiModifica

Il film di Ridley Scott Il gladiatore era il grande favorito della serata, con tredici candidature, che si concretizzarono in quattro premi, tra cui miglior film. La commedia inglese Billy Elliot ricevette in tutto tre premi, tra cui miglior attore (Jamie Bell, che a quindici anni divenne il più giovane vincitore della storia dei premi BAFTA), miglior attrice non protagonista (Julie Walters) e miglior film britannico, oltre ad altre sette nomination.

Tra le altre candidature spiccavano il film taiwanese La tigre e il dragone di Ang Lee, candidato come miglior film dell'anno e vincitore del premio al miglior regista, e l'italiano Malèna di Giuseppe Tornatore.

L'attore Oliver Reed ricevette una candidatura postuma per la sua interpretazione del mercante di schiavi Proximo in Il gladiatore.

Miglior filmModifica

Miglior film britannicoModifica

Miglior film non in lingua ingleseModifica

Miglior registaModifica

Miglior attore protagonistaModifica

Miglior attrice protagonistaModifica

Miglior attore non protagonistaModifica

Miglior attrice non protagonistaModifica

Miglior sceneggiatura originaleModifica

Miglior sceneggiatura non originaleModifica

Miglior fotografiaModifica

Migliori scenografieModifica

Migliori musicheModifica

Miglior montaggioModifica

Migliori costumiModifica

Miglior trucco e acconciatureModifica

Miglior sonoroModifica

  • Quasi famosi (Almost Famous) – Jeff Wexler, Doug Hemphill, Rick Kline, Paul Massey, Michael D. Wilhoit
  • Billy Elliot – Mark Holding, Mike Prestwood Smith, Zane Hayward
  • Il gladiatore (Gladiator) – Ken Weston, Scott Millan, Bob Beemer, Per Hallberg
  • La tempesta perfetta (The Perfect Storm) – Keith A. Wester, John T. Reitz, Gregg Rudloff, David E. Campbell, Wylie Stateman, Kelly Cabral
  • La tigre e il dragone (Wo hu cang long) – Drew Kunin, Reilly Steele, Eugene Gearty, Robert Fernandez

Migliori effetti specialiModifica

Miglior cortometraggioModifica

  • Shadowscan, regia di Tinge Krishnan
  • Going Down, regia di Tom Shankland
  • Je t'aime John Wayne, regia di Toby MacDonald
  • The Last Post, regia di Dominic Santana
  • Sweet, regia di Elyse Couvillion

Miglior cortometraggio d'animazioneModifica

  • Father and Daughter, regia di Michael Dudok de Wit
  • Cloud Cover, regia di Lisbeth Svärling
  • Lounge Act, regia di Gareth Love
  • Six of One, regia di Tim Webb

Miglior esordio britannico da regista, sceneggiatore o produttoreModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema