Apri il menu principale

Premi BAFTA 2003

edizione del premio cinematografico e televisivo

1leftarrow blue.svgVoce principale: British Academy Film Awards.

La 56a edizione dei British Academy Film Awards ha avuto luogo il 23 febbraio 2003.

Indice

Vincitori e candidatiModifica

I vincitori sono indicati in grassetto.

Miglior filmModifica

Miglior film britannicoModifica

Miglior film non in lingua ingleseModifica

Miglior registaModifica

Miglior attore protagonistaModifica

Miglior attrice protagonistaModifica

Miglior attore non protagonistaModifica

Miglior attrice non protagonistaModifica

Miglior sceneggiatura originaleModifica

Miglior sceneggiatura non originaleModifica

Miglior fotografiaModifica

Migliori scenografieModifica

Migliori musicheModifica

Miglior montaggioModifica

Migliori costumiModifica

Miglior trucco e acconciatureModifica

Miglior sonoroModifica

  • Chicago – Michael Minkler, Dominick Tavella, David Lee e Maurice Schel
  • Gangs of New York – Tom Fleischman, Ivan Sharrock, Eugene Gearty e Philip Stockton
  • Harry Potter e la camera dei segreti (Harry Potter and the Chamber of Secrets) – Randy Thom, Dennis Leonard, John Midgley, Ray Merrin, Graham Daniel e Rick Kline
  • Il Signore degli Anelli - Le due torri (The Lord of the Rings: The Two Towers) – Ethan Van der Ryn, David Farmer, Mike Hopkins, Hammond Peek, Christopher Boyes, Michael Semanick e Michael Hedges
  • Il pianista (The Pianist) – Jean-Marie Blondel, Dean Humphreys e Gérard Hardy

Migliori effetti specialiModifica

Miglior cortometraggioModifica

  • My Wrongs 8245-8249 and 117, regia di Chris Morris
  • Bouncer, regia di Michael Baig-Clifford
  • Candy Bar Kid, regia di Shan Khan
  • Good Night, regia di Sun-Young Chun
  • The Most Beautiful Man in the World, regia di Alicia Duffy
  • Rank, regia di David Yates

Miglior cortometraggio d'animazioneModifica

  • Fish Never Sleep, regia di Gaëlle Denis
  • The Chubbchubbs!, regia di Eric Armstrong
  • The Dog Who Was a Cat Inside, regia di Siri Melchior
  • Sap, regia di Hyun-Joo Kim
  • Wedding Espresso, regia di Sandra Ensby

Miglior esordio britannico da regista, sceneggiatore o produttoreModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema