Premio Pritzker

premio di architettura

Il Pritzker Architecture Prize viene assegnato ogni anno per onorare annualmente un architetto vivente le cui opere realizzate dimostrano una combinazione di talento, visione e impegno, e che ha prodotto contributi consistenti e significativi all'umanità e all'ambiente costruito attraverso l'arte dell'architettura. [1]

Nato nel 1979 per volontà di Jay Pritzker e di sua moglie Cindy, il premio è sostenuto dalla famiglia Pritzker, sponsorizzato dalla Hyatt Foundation ed è considerato uno dei principali premi per l'architettura nel mondo;[2] è spesso citato come il Premio Nobel per l'architettura.[3][4][5] I vincitori ricevono 100.000 US$, un attestato e, dal 1987, una medaglia di bronzo.[6] I disegni sulla medaglia sono ispirati al lavoro dell'architetto Louis Sullivan, mentre l'iscrizione inglese, firmness, commodity, delight, sul verso della medaglia richiama i tre principi dell'architettura secondo l'architetto dell'antica Roma Vitruvio: firmitas, utilitas, venustas.[7] Prima del 1987, una scultura ad edizione limitata dello scultore Henry Moore accompagnava il premio in denaro.[6]

Elenco dei premiatiModifica

Il primo architetto insignito del Pritzker Prize è stato Philip Johnson.[8] L'anglo-irachena Zaha Hadid è stata la prima donna ad aggiudicarsi il premio.[9] Ryūe Nishizawa nel 2010, all'età di 44 anni, è stato il più giovane tra i vincitori.[10]

Anno Vincitore Nazionalità Foto Luogo della cerimonia Nota
1979 Johnson, Philip Philip Johnson   Stati Uniti   Dumbarton Oaks, Washington [11]
1980 Barragán, Luis Luis Barragán   Messico   Dumbarton Oaks, Washington [5]
1981 Stirling, Sir James Sir James Stirling   Gran Bretagna   National Building Museum, Washington [12]
1982 Roche, Kevin Kevin Roche   Stati Uniti   Art Institute of Chicago, Chicago [3]
1983 Pei, Ieoh Ming Ieoh Ming Pei   Stati Uniti   Metropolitan Museum of Art, New York [13]
1984 Meier, Richard Richard Meier   Stati Uniti   National Gallery of Art, Washington [3]
1985 Hollein, Hans Hans Hollein   Austria   Huntington Library, San Marino [3]
1986 Böhm, Gottfried Gottfried Böhm   Germania Ovest   Worshipful Company of Goldsmiths, Londra [3]
1987 Tange, Kenzō Kenzō Tange   Giappone   Kimbell Art Museum, Fort Worth [14]
1988 Bunshaft, Gordon Gordon Bunshaft   Stati Uniti Art Institute of Chicago, Chicago [3]
1988 Niemeyer, Oscar Oscar Niemeyer   Brasile   Art Institute of Chicago, Chicago [3]
1989 Gehry, Frank Frank Gehry   Canada
  Stati Uniti
  Tōdai-ji, Nara [13]
1990 Rossi, Aldo Aldo Rossi   Italia   Palazzo Grassi, Venezia [15]
1991 Venturi, Robert Robert Venturi   Stati Uniti   Palazzo di Iturbide, Città del Messico [16]
1992 Vieira, Álvaro Siza Álvaro Siza Vieira   Portogallo   Harold Washington Library, Chicago [17]
1993 Maki, Fumihiko Fumihiko Maki   Giappone   Castello di Praga, Praga [14]
1994 de Portzamparc, Christian Christian de Portzamparc   Francia The Commons, Columbus [18]
1995 Ando, Tadao Tadao Ando   Giappone   Reggia di Versailles, Versailles [19]
1996 Moneo, Rafael Rafael Moneo   Spagna   Getty Center, Los Angeles [13]
1997 Fehn, Sverre Sverre Fehn   Norvegia Gugghenheim Museum, Bilbao [20]
1998 Piano, Renzo Renzo Piano   Italia   Centro Georges Pompidou, Parigi [21]
1999 Foster, Norman Norman Foster   Gran Bretagna   Altes Museum, Berlino [13]
2000 Koolhaas, Rem Rem Koolhaas   Paesi Bassi   Jerusalem Archaeological Park, Gerusalemme [22]
2001 Herzog & de Meuron   Svizzera Monticello, Charlottesville [23]
2002 Murcutt, Glenn Glenn Murcutt   Australia   Campidoglio, Roma [24]
2003 Utzon, Jørn Jørn Utzon   Danimarca Accademia Reale di Belle Arti di San Fernando, Madrid [25]
2004 Hadid, Zaha Zaha Hadid   Iraq
  Gran Bretagna
  Museo dell'Hermitage, San Pietroburgo [13]
2005 Mayne, Thom Thom Mayne   Stati Uniti Pritzker Pavilion, Chicago [26]
2006 da Rocha, Paulo Mendes Paulo Mendes da Rocha   Brasile   Palazzo Dolmabahçe, Istanbul [27]
2007 Rogers, Richard Richard Rogers   Gran Bretagna
  Italia
  Banqueting House, Londra [28]
2008 Nouvel, Jean Jean Nouvel   Francia   Library of Congress, Washington [13][29]
2009 Zumthor, Peter Peter Zumthor   Svizzera   Palacio de la Legislatura de la Ciudad de Buenos Aires, Buenos Aires [13][30]
2010 Kazuyo Sejima e Ryūe Nishizawa (SANAA)   Giappone   Ellis Island, New York [13]
2011 Eduardo Souto de Moura   Portogallo   Andrew W. Mellon Auditorium, Washington [31]
2012 Wang Shu   Cina   Great Hall of the People, Pechino [32]
2013 Toyo Ito   Giappone   John F. Kennedy Presidential Library and Museum, Boston [33]
2014 Shigeru Ban   Giappone   Rijksmuseum, Amsterdam [34]
2015 Frei Paul Otto   Germania New World Center, Miami[35]
2016 Alejandro Aravena   Cile   Ufficio delle Nazioni Unite, New York
2017 Rafael Aranda e Carme Pigem (RCR Arquitectes)   Spagna Akasaka Palace, Tokyo
2018 Balkrishna Doshi   India   Aga Khan Museum, Toronto
2019 Arata Isozaki   Giappone   Reggia di Versailles, Versailles [36]
2020 Yvonne Farrell e Shelley McNamara   Irlanda Online
2021 Anne Lacaton e Jean-Philippe Vassal   Francia

NoteModifica

  1. ^ The Purpose of the Pritzker Architecture Prize, su Pritzker Architecture Prize official site, The Hyatt Foundation. URL consultato il 24 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2009).
  2. ^ Lawrence Pollard, Swiss architect wins top honour, su news.bbc.co.uk, BBC News, 13 aprile 2009. URL consultato il 19 maggio 2012.
  3. ^ a b c d e f g Paul Goldberger, Architecture View; What Pritzker Winners Tell Us About the Prize, su The New York Times, 28 maggio 1988. URL consultato il 26 giugno 2009.
  4. ^ Pauline McLean, Riverside Museum architect visits 'sophisticated shed', su bbc.co.uk, BBC News, 9 giugno 2011. URL consultato il 19 maggio 2012.
  5. ^ a b Katherine Endicott, The Mexican garden revisited, su San Francisco Chronicle, 14 ottobre 2006. URL consultato il 26 giugno 2009.
  6. ^ a b History, su Pritzker Architecture Prize official site, The Hyatt Foundation. URL consultato il 27 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2010).
  7. ^ Ceremony and Medal, su Pritzker Architecture Prize official site, The Hyatt Foundation. URL consultato il 29 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2009).
  8. ^ Philip Johnson – 1979 Laureate – Jury Citation, su Pritzker Architecture Prize official site, The Hyatt Foundation. URL consultato il 30 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2009).
  9. ^ Hadid designs landmark building, su news.bbc.co.uk, BBC News, 15 gennaio 2005. URL consultato il 29 giugno 2009.
  10. ^ Pritzker Architecture Prize 1984 Announcement, su pritzkerprize.com, The Hyatt Foundation. URL consultato il 30 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 1º giugno 2012).
  11. ^ People – In the News, in Milwaukee Sentinel, Associated Press, 23 maggio 1979, p. 2. URL consultato il 26 giugno 2009.
  12. ^ Nigel Reynolds, Top prize for architect who is ignored by fellow British, su Daily Telegraph, 23 marzo 2004. URL consultato il 26 giugno 2009.
  13. ^ a b c d e f g h Ed Pilkington, Swiss architect untouched by fad or fashion wins prized Pritzker award, su The Guardian, 14 aprile 2009. URL consultato il 26 giugno 2009.
  14. ^ a b Herbert Muschamp, Pritzker Prize for Japanese Architect, su The New York Times, 26 aprile 1993. URL consultato il 26 giugno 2009.
  15. ^ Julie Iovine, Aldo Rossi, Architect of Monumental Simplicity, Dies at 66, su The New York Times, 5 settembre 1997. URL consultato il 26 giugno 2009.
  16. ^ Eleanor Blau, Robert Venturi Is to Receive Pritzker Architecture Prize, su The New York Times, 8 aprile 1991. URL consultato il 26 giugno 2009.
  17. ^ (PT) Ana Maria Ribeiro, Siza Vieira fala para casa cheia, su Correio da Manhã, 24 febbraio 2009. URL consultato il 26 giugno 2009.
  18. ^ Herbert Muschamp, Priztker prize goes to French architect for the first time, su The New York Times, 2 maggio 1994. URL consultato il 26 giugno 2009.
  19. ^ Pilar Viladas, Fashion's New Religion, su The New York Times, 19 agosto 2001. URL consultato il 27 giugno 2009.
  20. ^ (ES) Fernando Samaniego, El noruego Sverre Fehn recibe el Pritzker de Arquitectura en el museo Guggenheim Bilbao, su El País, 1º giugno 1997. URL consultato il 26 giugno 2009.
  21. ^ Herbert Muschamp, Renzo Piano Wins Architecture's Top Prize, su The New York Times, 20 aprile 1998. URL consultato il 26 giugno 2009.
  22. ^ Koolhaas receives 'Nobel of architecture' in Jerusalem, su edition.cnn.com, CNN, 29 maggio 2000. URL consultato il 26 giugno 2009.
  23. ^ Herzog & de Meuron Propose Castle in The Sky for Hamburg, su Das Spiegel, 14 giugno 2005. URL consultato il 26 giugno 2009.
  24. ^ Top honour for Australian architect, su news.bbc.co.uk, BBC News, 16 aprile 2002. URL consultato il 26 giugno 2009.
  25. ^ Prize for Opera House designer, su news.bbc.co.uk, BBC News, 7 aprile 2003. URL consultato il 26 giugno 2009.
  26. ^ Paris skyscraper to rival tower, su news.bbc.co.uk, BBC News, 28 novembre 2006. URL consultato il 26 giugno 2009.
  27. ^ Benjamin Forgey, Brazilian wins Pritzker Prize, su Washington Post, 9 aprile 2006. URL consultato il 26 giugno 2009.
  28. ^ Jonathan Glancey, Rogers takes the 'Nobel for architecture', su The Guardian, 29 marzo 2007. URL consultato il 26 giugno 2009.
  29. ^ Nouvel wins top architect's prize, su news.bbc.co.uk, BBC News, 31 marzo 2008. URL consultato il 19 maggio 2012.
  30. ^ Robin Pogrebin, Pritzker Prize Goes to Peter Zumthor, su The New York Times, 12 aprile 2009. URL consultato il 19 maggio 2012.
  31. ^ Kate Taylor, Souto de Moura Wins 2011 Pritzker Architecture Prize, su The New York Times, 28 marzo 2011. URL consultato il 28 marzo 2011.
  32. ^ David Basulto, 2012 Pritzker Prize: Wang Shu, su Arch Daily, febbraio 2012. URL consultato il 27 febbraio 2012.
  33. ^ Christopher Hawthorne, Japanese architect Toyo Ito, 71, wins Pritzker Prize, su Los Angeles Times, 17 marzo 2013. URL consultato il 17 marzo 2013.
  34. ^ Christopher Hawthorne, Architect Shigeru Ban, known for disaster relief, wins Pritzker Prize, su Los Angeles Times, 24 marzo 2014. URL consultato il 24 marzo 2014.
  35. ^ Robin Pogrebin, Frei Otto, German Architect, Wins Pritzker Prize Just Before Death, su nytimes.com, New York Times, 10 marzo 2015. URL consultato il 10 marzo 2015.
  36. ^ The Pritzker Architecture Prize, su pritzkerprize.com, 2 agosto 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4586577-2
  Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura