Apri il menu principale
Il Presidente Giorgio Napolitano consegna al giornalista Federico Rampini il Premio Saint-Vincent per il giornalismo 2006 (28 settembre 2006)

Il Premio Saint-Vincent per il giornalismo, conosciuto anche semplicemente come Premio Saint-Vincent, è un premio giornalistico, attribuito annualmente a partire dal 1948 da una giuria di esperti a diverse categorie di professionisti della carta stampata, del mondo dell'informazione e della divulgazione, che si tiene a Saint-Vincent, in Valle d'Aosta[1].

Indice

StoriaModifica

Il premio nacque, attraverso l'organizzazione dell'amministrazione della regione a statuto speciale della Valle d'Aosta, nel 1948. Primo in Italia, ottenne nel 1950 il patrocinio della Federazione Nazionale Stampa Italiana. Dal 1960 la manifestazione si svolge sotto l'alto patronato della Presidenza della Repubblica, e la consegna dei premi è effettuata direttamente dal Presidente in carica[2]. Dal 1984 al 1996 non si è disputato.

Dall'edizione del 1997 i premi sono stati suddivisi in sette categorie, con l'aggiunta di un premio speciale dato dalla giuria ed uno dalla regione autonoma della Valle d'Aosta.

VincitoriModifica

Prima edizione 1948Modifica

Seconda edizione 1949Modifica

Terza edizione 1950Modifica

Quarta edizione 1951Modifica

Quinta edizione 1952Modifica

Sesta edizione 1953Modifica

Settima edizione 1955Modifica

Ottava edizione 1956Modifica

Nona edizione 1957Modifica

Decima edizione 1959Modifica

Undicesima edizione 1960Modifica

Dodicesima edizione 1961Modifica

Tredicesima edizione 1962Modifica

Quattordicesima edizione 1964Modifica

Quindicesima edizione 1965Modifica

Sedicesima edizione 1966Modifica

Diciassettima edizione 1967Modifica

Diciottesima edizione 1969Modifica

Diciannovesima edizione 1970Modifica

Ventesima edizione 1971Modifica

Ventunesima edizione 1972Modifica

  • Adalberto Bortolotti: Stadio
  • Aniello Coppola: L'Ora
  • Antonio Leone: Rai
  • Ariberto Segala: Epoca
  • Arrigo Benedetti: per una vita dedicata al giornalismo
  • Dino Tedesco: Gazzetta del Popolo
  • Gabriella Poli: La Stampa
  • Gaspare Barbiellini Amidei: Corriere della Sera
  • Giorgio Giannone: La Stampa/Stampa Sera
  • Italo Moretti: Rai
  • Mario Roberto Cimnaghi: Il Popolo
  • Oriana Fallaci: L'Europeo
  • Renato Chabod:
  • Sergio Zavoli: Rai Tv
  • Vittorio Monti: Ansa

Ventiduesima edizione 1973Modifica

Ventitreesima edizione 1974Modifica

Ventiquattresima edizione 1975Modifica

Venticinquesima edizione 1976Modifica

Ventiseiesima edizione 1977Modifica

Ventisettesima edizione 1978Modifica

Ventottesima edizione 1979Modifica

Ventinovesima edizione 1980Modifica

Trentesima edizione 1981Modifica

Trentunesima edizione 1983Modifica

Trentaduesima edizione 1997Modifica

Trentatreesima edizione 1998Modifica

[3]

Trentaquattresima edizione 1999Modifica

Trentacinquesima edizione 2000Modifica

Trentaseiesima edizione 2001Modifica

Trentasettesima edizione 2002[4]Modifica

Trentottesima edizione 2003Modifica

Trentanovesima edizione 2004Modifica

Quarantesima edizione 2005Modifica

Quarantunesima edizione 2006Modifica

  • Grolla d'Oro alla Comunicazione[5]
  • Premio Indro Montanelli "Testimone del XXI secolo"
  • Sezione I: Giornalista dell'anno:
    • Federico Rampini
  • Sezione II: Migliori inchieste o servizi speciali
    • Giovanni Bianconi: Corriere della Sera
    • Guido Ruotolo: La Stampa
  • Sezione III: Migliori servizi
    • Paola Baruffi: Sky Controcorrente
    • Riccardo Iacona: Rai3 Report
  • Sezione IV: Al giornalista autore del miglior servizio di emittenti televisive regionali o interregionali
    • Giovanna Bruno, Guglielmina Logroscino: Telenorba
  • Sezione V: Al giornalista autore dei migliori servizi o curatore della migliore rubrica di emittenti radiofoniche nazionali, regionali o interregionali
    • Giovanni D'Anna - Rai Radio Uno - Pianeta dimenticato
  • Sezione VI: Al giornalista autore della migliore inchiesta o miglior reportage fotografico o servizio speciale o titolare di rubrica specializzata pubblicati su periodici italiani
    • Luciano Scalettari - Famiglia Cristiana - Somalia anno zero
  • Sezione VII: Al giornalista autore del migliore servizio inchiesta apparsi su testata giornalistica on line(Internet) e non altrimenti editi
    • Alessandro Faruggia - qn.quotidiano.net - Ancora 48 ore prima di arrivare alla base. Affrontiamo l'incognita del ghiaccio
  • Sezione VIII: Al giornalista autore della migliore inchiesta o miglior reportage fotografico o servizio speciale o titolare di rubrica specializzata pubblicati su periodici locali
    • Silvano Esposito - Il Biellese - Storie precarie
  • Targa d'Argento Saint-Vincent: Al giornalista autore del miglior servizio o inchiesta iscritto all'Associazione Stampa Valdostana
    • Andrea Chatrian La Stampa - Il mistero del morto senza nome
  • Pennino d'Oro: assegnato dall'Ordine dei Giornalisti della Valle d'Aosta al giornalista che si è dedicato alla promozione della professione
    • Vittorio Roidi
  • Premi Regione Autonoma Valle d'Aosta: Al giornalista autore della migliore inchiesta o miglior reportage fotografico o titolare di rubrica specializzata pubblicati su quotidiani, periodici o trasmessi dalla radio o dalla televisione pubblica o privata di lingua francese
    • Gérard Grizbec - corrispondente di France2 a Roma
    • Paolo Massobrio - titolare di rubriche settimanali su vari quotidiani nazionali
  • Premi speciali della giuria
    • Luis Sancion (Santo Domingo)
    • Paolo Alberto Valenti (Francia)
  • Premio speciale della giuria alla memoria

Quarantaduesima edizione 2007Modifica

Quarantatreesima edizione 2008Modifica

  • Giulio Andreotti
  • Pietro Ingrao
  • Tony Capuozzo
  • Emilio Carelli
  • Paolo Rumiz
  • Claudio Pagliara
  • Rosaria Capacchione
  • Fiorenza Sarzanini
  • Olivo De Leon
  • Maurice Le Moine, Le Monde Diplomatique

Premio per la Comunicazione

(Regione Autonoma Valle d'Aosta):

Edizione 2009Modifica

Non disputata

Quarantaquattresima edizione 2010Modifica

  • Enrico Mentana, per la sezione “televisione”,[6]
  • Antonio Padellaro, per la sezione “carta stampata”[7]
  • Bruno Vespa, giornalista che ha contribuito al prestigio della categoria.
  • Mario Lenzi, premio alla carriera per l'innovazione, la dignità e la valorizzazione del giornalismo regionale e locale
  • Mario Guastoni, esponente autentico del giornalismo francofono a forte vocazione italiana ed europea.

Quarantacinquesima edizione 2011Modifica

NoteModifica

  1. ^ Premio Saint-Vincent di Giornalismo - Regione Autonoma Valle d'Aosta, su www.regione.vda.it. URL consultato il 26 novembre 2018.
  2. ^ Storia del premio Archiviato il 5 gennaio 2009 in Internet Archive.
  3. ^ Premio Saint-Vincent per il giornalismo - Anno 1998 Archiviato l'8 agosto 2007 in Internet Archive.
  4. ^ FNSI - Federazione Nazionale Stampa Italiana, FNSI - Premio Saint Vincent di Giornalismo: i vincitori e gli interventi dei presidenti della Fnsi e dell'Ordine dei giornalisti, in FNSI - Premio Saint Vincent di Giornalismo: i vincitori e gli interventi dei presidenti della Fnsi e dell'Ordine dei giornalisti. URL consultato il 26 novembre 2018.
  5. ^ Il Premio Saint Vincent di giornalismo | Millecanali, in Millecanali, 26 giugno 2006. URL consultato il 26 novembre 2018.
  6. ^ I vincitori del Premio Saint Vincent 2010 « Giornalisti Calabria, su www.giornalisticalabria.it. URL consultato il 26 novembre 2018.
  7. ^ Al direttore de 'Il Fatto Quotidiano' il premio giornalistico Saint-Vincent - Il Fatto Quotidiano, in Il Fatto Quotidiano, 29 dicembre 2010. URL consultato il 26 novembre 2018.
  8. ^ Casino de la Vallèe, riflettori puntati sul Premio Saint Vincent di giornalismo, in Valledaostaglocal.it, 24 settembre 2012. URL consultato il 26 novembre 2018.
  9. ^ 45° edizione del Premio Saint Vincent di Giornalismo a Saint Vincent (Aosta), su www.mondodelgusto.it. URL consultato il 26 novembre 2018.
  10. ^ I vincitori del Premio Saint-Vincent di giornalismo, in Valledaostaglocal.it, 27 settembre 2012. URL consultato il 26 novembre 2018.
  11. ^ http://www.regione.vda.it/Eventi_istituzionali/manifestazioni/premiosvgiornalismo/anno2012_i.aspx

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica