Premio Whang Youn Dai

premio per atleti paralimpici

Il Premio Whang Youn Dai prende il nome dal dottor Whang Youn Dai, sudcoreano, che contrasse la poliomielite all'età di tre anni. Egli ha dedicato la sua vita allo sviluppo dello sport paralimpico in Corea e nel mondo. Ai Giochi paralimpici estivi del 1988 a Seul, il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC) ha riconosciuto il suo contributo permanente al Movimento paralimpico e ha istituito il Premio Whang Youn Dai (precedentemente Whang Youn Dai Overcome Prize). Da allora, questo premio è stato assegnato, ad ogni edizione dei Giochi paralimpici, a un atleta maschio e a una donna che "esemplificano al meglio lo spirito dei Giochi e ispirano ed entusiasmano il mondo".[1]

Whang Youn Dai

Secondo l'IPC, "il premio è per qualcuno che è giusto, onesto e intransigente nei suoi valori e dà la priorità alla promozione del Movimento paralimpico rispetto al riconoscimento personale". Vengono selezionati sei finalisti, tre donne e tre uomini, tra i partecipanti ai Giochi paralimpici. Due vincitori vengono quindi selezionati come destinatari del premio e ricevono una medaglia d'oro nel corso della cerimonia di chiusura dei Giochi. Il corridore sprint sudafricano Oscar Pistorius fu proposto per il premio nel 2012, ma non gli fu assegnato.[2] A causa di una decisione dell'IPC, non sarà più assegnato durante la cerimonia ufficiale per le Paralimpiadi di Tokyo 2020. Sarà invece sostituito dal Premio I'mPOSSIBLE, istituito dalla Fondazione Agitos e dal Comitato Paralimpico Internazionale e sostenuto dal Centro di supporto paralimpico della Nippon Foundation.

VincitoriModifica

Anno Città Edizione Vincitore NPC Note
1988 Seul Giochi estivi Anne Trotman   [3]
Pier Morten  
1992 Barcellona Giochi estivi Jacile Wolfgang   [4]
Gabriel Angel  
1996 Atlanta Giochi estivi Beatriz Mendoza Rivero   [5]
David Lega  
1998 Nagano Giochi ivernali Kim Mi-Jeong   [6]
Marcin Kos  
2000 Sydney Giochi estivi Martina Willing   [7]
Oumar B. Kone  
2002 Salt Lake City Giochi invernali Lauren Woolstencroft   [8]
Axel Hecker  
2004 Atene Giochi estivi Zanele Situ   [9]
Rainer Schmidt  
2006 Torino Giochi invernali Olena Iurkovska   [10]
Lonnie Hannah  
2008 Pechino Giochi estivi Natalie Du Toit   [11]
Said Gomez  
2010 Vancouver Giochi invernali Colette Bourgonje   [12]
Endo Takayuki  
2012 Londra Giochi estivi Mary Nakhumicha Zakayo   [1]
Michael McKillop  
2014 Soči Giochi invernali Bibian Mentel-Spee   [13]
Toby Kane  
2016 Rio de Janeiro Giochi estivi Tatyana McFadden   [14]
Ibrahim Al Hussein Indipendente
2018 Pyeongchang Giochi invernali Sini Pyy   [15]
Adam Hall  

NoteModifica

  1. ^ a b Duncan Mackay, Pistorius overlooked for London 2012 fair play award as Ireland's McKillop chosen, su insidethegames.biz, Inside the Games, 9 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2012).
  2. ^ Whang Youn Dai Achievement Award finalists named, su sail-world.com. URL consultato l'8 settembre 2012.
  3. ^ Whang Youn Dai Achievement Award - Summer 1988 Seoul, su whangprize.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 16 settembre 2012.
  4. ^ Whang Youn Dai Achievement Award - Summer 1992 Barcelona, su whangprize.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 19 marzo 2014.
  5. ^ Whang Youn Dai Achievement Award - Summer 1996 Atlanta, su whangprize.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 19 marzo 2014.
  6. ^ Whang Youn Dai Achievement Award - Winter 1998 Nagano, su whangprize.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 19 marzo 2014.
  7. ^ Whang Youn Dai Achievement Award - Summer 2000 Sydney, su whangprize.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 19 marzo 2014.
  8. ^ Whang Youn Dai Achievement Award - Winter 2002 Barcelona, su whangprize.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 19 marzo 2014.
  9. ^ Whang Youn Dai Achievement Award - Summer 2004 Athens, su whangprize.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 19 marzo 2014.
  10. ^ Whang Youn Dai Achievement Award - Winter 2006 Torino, su whangprize.org, International Paralympic Committee. URL consultato il 19 marzo 2014.
  11. ^ Winners of Whang Youn Dai Award 2008, su paralympic.org, International Paralympic Committee, 16 settembre 2008. URL consultato il 16 settembre 2012.
  12. ^ Bourgonje and Takayuki to Receive Whang Youn Dai Achievement Award, su paralympic.org, International Paralympic Committee, 19 marzo 2010. URL consultato il 16 settembre 2012.
  13. ^ Stathi Paxinos, Sochi Winter Paralympics: Toby Kane becomes first Australian to win Games' top award, in Sydney Morning Herald, 15 marzo 2014. URL consultato il 15 marzo 2014.
  14. ^ Winners revealed for Whang Youn Dai Achievement Award, su paralympic.org. URL consultato il 25 ottobre 2016.
  15. ^ Whang Youn Dai Award winners announced, su paralympic.org. URL consultato il 17 marzo 2018.

 

Collegamenti esterniModifica

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport