Apri il menu principale

Il Premio letterario Giovanni Comisso Regione del Veneto – Città di Treviso è un premio letterario italiano che viene assegnato a Treviso annualmente a un'opera di narrativa italiana e a un'opera biografica (anche di autori stranieri purché tradotti ed editi in Italia) pubblicata nell'anno in corso. Il premio è indetto per iniziativa dell'Associazione Amici di Comisso,di cui è presidente onoraria Neva Agnoletti e presidente Ennio Bianco[1]. Nel 2019 il premio festeggia la XXXVIII edizione.

Indice

OriginiModifica

Il premio letterario Giovanni Comisso nasce a Treviso nel 1979 per opera di un gruppo di amici dello scrittore con una prima edizione dedicata alla narrativa, cui si aggiunse fin dalla terza edizione nel 1981 una sezione dedicata alla biografia. Obiettivo del premio è promuovere la conoscenza dell'opera di Giovanni Comisso: a tal fine, a partire dalle prime edizioni, sono stati coinvolti gli studenti delle scuole medie superiori, distribuendo più di 40.000 libri delle opere di Comisso nelle scuole d'Italia e coinvolgendo anche gli studenti di lingua italiana in università straniere. Nel corso del 2017 è stato istituito un progetto dedicato alle scuole, intitolato "Scrivere è un gioco da ragazzi", che ha coinvolto i Licei di Treviso, Conegliano e Castelfranco Veneto ma che ha come obbiettivo la collaborazione con tutte le scuole medie superiori della Provincia di Treviso.

Per 16 anni è stato presieduto da Bruno Visentini ed ha avuto come madrina Giulietta Masina. Successivamente è stato presieduto da Cino Boccazzi, da Neva Agnoletti e dal 2016 da Ennio Bianco. Il Premio è sostenuto dalla Regione del Veneto, dal Comune di Treviso, dalla Camera di Commercio di Treviso e, fin dalla prima edizione, da Unindustria Treviso oltre che da un nutrito gruppo di Aziende Amiche del Premio Comisso.

Il sito istituzionale del Premio Comisso, oltre a raccogliere le notizie storiche e il regolamento aggiornato, offre, alla sezione "Rileggere Comisso", molti scritti del grande autore trevigiano apparsi in quotidiani, riviste settimanali e mensili. La sezione "Piazza Comisso" si apre invece alla scena culturale attuale con contributi di scrittori, autori teatrali, poeti, musicisti, critici letterari e d'arte, artisti e designer.

RegolamentoModifica

Il Premio Letterario Giovanni Comisso comprende due Sezioni:

  1. Narrativa italiana
  2. Biografia, anche di autori stranieri, purché tradotti ed editi in Italia

La Giuria Tecnica è composta da un numero di membri variabile da 6 a 14 che rimangono in carica 3 anni (salvo riconferma). I Componenti la Giuria Tecnica che non partecipino a due riunioni di Selezione consecutive decadono dall'incarico.

È compito della Giuria Tecnica esaminare le opere pervenute e designare le terne finaliste. Il Presidente della Giuria Tecnica resta in carica 3 anni ed ha la responsabilità di decidere, nei casi dubbi, quali tra i libri concorrenti possano far parte della categoria "Narrativa" e quali della categoria "Biografia".

La Giuria Tecnica può, a sua discrezione, modificare il numero dei selezionati o non scegliere le terne o addirittura non assegnare il Premio per l'anno in corso, qualora le opere esaminate non rispondessero per qualità o per altri motivi ai requisiti da essa richiesti.

La Giuria Tecnica può, altresì, riservare un particolare riconoscimento ad un autore o critico di chiara fama per tutta la sua opera.

NoteModifica

  1. ^ Regione Veneto - Premio Comisso, su www.regione.veneto.it. URL consultato il 15 luglio 2019.

Collegamenti esterniModifica