Apri il menu principale

Presidente della Banca centrale europea

Il presidente della Banca centrale europea è la carica di riferimento della Banca centrale europea, l'istituzione responsabile della politica monetaria dell'Unione europea.

Il presidente dirige il comitato esecutivo, il consiglio direttivo ed il consiglio generale, rappresenta la Banca all'estero, per esempio in riunioni internazionali ufficiali come quelle del G20.

Il Presidente, inoltre, garantisce l'indipendenza dell'organo europeo affinché esso persegua l'interesse comunitario, mettendo quindi in secondo piano le singole richieste nazionali. [1]

La carica del presidente della BCE ha una durata di 8 anni non rinnovabile, è nominato assieme ai vicepresidenti dal Consiglio europeo che delibera a maggioranza qualificata.[2]

PresidentiModifica

Presidente Nazionalità Precedente incarico Inizio incarico Fine incarico
1   Wim Duisenberg

(1935-2005)

  Paesi Bassi Ministro delle finanze olandese
Presidente della Banca centrale dei Paesi Bassi
Presidente dell'Istituto monetario europeo
1º giugno 1998 31 ottobre 2003
2   Jean-Claude Trichet

(1942)

  Francia Membro del G30
Governatore della Banque de France
1º novembre 2003 31 ottobre 2011
3   Mario Draghi

(1947)

  Italia

Presidente del Financial Stability Forum
Governatore della Banca d'Italia

1º novembre 2011 in carica

(in scadenza il 31 ottobre 2019)

VicepresidentiModifica

Vicepresidente Nazionalità Precedente incarico Inizio incarico Fine incarico
1   Christian Noyer

(1950)

  Francia Capo del tesoro del Ministero delle Finanze 1º giugno 1998 31 maggio 2002
2   Lucas Papademos

(1947)

  Grecia Economista della Banca federale di Boston
Governatore della Banca di Grecia
1º giugno 2002 31 maggio 2010
3   Vítor Constâncio

(1943)

  Portogallo Segretario generale del Partito Socialista
Governatore della Banca del Portogallo
1º giugno 2010 31 maggio 2018
4   Luis de Guindos

(1960)

  Spagna Ministro dell'Economia, dell'Industria e della Competitività 1º giugno 2018 in carica

(in scadenza il 31 maggio 2026)

NoteModifica

Controllo di autoritàGND (DE1096772264