Prima Divisione 1949-1950

Prima Divisione 1949-1950
Competizione Prima Divisione
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 27ª
Organizzatore FIGC
Leghe Regionali
Luogo Italia Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1948-1949 1950-1951 Right arrow.svg

La Prima Divisione fu il massimo campionato regionale di calcio disputato in Italia nella stagione 1949-1950.

I 48 posti in palio per la promozione nella categoria superiore furono spartiti dal Consiglio federale del 15 settembre 1949.[1]

CampionatiModifica

Friuli-Venezia GiuliaModifica

Girone AModifica

Squadre partecipantiModifica

Squadra Città (provincia) Stagione precedente
  A.S. Stabilimenti Industriali (ASSI) Cordenons (UD)
  Aviano Aviano (UD)
  A.C.C. Basiliano Basiliano (UD)
  S.A.S. Casarsa Casarsa della Delizia (UD)
  Castions Castions di Zoppola (UD)
  U.S. Codroipo Codroipo (UD)
  A.S. Latisana Latisana (UD)
  A.S. Maniago Maniago (UD)
  A.C. Pordenone Pordenone (UD)
  S.S. Sacilese Sacile (UD)
  S.P.A.L. Cordovado Cordovado (UD)
  U.S. Spilimbergo Spilimbergo (UD)
  A.C. San Daniele San Daniele del Friuli (UD)
  A.C. Zoppola Zoppola (UD)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Pordenone ?? 26
  2. San Daniele ?? 26
3.   ??? ?? 26
4.   ??? ?? 26
5.   ??? ?? 26
6.   ??? ?? 26
7.   ??? ?? 26
8.   ??? ?? 26
9.   ??? ?? 26
10.   ??? ?? 26
11.   ??? ?? 26
12.   ??? ?? 26
13.   ??? ?? 26
14.   ??? ?? 26

Legenda:

      Ammesso alle semifinali regionali.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Pari merito in caso di pari punti.
Spareggio per squadre a pari punti in zona promozione e retrocessione.

Girone BModifica

Squadre partecipantiModifica

Squadra Città (provincia) Stagione precedente
  S.P. Aiello Aiello del Friuli (UD)
  A.S. Aquileia Aquileia (UD)
  A.S. Edmondo Brian Precenicco (UD)
  A.S. Fiumicello Fiumicello (UD)
  U.S. Mortegliano Mortegliano (UD)
  A.S.C. Ontagnanese Ontagnano di Gonars (UD)
  A.S. Pro Romans Romans d'Isonzo (GO)
  R. Cogolo Zugliano di Pozzuolo del Friuli (UD)
  A.C. Risanese Risano di Pavia di Udine (UD)
  A.C. Ruda Ruda (UD)
  U.S. Sevegliano Sevegliano di Bagnaria Arsa
  Turriaco Turriaco (GO)


Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1.   ??? ?? 22
  2.   ??? ?? 22
3.   ??? ?? 22
4.   ??? ?? 22
5.   ??? ?? 22
6.   ??? ?? 22
7.   ??? ?? 22
8.   ??? ?? 22
9.   ??? ?? 22
10.   ??? ?? 22
11.   ??? ?? 22
12.   ??? ?? 22

Legenda:

      Ammesso alle semifinali regionali.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Pari merito in caso di pari punti.
Spareggio per squadre a pari punti in zona promozione e retrocessione.

Girone CModifica

Squadre partecipantiModifica

Squadra Città (provincia) Stagione precedente
  Capariacco Caporiacco di Colloredo di Monte Albano (UD)
  G.S. Chiavris Udine
  A.C. Cividalese Cividale del Friuli (UD)
  U.S. Fagagnese Fagagna (UD)
  A.C. Gemonese Gemona del Friuli (UD)
  U.S. Manzanese Manzano (UD)
  A.C. Martignacco Martignacco (UD)
  U.S. Olimpia Udine
  A.S. Pagnacco Pagnacco (UD)
  A.S. Pro Tolmezzo Tolmezzo (UD)
  A.S. San Gottardo Udine
  U.S. Serenissima Pradamano (UD)
  A.S. Tricesimo Tricesimo (UD)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1.   ??? ?? 24
  2.   ??? ?? 24
3.   ??? ?? 24
4.   ??? ?? 24
5.   ??? ?? 24
6.   ??? ?? 24
7.   ??? ?? 24
8.   ??? ?? 24
9.   ??? ?? 24
10.   ??? ?? 24
11.   ??? ?? 24
12.   ??? ?? 24
13.   ??? ?? 24

Legenda:

      Ammesso alle semifinali regionali.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Pari merito in caso di pari punti.
Spareggio per squadre a pari punti in zona promozione e retrocessione.

Girone DModifica

Squadre partecipantiModifica

Squadra Città (provincia) Stagione precedente
  A.S. Cormonese Cormons (GO)
  G.S. Dreher Trieste
  A.S. La Fiaccola Dalmazia Trieste
  A.S. Juventus Trieste
  A.S. Ronchi Ronchi dei Legionari (GO)
  A.S. San Lorenzo San Lorenzo Isontino (GO)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  ?.   Juventus ?? 20
  ?.   ??? ?? 20
3.   ??? ?? 20
4.   ??? ?? 20
5.   ??? ?? 20
6. Ronchi 20 20
7.   ??? ?? 20
8.   ??? ?? 20
9.   ??? ?? 20
10.   ??? ?? 20
11.   ??? ?? 20

Legenda:

      Ammesso alle semifinali regionali.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Pari merito in caso di pari punti.
Spareggio per squadre a pari punti in zona promozione e retrocessione.

Finali regionaliModifica

Verdetti

AbruzziModifica

Squadre partecipantiModifica

(18 squadre partecipanti)

ClassificaModifica

Verdetti

BasilicataModifica

Il campionato non fu disputato.
Alle dimissioni in data 6 giugno 1949 del precedente Commissario Provinciale di Potenza, il dottor Giovanni Brienza, la F.I.G.C. nominò a luglio quale nuovo Commissario l'avvocato Umberto Di Pasca.[2]
Questi, già Commissario della Lega Giovanile di Potenza, ereditò una situazione veramente precaria: 6 sole società affiliate, 6.000 lire in cassa, una macchina da scrivere e solo due campi di calcio disponibili (quello del Potenza e del Matera).
Posta la sede del Commissariato Provinciale nel suo retrobottega, l'avvocato si dette molto da fare: arrivarono le affiliazioni di ben 30 nuove società sportive.
Fortemente condizionato dalla mancanza di campi sportivi per poter indire in tempo il campionato di Prima Divisione e quindi poter agganciare la vincente alle finali per la promozione in Promozione riuscì soltanto a organizzare un campionato di Seconda Divisione facendolo partire solo alla fine di marzo. Ad aprile, portando alla F.I.G.C. l'elenco delle nuove società affiliate e l'andamento della stagione sportiva 1949-1950, Di Pasca ottenne l'elevazione del Commissariato Provinciale a Lega Regionale Lucana e quindi solo dalla stagione successiva indire il campionato lucano di Prima Divisione. Tuttavia il Matera, in qualità di migliore e più attrezzata squadra della Lega Regionale Lucana, venne iscritta fin dall'inizio alla Lega Interregionale Sud e quindi ammessa al campionato di Promozione dove già militava il Potenza.

NoteModifica

  1. ^ I posti furono così suddivisi fra le diciassette regioni: i soli campioni regionali per Abruzzi, Calabria, Marche, Sardegna, Umbria e Trentino, due squadre per Campania, Puglia e Sicilia, tre squadre per Emilia, Liguria, Piemonte, Toscana e Friuli, quattro squadre per il Lazio, cinque squadre per il Veneto, dodici squadre per la Lombardia. Corriere dello Sport, venerdì 16 settembre 1949. Archiviato il 5 aprile 2011 in Internet Archive.
  2. ^ Da 12 anni di calcio in Lucania edito da Umberto Di Pasca a Potenza (citato da Carlo Maglie in Il calcio dilettantistico lucano primo volume, Rocco Curto Editore - Napoli)

BibliografiaModifica

Giornali


Libri:

  • Pier Giorgio Maggiora, I primi 100 anni della Valenzana.
  • Gianluca Sannipoli, Rossoblù - I protagonisti, le sfide, i momenti memorabili del Gubbio, Edizione L'Arte Grafica.
  • M. Agnoletti, M. Anselmi, C. Fontanelli, R. Rotesi, Una storia lunga 100 anni - Montevarchi Calcio Aquila 1902 -2002, Geo Edizioni.
  • G. Poli, M. Magagnini, E.Guidi, Leggenda e storia gialloblù, Grafica Lotti.
  • Paolo Ferrini, Volterrana che passione, Mariposa Edizioni.
  • Biagio Fanelli, 50 anni di calcio a Trani, Bari, Stampa G. Favara, 1971.
  • Corrado Delunas, Carlo Fontanelli, Torres ti amo - 100 anni di calcio a Sassari, Geo Edizioni.
  • C. Canazza e C. Fontanelli, Una Storia in Rossonero - il calcio a Domegliara, Geo Edizioni.
  • Guglielmo Formisano Emozioni in Rete - Storia Fotografica della Scafatese dal 1922 al 2002 Ed. GM-CALAMOS.

Collegamenti esterniModifica