Prima Divisione Sardegna 1940-1941

1leftarrow blue.svgVoce principale: Prima Divisione 1940-1941.

Prima Divisione Sardegna 1940-1941
Competizione Prima Divisione
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore FIGC Direttorio XVIII Zona (Sardegna)
Luogo Italia Italia
Formula Girone all'italiana
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1939-1940 1941-1942 Right arrow.svg

Fu il campionato di calcio della Sardegna. In seguito all’entrata in guerra dell’Italia, venne interrotto il traffico navale tra l’isola e il continente a causa del rischio di attacchi da parte della Royal Navy, obbligando le squadre locali ad abbandonare i campionati nazionali fino a conflitto concluso. Questo torneo non ebbe quindi nessun legame con quelli italiani.

Il Direttorio XVIII Zona, avente sede a Cagliari, gestiva in questa stagione le squadre della Sardegna.

Girone unicoModifica

Squadre partecipantiModifica

Squadra Città (provincia) Stagione precedente
A.C. Alghero Alghero (SS)
Dop.Az. Bacu Abis Bacu Abis di Carbonia[1] (CA)
U.S. Cagliari Cagliari Non reiscritto in C per ordine militare
Dop.Az. Carbonia Carbonia (CA)
Diavoli Rossi Monserrato (CA)
G.I.L. di Monserrato Monserrato (CA)
G.I.L. di Olbia Olbia (SS)
G.I.L. Ilva[2] La Maddalena (SS)
G.U.F. Nuoro Nuoro
G.S. La Medusa Bosa (NU)
A.S. Macomer Macomer (NU)
Dop.Az. Monteponi Iglesias (CA)
Dop.Az. Montevecchio Montevecchio (CA)
S.E.F. Torres Sassari

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS QR
1.   La Medusa 25 17 12 1 4 30 10 3,00
2. Carbonia 25 17 11 3 3 35 17 2,06
3. Alghero 20 17 9 2 6 22 17 1,29
4. Cagliari 17 17 6 5 6 27 23 1,17
5.   Bacu Abis 17 17 7 3 7 22 21 1,05
6. Torres 14 17 5 4 8 24 28 0,86
7. Montevecchio 13 17 4 5 8 20 30 0,67
8.   GIL Olbia 13 17 6 1 10 19 30 0,63
9.   GIL Ilva (-3) 11 17 4 6 7 24 28 0,86
--   Macomer[3] Ritirata
--   Diavoli Rossi[4] Ritirata
--   GIL Monserrato[4] Ritirata
-- Monteponi Iglesias[4] Ritirata
--   GUF Nuoro[4] Ritirata

Legenda:

      Campione Sardo di 1ª Divisione.
      Retrocesso in Seconda Divisione.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Quoziente reti in caso di pari punti, per qualsiasi posizione di classifica.

Note:

La Medusa è 1ª classificata grazie al miglior quoziente reti.

Verdetti finaliModifica

  • La Medusa, è campione sardo di 1ª Divisione.

NoteModifica

A parità di punti è preso in considerazione il migliore quoziente reti, ovvero il rapporto fra reti fatte e reti subite, per qualsiasi posizione in classifica.[5]

In caso di assegnazione di un titolo sportivo (per la promozione o per la retrocessione) non si effettuava alcuna gara di spareggio: si salvava oppure veniva promossa la squadra che aveva il quoziente reti più alto.

  1. ^ Bacu Abis. già frazione di Gonnesa, nel 1937 fu aggregato al nuovo comune di Carbonia.
  2. ^ Ilva e non I.L.V.A. (Ilva non è un acronimo, ma è il nome latino dell'isola d'Elba)
  3. ^ Ritirata dopo la fine del girone di andata, è esclusa dalla classifica (senza posizione in classifica sulle classifiche ufficiali del Direttorio). Avendo completato il girone d'andata questi risultati sono validi e conteggiati alle squadre che hanno portato a termine il campionato.
  4. ^ a b c d Ritirata prima dell'inizio del campionato.
  5. ^ Norma in vigore dal settembre 1938 fino al luglio 1942.

BibliografiaModifica

Libri

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio