Apri il menu principale

Primera División 1973-1974 (Spagna)

edizione del torneo calcistico
Primera División 1973-1974
Competizione Primera División
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 43ª
Organizzatore RFEF
Date dal 1º settembre 1973
al 20 maggio 1974
Luogo Spagna Spagna
Partecipanti 18
Risultati
Vincitore Barcellona
(9º titolo)
Retrocessioni Castellón
Racing Santander
Real Oviedo
Statistiche
Miglior marcatore Spagna Quini (20)
Incontri disputati 306
Gol segnati 710 (2,32 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg ed. precedente ed. successiva Right arrow.svg

La stagione 1973-1974 è stata la quarantatreesima edizione della Primera División, massimo livello del campionato spagnolo di calcio.

Indice

AvvenimentiModifica

AntefattiModifica

Il Barcellona tenne banco nella sessione estiva di calciomercato, affidando la squadra al tecnico campione d'Europa 1970-71 Rinus Michels, a cui furono messi a disposizione il suo allievo Johan Cruijff e il peruviano Hugo Sotil[1]. I campioni in carica dell'Atlético Madrid risposero chiamando l'argentino Juan Carlos Lorenzo alla guida tecnica e portando in squadra alcuni suoi connazionali come Ramón Heredia e Rubén Ayala, assieme al portiere Miguel Reina proveniente dal Barcellona[2]. Real Saragozza, Espanyol, Real Murcia e Granada acquistarono in blocco numerosi giocatori sudamericani (principalmente paraguayani)[3][4][5][6], il Real Madrid puntò su alcuni giovani (Vicente del Bosque e José Antonio Camacho) e sul tedesco Günter Netzer[7], il Valencia rinnovò il proprio attacco acquistando il maliano Salif Keïta e l'austriaco Kurt Jara[8].

Il campionatoModifica

[9]

A quattordici anni dall'ultima affermazione, ritornò alla vittoria il Barcellona, profondamente rinnovato negli ultimi anni grazie all'ingaggio dell'allenatore Rinus Michels (già campione d'Europa nel 1970-71 con l'Ajax) e del suo allievo Johan Cruijff.

Il campionato, iniziato il 1º settembre 1973, vide già dopo due giornate una squadra sola in vetta alla classifica, i campioni in carica dell'Atlético Madrid. Già alla giornata successiva i colchoneros furono ripresi dal gruppo da cui si staccò, a partire dalla settima giornata il Valencia. Frattanto il Barcellona aveva cominciato la sua rimonta dopo un avvio sottotono (un punto nelle prime tre partite di campionato), completandola alla quattordicesima giornata, quando prese il comando solitario della classifica. Di lì in poi i blaugrana dominarono la classifica accumulando vantaggi incolmabili sulle avversarie e assicurandosi il titolo con cinque giornate di anticipo, in virtù degli 11 punti di vantaggio sulla seconda.

L'assolo del Barcellona rese più combattuta la lotta per la qualificazione in Coppa UEFA, che vide prevalere la Real Sociedad, favorita da un calo del Málaga nelle ultime quattro giornate. La Erreala accompagnò nella terza competizione europea l'Atlético Madrid e il Real Saragozza, qualificatesi con una giornata di anticipo. Per quanto riguarda la lotta per non retrocedere, il Castellón, perdendo all'ultima giornata, si fece superare per differenza reti dal Real Murcia. Scesero inoltre in Segunda División il Racing Santander e il Real Oviedo, il cui verdetto è stato emesso con una giornata di anticipo.

Squadre partecipantiModifica

ProfiliModifica

Club partecipanti Città Stadio Stagione 1972-1973
Athletic Bilbao dettagli Bilbao San Mamés 9° in Primera División
Atlético Madrid dettagli Madrid Manzanares Campione di Spagna
Barcellona dettagli Barcellona Nou Camp 2° in Primera División
Castellón dettagli Castellón de la Plana Castalia 5° in Primera División
Celta Vigo dettagli Vigo Balaídos 14° in Primera División
Elche dettagli Elche Altabix 2° in Segunda División, promosso
Espanyol dettagli Barcellona Sarriá 3° in Primera División
Granada dettagli Granada Los Cármenes 15° in Primera División
Las Palmas dettagli Las Palmas de Gran Canaria Insular 11° in Primera División
Málaga dettagli Malaga La Rosaleida 10° in Primera División
Sporting Gijón dettagli Gijón El Molinón 13° in Primera División
Racing Santander dettagli Santander El Sardinero 3° in Segunda División, promosso
Real Madrid dettagli Madrid Santiago Bernabéu 4° in Primera División
Real Murcia dettagli Murcia La Condomina 1° in Segunda División, promosso
Real Oviedo dettagli Oviedo Carlos Tartiere 12° in Primera División
Real Sociedad dettagli San Sebastián Atocha 6° in Primera División
Valencia dettagli Valencia Luis Casanova 7° in Primera División
Real Saragozza dettagli Saragozza La Romareda 8° in Primera División

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Club de Fútbol Barcelona 1973-1974.

AllenatoriModifica

Squadra Allenatore Squadra Allenatore
Athletic Bilbao   Milorad Pavić Málaga   Marcel Domingo
Atlético Madrid   Juan Carlos Lorenzo Sporting Gijón   Mariano Moreno (1ª-6ª)
  Jesús Barrio (7ª-20ª)
  Bernardino Pérez (21ª-34ª)
Barcellona   Rinus Michels Racing Santander   José María Maguregui
Castellón   Lucien Muller Real Madrid   Miguel Muñoz (1ª-18ª)
  Luis Molowny (19ª-34ª)
Celta Vigo   Juan Arza Real Murcia   Felipe Mesones
Elche   Roque Olsen Real Oviedo   Sabino Barinaga
Espanyol     José Santamaría Real Sociedad   Rafael Iriondo
Granada   José Iglesias Valencia    Alfredo Di Stéfano
Las Palmas   Pierre Sinibaldi Real Saragozza   Carriega

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Barcellona 50 34 21 8 5 75 24 +51
2. Atlético Madrid 42 34 18 6 10 50 31 +19
3. Real Saragozza 40 34 16 8 10 51 38 +13
4. Real Sociedad 39 34 16 7 11 46 45 +1
5. Athletic Bilbao 37 34 15 7 12 35 31 +4
6. Granada 36 34 12 12 10 34 35 -1
7. Málaga 36 34 12 12 10 31 32 -1
8. Real Madrid 34 34 13 8 13 48 38 +10
9. Espanyol 34 34 13 8 13 34 38 -4
10. Valencia 33 34 13 7 14 41 33 +8
11. Las Palmas 33 34 14 5 15 28 35 -7
12. Celta Vigo 30 34 12 6 16 43 49 -6
13. Sporting Gijón 30 34 13 4 17 49 59 -10
14. Elche 29 34 11 7 16 25 33 -8
15. Real Murcia 29 34 10 9 15 27 37 -10
  16. Castellón 29 34 9 11 14 28 46 -18
  17. Racing Santander 27 34 8 11 15 36 54 -18
  18. Real Oviedo 24 34 9 6 19 29 52 -23

Legenda:

         Campione di Spagna e qualificata in Coppa dei Campioni 1974-1975
         Qualificata in Coppa delle Coppe 1974-1975, come vincitore della Coppa del Generalísimo.
         Qualificate in Coppa UEFA 1974-1975
         Retrocesse in Segunda División 1974-1975

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.

RisultatiModifica

TabelloneModifica

ATB ATM BAR CAS CEL ELC ESP GRA LPA MLG MUR RGI RMA ROV RSA RSO VAL ZAR
Athletic Bilbao 2-2 0-0 2-0 2-0 2-1 1-0 1-0 2-1 1-0 3-0 2-3 2-1 2-0 3-1 1-2 1-0 2-1
Atlético Madrid 1-0 2-0 0-0 2-0 2-1 5-1 2-1 3-1 2-0 4-1 2-0 0-2 1-0 2-1 5-1 3-1 0-0
Barcellona 2-0 2-1 5-0 5-2 2-0 3-0 4-0 3-0 4-0 1-0 5-1 0-0 6-2 0-0 4-1 1-0 2-0
Castellón 0-0 1-1 0-2 1-1 0-2 3-2 1-1 1-1 1-0 1-0 3-2 2-0 2-0 1-1 2-0 0-0 2-1
Celta Vigo 2-1 1-3 2-1 0-1 1-0 1-2 1-0 3-1 5-1 0-2 1-0 2-1 5-1 1-0 3-0 0-2 2-0
Elche 0-0 0-0 1-0 1-0 2-0 0-0 1-0 1-0 0-1 1-0 1-0 1-0 1-1 0-0 1-2 1-0 1-1
Espanyol 2-0 1-0 0-0 1-0 1-0 1-1 1-1 2-0 1-1 3-0 3-0 1-0 2-0 0-2 1-0 1-0 3-1
Granada 0-0 1-0 1-1 2-0 2-1 2-1 2-0 2-1 0-0 1-1 1-0 1-1 3-0 2-0 2-1 2-2 1-2
Las Palmas 1-0 1-0 1-0 2-0 1-0 3-1 1-1 1-1 1-0 3-0 1-0 1-0 1-2 2-0 1-0 0-0 1-0
Málaga 1-0 1-2 0-0 2-1 1-1 3-1 1-1 1-1 1-0 1-0 2-0 1-0 1-0 3-0 2-0 1-0 0-1
Real Murcia 0-0 1-0 2-2 3-1 2-2 0-1 1-0 0-0 0-1 0-0 2-1 0-1 3-1 2-0 1-1 1-0 1-0
Sporting Gijón 2-0 0-3 2-4 4-0 2-1 2-0 3-0 4-0 1-0 1-0 2-1 4-3 0-3 2-0 3-1 1-2 2-2
Real Madrid 1-0 2-0 0-5 0-0 6-1 1-0 2-1 0-1 5-0 0-0 1-1 2-2 2-0 3-2 3-1 2-1 4-0
Real Oviedo 0-1 2-0 1-3 0-0 1-1 1-0 1-0 3-0 1-0 1-1 0-1 0-0 1-1 2-1 0-2 1-2 1-0
Racing Santander 2-2 2-1 1-3 1-1 1-1 2-1 1-1 2-0 1-0 1-1 2-0 3-3 2-1 2-0 0-0 0-1 1-1
Real Sociedad 2-1 0-0 2-1 3-1 2-1 2-1 3-0 0-2 0-0 1-1 2-1 2-1 2-2 2-0 4-1 3-2 2-0
Valencia 0-1 0-1 0-2 3-0 0-0 2-0 1-0 1-1 2-0 2-2 1-0 6-1 1-0 2-1 5-2 1-2 0-0
Real Saragozza 3-0 4-0 2-2 3-2 2-1 2-1 3-1 1-0 2-0 3-1 0-0 3-0 2-1 4-2 5-1 0-0 2-1

StatisticheModifica

Capoliste solitarieModifica

[9]

RecordModifica

PichichiModifica

[10]

NoteModifica

Voci correlateModifica