Primera División 1976-1977 (Spagna)

edizione del torneo calcistico
Primera División 1976-1977
Competizione Primera División
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 46ª
Organizzatore RFEF
Date dal 4 settembre 1976
al 22 maggio 1977
Luogo Spagna Spagna
Partecipanti 18
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Atlético Madrid
(8º titolo)
Retrocessioni Real Saragozza
Celta Vigo
Malaga
Statistiche
Miglior marcatore Argentina Mario Kempes (24)
Incontri disputati 306
Gol segnati 829 (2,71 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1975-1976 1977-1978 Right arrow.svg

La Primera División 1976-1977 è stata la 46ª edizione della massima serie del campionato spagnolo di calcio, disputato tra il 4 settembre 1976 e il 22 maggio 1977 e concluso con la vittoria del Atlético Madrid, al suo ottavo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Mario Kempes (Valencia) con 24 reti[1].

StagioneModifica

Ritorno alla vittoria da parte dell'Atlético Madrid, che dopo quattro anni e grazie al nuovo corso di Luis Aragonés, seppe riproporsi come contendente al titolo nazionale dando battaglia al Barcellona, unica pretendente alla vittoria finale rimasta in corsa.[2]

Il torneo vide inizialmente formarsi un gruppo di tre squadre in testa da cui uscì, alla quarta giornata, il Valencia. I Xotos furono ripresi dal gruppo alla sesta giornata: successivamente l'Atlético Madrid prese il comando della classifica dando vita al duello con il Barcellona, che raggiunse dopo due giornate la vetta per poi passare il comando alla quattordicesima. I blaugrana conclusero il girone di andata con due punti di vantaggio sui colchoneros, ma furono definitivamente sorpassati alla ventunesima. Di lì in poi l'Atlético Madrid rimase in vetta fino al termine del campionato, assicurandosi l'ottavo titolo con una giornata di anticipo.

Clamorosa esclusa dalla zona UEFA, fu il Real Madrid, che alla fine del torneo ottenne un deludente nono posto, a vantaggio dell'Athletic Bilbao e del Las Palmas, in Europa con il Barcellona. A fondo classifica retrocessero invece un Real Saragozza in crisi e il Celta Vigo, fattosi sorpassare all'ultima giornata dal Racing Santander: queste due squadre accompagnarono in Segunda División il Malaga, già retrocesso da alcune giornate.

Squadre partecipantiModifica

Ubicazione delle squadre della Primera División 1976-1977
Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Athletic Bilbao Bilbao San Mamés 5º posto in Primera División
Atlético Madrid Madrid Manzanares 3º posto in Primera División
Barcellona Barcellona Nou Camp 2º posto in Primera División
Betis Siviglia Benito Villamarín 7º posto in Primera División
Burgos Burgos Stadio El Plantío 1º posto in Segunda División, promosso
Celta Vigo Vigo Balaídos 2º posto in Segunda División, promosso
Elche Elche Campo de Altabix 15º posto in Primera División
Español Barcellona Sarriá 4º posto in Primera División
Hércules Alicante José Rico Pérez 6º posto in Primera División
Las Palmas Las Palmas de Gran Canaria Insular 4º posto in Primera División
Malaga Malaga La Rosaleida 3º posto in Segunda División, promosso
Racing Santander Santander El Sardinero 12º posto in Primera División
Real Madrid Madrid Santiago Bernabéu 1º posto in Primera División
Real Saragozza Saragozza La Romareda 14º posto in Primera División
Real Sociedad San Sebastián Atocha 8º posto in Primera División
Salamanca Salamanca Stadio Helmántico 9º posto in Primera División
Siviglia Siviglia Ramón Sánchez Pizjuán 11º posto in Primera División
Valencia Valencia Luis Casanova 10º posto in Primera División

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere
Athletic Bilbao   Koldo Aguirre
Atlético Madrid   Luis Aragonés
Barcellona   Rinus Michels
Betis   Ferenc Szusza (1ª-8ª)
  Rafael Iriondo (9ª-34ª)
Burgos   Marcel Domingo
Celta Vigo   Carmelo Cedrún
Elche   Felipe Mesones
Español   José Santamaría
Hércules   Arsenio Iglesias
Las Palmas   Roque Olsen
Malaga   Milorad Pavić (1ª-23ª)
  José Luis Fuentes (23ª-34ª)
Racing Santander   José María Maguregui
Real Madrid   Miljan Miljanić
Real Saragozza   Lucien Muller
Real Sociedad   José Antonio Irulegui
Salamanca   José Luis García
Siviglia   Carriega
Valencia   Heriberto Herrera (1ª-23ª)
  Bernardino Pérez (24ª)
  Manuel Mestre (25ª-34ª)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Atlético Madrid 46 34 19 8 7 62 33 +29
2. Barcellona 45 34 18 9 7 69 34 +35
3. Athletic Bilbao 38 34 15 8 11 55 45 +10
4. Las Palmas 36 34 15 6 13 56 51 +5
[3] 5. Betis 36 34 15 6 13 42 42 0
6. Valencia 36 34 13 10 11 53 47 +6
7. Español 36 34 14 8 12 61 59 +2
8. Real Sociedad 34 34 13 8 13 54 41 +13
9. Real Madrid 34 34 12 10 12 57 53 +4
10. Siviglia 34 34 11 12 11 32 39 -7
11. Elche 33 34 11 11 12 45 47 -2
12. Salamanca 32 34 11 10 13 35 41 -6
13. Hércules 32 34 13 6 15 30 34 -4
14. Burgos 32 34 14 4 16 46 50 -4
15. Racing Santander 31 34 12 7 15 41 62 -21
  16. Real Saragozza 30 34 10 10 14 42 51 -9
  17. Celta Vigo 29 34 9 11 14 22 40 -18
  18. Malaga 18 34 6 6 22 27 60 -33

Legenda:

      Campione di Spagna e qualificata in Coppa dei Campioni 1977-1978
      Qualificata in Coppa delle Coppe 1977-1978
      Qualificate in Coppa UEFA 1977-1978
      Retrocesse in Segunda División 1977-1978

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti.
  • Differenza reti negli scontri diretti.
  • Differenza reti generale.
  • Reti realizzate in generale.

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Club Atlético de Madrid 1976-1977.

Riserve

RisultatiModifica

TabelloneModifica

TabelloneModifica

ATB ATM BAR BET BUR CEL ELC ESP HÉR LPA MLG RAC RMA RSA RSO SAL SIV VAL
Athletic Bilbao –––– 0-1 1-3 1-0 3-0 2-2 1-1 5-2 3-0 2-1 1-1 1-0 4-1 3-1 4-2 2-0 4-0 2-1
Atlético Madrid 2-1 –––– 3-1 3-1 0-3 3-0 5-1 1-1 1-0 1-0 2-0 5-1 4-0 2-0 5-1 2-1 3-3 2-3
Barcellona 0-2 1-1 –––– 3-1 3-0 4-0 4-1 4-2 1-1 4-0 2-1 7-0 3-1 2-1 2-1 4-1 3-3 6-1
Betis 2-1 1-0 1-3 –––– 2-1 1-0 1-0 5-1 1-0 2-2 0-1 2-1 2-0 2-1 2-1 2-1 0-1 0-0
Burgos 2-2 2-0 1-0 2-1 –––– 1-0 3-1 1-2 1-1 4-1 3-0 1-1 3-2 2-0 2-0 0-2 1-0 4-1
Celta Vigo 0-0 1-0 0-0 0-0 2-1 –––– 1-1 1-0 2-2 1-0 2-1 2-0 2-0 0-0 1-0 0-1 0-0 1-0
Elche 2-1 0-1 0-0 2-0 0-0 1-1 –––– 4-1 2-1 2-2 3-0 4-1 1-1 2-0 2-0 1-0 3-0 1-4
Español 4-0 1-4 2-3 1-1 2-1 2-0 2-0 –––– 3-0 2-0 5-1 2-1 4-1 2-0 1-0 4-0 0-0 3-0
Hércules 0-0 2-1 2-2 1-0 3-0 2-1 1-1 2-0 –––– 2-1 1-0 2-0 0-1 1-1 2-0 4-2 0-0 2-1
Las Palmas 2-1 1-1 2-1 1-1 4-1 5-1 0-0 5-0 1-0 –––– 2-1 4-1 4-2 1-4 2-0 2-0 4-2 2-1
Malaga 0-3 0-0 1-0 0-1 1-2 1-1 2-3 1-1 1-1 0-2 –––– 1-2 2-1 2-1 2-1 1-0 0-0 0-1
Racing Santander 1-1 0-0 1-0 4-3 1-0 1-0 2-1 2-2 1-1 2-1 3-2 –––– 3-3 1-0 2-1 0-1 2-0 2-2
Real Madrid 2-3 1-1 1-1 0-1 1-0 0-0 5-2 4-1 4-0 3-0 4-1 3-1 –––– 4-2 2-2 0-1 0-0 2-0
Real Saragozza 1-1 0-2 0-0 2-1 2-1 1-0 5-3 3-3 1-0 1-1 3-1 2-0 2-4 –––– 1-1 2-0 0-0 2-2
Real Sociedad 5-0 2-0 0-0 3-0 4-1 4-0 0-0 3-3 3-0 4-0 1-0 3-1 1-1 2-0 –––– 1-0 2-1 2-2
Salamanca 3-0 1-1 2-0 0-1 3-1 2-0 1-0 2-1 1-0 0-0 3-0 0-1 0-1 0-0 1-1 –––– 1-0 0-0
Siviglia 1-0 1-2 0-1 3-2 2-0 2-0 0-0 0-0 1-0 2-1 2-1 1-0 1-1 4-1 0-3 2-0 –––– 0-0
Valencia 2-0 2-3 0-1 2-2 3-1 2-0 1-0 4-1 3-1 1-2 3-1 4-2 1-1 1-1 1-0 0-0 4-0 ––––

StatisticheModifica

SquadreModifica

Capoliste solitarieModifica

Fonte:[2]

————————————————————————————————————————————————————————————————————
ValenciaAtlético MadridBarcellonaAtlético Madrid
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª

Primati stagionaliModifica

  • Maggior numero di vittorie: Atlético Madrid (19)
  • Minor numero di sconfitte: Atlético Madrid, Barcellona (7)
  • Migliore attacco: Barcellona (69 reti segnate)
  • Miglior difesa: Atlético Madrid (33 reti subite)
  • Miglior differenza reti: Barcellona (+35)
  • Maggior numero di pareggi: Siviglia (12)
  • Minor numero di pareggi: Burgos (4)
  • Maggior numero di sconfitte: Malaga (22)
  • Minor numero di vittorie: Malaga (6)
  • Peggior attacco: Celta Vigo (22 reti segnate)
  • Peggior difesa: Racing Santander (62 reti subite)
  • Peggior differenza reti: Malaga (-33)

IndividualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Fonte:[5]

Gol Giocatore Squadra
24   Mario Kempes Valencia
22   Carlos Morete Las Palmas
22   Rafael Morañón Español
22   Manuel Clarés Barcellona
20   Rubén Cano Atlético Madrid

NoteModifica

  1. ^ Spain - List of Topscorers ("Pichichi") 1929-2018, su rsssf.com.
  2. ^ a b Classifica della stagione 1976-1977 della Primera División.
  3. ^ Qualificata in Coppa delle Coppe 1977-1978 come squadra vincitrice della Coppa del Re 1976-1977
  4. ^ Atlético de Madrid season 1976-77
  5. ^ Scheda della stagione 1976-77 della Primera División

Voci correlateModifica