Primo Zamparini

pugile italiano
Primo Zamparini
Primo Zamparini 1960b.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 158 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Categoria Pesi gallo
Termine carriera 1966
Totali 28
Vinti (KO) 16 (7)
Persi (KO) 6 (2)
Pareggiati 6
Palmarès
Transparent.png Mondiali militari
Oro Wiesbaden 1960 Pesi gallo
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Roma 1960 Pesi gallo
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Bronzo Belgrado 1961 Pesi gallo
 

Primo Zamparini (Fabriano, 9 febbraio 1939) è un ex pugile italiano, medaglia d'argento, nei pesi gallo, ai Giochi olimpici di Roma 1960. È uno dei pugili marchigiani che ha vinto più trofei durante la sua carriera dilettantistica.

BiografiaModifica

Carriera da dilettanteModifica

Trasferitosi a Genova, inizia a praticare la boxe a 18 anni nella palestra di Dario Bensi, già maestro di Duilio Loi. Conquista il titolo italiano dilettanti, nei pesi gallo, nel 1959 e nel 1960 a Milano e nel 1961, a Bologna, battendo Nevio Carbi.

È Campione mondiale militari nel 1960 a Wiesbaden[1] e vince la selezione per combattere con la maglia azzurra alle Olimpiadi di Roma, eliminando l'emergente Franco Zurlo[2].

A Roma, Zamparini batte il greco Panagiotis Kostarellos, il giapponese Katsuo Haga, lo statunitense Jerry Armstrong, l'australiano Oliver Taylor e arriva in finale dove trova il fortissimo sovietico Oleg Grigor'ev. L'incontro è drammatico ed entrambi i pugili toccano il tappeto (Grigor'ev con un ginocchio). Alla fine il verdetto è contrastato. Un giudice assegna la vittoria all'italiano per due punti; un altro vede il pareggio ma gli altri tre danno la vittoria al sovietico per un punto. Zamparini conquista la medaglia d'argento.

 
Zamparini (primo da destra) sul podio con Oleg Grigor'ev, Brunon Bendig e OliverTaylor

Dopo le olimpiadi del 1960, Zamparini resta dilettante e, oltre ad aggiudicarsi il suo terzo titolo italiano, conquista la medaglia di bronzo agli europei di Belgrado del 1961[2].

Carriera da professionistaModifica

Zamparini passa professionista alla fine del 1961, nella scuderia di Steve Klaus. Riporta sei vittorie, quasi sempre con la soluzione di forza. Dopo aver strappato un pari al Campione europeo dei pesi piuma, Alberto Serti senza titolo in palio, nel 1963 Zamparini tenta la scalata al titolo italiano dei pesi gallo contro Federico Scarponi, in un derby regionale. L'incontro si conclude con un contestato verdetto di parità che consente al detentore di mantenere il titolo[3].

Dopo di ciò, Zamparini, in accordo col manager Steve Klaus, decide di combattere tre incontri in Australia. Nel primo perde ai punti con quell'Oliver Taylor che aveva già sconfitto alle olimpiadi romane. Perde poi per ferita dal campione australiano Billy Males e, al 7º round, dal ghanese Bob Allotey, che 11 anni dopo conquisterà il titolo europeo con passaporto spagnolo[2].

Di ritorno dall'Australia, combatte ancora sette volte ottenendo solo due vittorie. All'inizio del 1966, dopo l'ennesimo pareggio, si ritira dall'attività agonistica. In totale, da professionista, ha combattuto solo 28 match[2].

Dopo il ritiroModifica

Zamparini resta nell'ambiente pugilistico come maestro. Segue in qualità di supervisore gli allenamenti degli atleti della "A.S.D. Pugilistica Fabrianese Liberti" preso il "PalaGuerrieri" di Fabriano (AN).

PalmarèsModifica

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Note
1960 Giochi olimpici   Roma Pesi gallo   Argento [4]

NoteModifica

  1. ^ Campionati mondiali militari 1960
  2. ^ a b c d Primo Zamparini su Sport & Note
  3. ^ Federico Scarponi vs. Primo Zamparini
  4. ^ Boxing at the 1960 Roma Summer Games: Men's Bantamweight, su sports-reference.com. URL consultato il 4 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2009).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica