Suddivisione tra primo mondo (azzurro), secondo (rosso) e terzo (verde) al 1975

     Alto sviluppo umano


     Sviluppo umano medio


     Sviluppo umano basso


     Non disponibile

I termini soggettivi primo mondo, secondo mondo e terzo mondo sono utilizzati per dividere le nazioni della Terra in tre grandi categorie; i tre termini non sono stati coniati nello stesso periodo, hanno assunto un'iniziale valenza geopolitica e solo successivamente una valenza economica.

DescrizioneModifica

Dopo la seconda guerra mondiale, la gente iniziò a parlare della NATO e del Patto di Varsavia come i due maggior blocchi contrapposti, utilizzando spesso i termini di blocco occidentale e blocco orientale, anche se i due mondi non erano numerati. Ci si accorse che un gran numero di paesi non apparteneva a nessuna di queste due categorie, pertanto negli anni cinquanta questi stati furono chiamati terzo mondo.

Le nazioni dell'Europa occidentale e gli Stati Uniti d'America iniziarono ad essere chiamati (non ufficialmente) primo mondo: oltre a Stati Uniti d'America e a Canada il primo mondo includeva anche altri paesi capitalisti industrializzati, come il Giappone e alcune ex-colonie britanniche, in particolare l'Australia e la Nuova Zelanda.

C'era però un certo numero di paesi che non rientravano in questa definizione netta, come la Svizzera, la Svezia e l'Irlanda, che scelsero la neutralità; la Finlandia era sotto l'orbita di influenza dell'URSS, ma non era un paese comunista e nemmeno facente parte del Patto di Varsavia anche se osservatore del Comecon; l'Austria era sotto l'occupazione quadripartita di USA, URSS, Francia e Regno Unito, ma quando diventò pienamente autonoma nel 1955 optò anch'essa per la neutralità; la Turchia, entrata nella NATO nel 1952, non era interamente nell'Europa occidentale, e neanche fortemente industrializzata; la Spagna non si unì alla NATO fino al 1982, verso la fine della Guerra Fredda e dopo la morte del dittatore Francisco Franco; la Jugoslavia, una nazione comunista dell'Europa orientale, fu uno dei paesi fondatori del Movimento dei paesi non allineati; l'Albania, che non supportava più l'operato dell'Unione Sovietica dopo la crisi sino-sovietica, entrò nella sfera cinese.

Nell'uso moderno, dopo la fine della Guerra Fredda, il termine primo mondo è stato utilizzato per denotare le nazioni sviluppate[senza fonte] che nel 2000 avevano un PIL pro capite maggior di $15.000, come deciso dalla Banca Mondiale. Questo gruppo includerebbe il Canada e gli Stati Uniti d'America nel Nord America, il Giappone, la Repubblica di Cina (Taiwan), Hong Kong, la Corea del Sud e Singapore e la Malesia in Asia; Israele nel Medio Oriente; Cipro, l'Islanda, la Norvegia, la Svizzera e i 15 paesi dell'Unione europea (al 2000) in Europa; l'Australia e la Nuova Zelanda in Oceania. Il Fondo Monetario Internazionale denota questi stati anche come "Economie avanzate". In aggiunta a questi, secondo la CIA, questo gruppo di paesi dovrebbe includere anche le Bermude, le Isole Fær Øer e i microstati europei (Città del Vaticano, San Marino, Principato di Monaco e Liechtenstein)

Negli anni più recenti, quando molti paesi in via di sviluppo si sono industrializzati, il termine quarto mondo è stato coniato per definire i paesi che ancora mancano di infrastrutture pubbliche. Al contrario, i paesi che erano stati considerati in via di sviluppo ed ora avevano un'economia più avanzata ma non ancora sviluppata, furono raggruppati con il termine di paesi recentemente industrializzati.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica