Probiano (praefectus urbi 377)

politico romano

Probiano (latino: Probianus; floruit 377; ... – ...) è stato un politico romano dell'Impero, praefectus urbi di Roma, in carica il 17 settembre 377. In quella data, infatti, gli imperatori Valente, Graziano e Valentiniano II gli indirizzarono una legge riguardante la conservazione del vino, legge che fu poi inserita nel Codice teodosiano.[1]

Probiano è stato identificato con Gabinio Vettio Probiano, praefectus urbi di Roma che si occupò di restaurare alcuni edifici del Foro romano, ornandoli di statue.

NoteModifica

  1. ^ Codice teodosiano, XI.2.3.

BibliografiaModifica

  • (EN) Gregor Kalas, «Writing and Restoration in Rome: Inscriptions, Statues and the Late Antique Preservation of Buildings», in Caroline Goodson, Anne E. Lester, Carol Symes (a cura di), Cities, texts, and social networks, 400-1500: experiences and perceptions of medieval urban space, Ashgate Publishing, Ltd., 2010, ISBN 9780754667230, pp. 40-42.