Apri il menu principale
Il marchio DOP dal 2008: prima era blu
Il marchio IGP
Il marchio STG

L'Unione europea ha realizzato un sistema di marchi per promuovere e proteggere la denominazione dei prodotti agricoli e alimentari di qualità. Si tratta di tre marchi: la denominazione di origine protetta, l'indicazione geografica protetta e la specialità tradizionale garantita.

Questo sistema di marchi permette, in tutti gli stati membri dell'Unione europea, di tutelare la diversificazione dei prodotti agricoli, di proteggere la diversa denominazione dei prodotti alimentari contro le imitazioni e i plagi e di aiutare il consumatore, informandolo sulle caratteristiche specifiche dei prodotti.

Tutti i prodotti ammessi a godere i benefici (e le restrizioni) previsti dalla legislazione comunitaria di settore sono elencati in un data base ufficiale gestito dalla Direzione generale Agricoltura e chiamato DOOR [1]

Denominazione di origine protetta (DOP)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Denominazione di origine protetta.

Serve per riconoscere un prodotto, le cui fasi di produzione, trasformazione ed elaborazione hanno necessariamente luogo in una particolare area geografica, secondo un particolare disciplinare normato.

Indicazione geografica protetta (IGP)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Indicazione geografica protetta.

È un riconoscimento che viene assegnato a un prodotto, nel caso in cui i processi produttivi - o la gran parte di questi - sono strettamente legati ad un'area geografica ben determinata.

Specialità tradizionale garantita (STG)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Specialità tradizionale garantita.

Consiste nel riconoscimento del carattere di specificità di un prodotto agro-alimentare che, per le sue caratteristiche qualitative e di tradizionalità, permette di distinguersi nettamente da altri simili.

La diffusione dei prodotti alimentari tipiciModifica

All'inizio del 2010 lo Stato membro dell'Unione Europea che aveva registrato il maggior numero di prodotti alimentari tipici era l'Italia, con 193, seguita da Francia (167) e Spagna (126). In tutta l'Unione Europea i prodotti alimentari tipici erano 873.[2]

Nel 2011 è avvenuto il riconoscimento del primo prodotto extraeuropeo: l'aglio dello Jinxiang (金乡大蒜S, Jīn Xiāng Dà SuànP) IGP originario della Cina.

Nel giugno 2018 i prodotti riconosciuti dall'Unione europea erano complessivamente 1423, di cui 633 DOP, 736 IGP e 54 STG.

Paese DOP IGP STG Totale
  Andorra 0 1 0 1
  Austria 10 6 1 17
  Belgio 3 11 5 19
  Bulgaria 0 2 5 7
  Cambogia 0 1 0 1
  Cina 4 6 0 10
  Cipro 1 4 0 5
  Croazia 10 9 0 19
  Danimarca 0 7 0 7
  Finlandia 5 2 3 10
  Francia 103 142 1 246
  Germania 12 78 0 90
  Grecia 76 30 0 106
  India 0 1 0 1
  Indonesia 1 0 0 1
  Irlanda 3 4 0 7
  Italia 167 126 2 295
  Lettonia 1 1 3 5
  Lituania 1 4 2 7
  Lussemburgo 2 2 0 4
  Norvegia 0 2 0 2
  Paesi Bassi 6 5 4 15
  Polonia 8 22 9 39
  Portogallo 64 74 1 139
  Regno Unito 26 41 4 71
  Rep. Ceca 6 23 5 (1+4) 34
  Rep. Dominicana 0 1 0 1
  Romania 1 2 0 3
  Slovacchia 2 10 7 (3+4) 19
  Slovenia 8 13 3 24
  Spagna 102 89 4 195
  Svezia 3 3 2 8
  Thailandia 0 4 0 4
  Turchia 2 1 0 3
  Ungheria 6 8 1 15
  Vietnam 1 0 0 1
Totale (36 paesi) 633 736 54* 1423*

*Repubblica Ceca e Slovacchia hanno quattro prodotti STG in comune

Alcuni esempi di prodotti tipici nell'Unione europeaModifica

Stato membro dell'UE Prodotto DOP Prodotto IGP Prodotto STG
Italia prosciutto di Parma, pecorino Sardo, mozzarella di bufala campana, grana padano, Parmigiano-Reggiano, asiago lardo di Colonnata, pomodoro di Pachino, Panforte mozzarella
Francia Roquefort Gruviera Cozze di Bouchot
Spagna Idiazábal Cecina de León Jamón serrano
Grecia Feta Uva sultanina di Creta
Paesi Bassi Formaggio Gouda dell'Olanda settentrionale Formaggio di Gouda Formaggio Boerenkaas
Belgio Burro delle Ardenne Prosciutto delle Ardenne Lambic

NoteModifica

  1. ^ DOOR, DG Agricoltura e Sviluppo rurale. URL consultato il novembre 2016.
  2. ^ EURO GENUINE FOOD • DOP • IGP • STG, sicilydistrict.eu.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica