Apri il menu principale

Progetto:Letteratura/Archivio citazioni

Archivio citazioni

Raccogliamo in questa pagina le citazioni che ci piacciono e che esponiamo quotidianamente bene in vista all'ingresso del nostro Caffè letterario come viatico per il nostro fare quotidiano intorno alla letteratura.

Per una raccolta più ampia di citazioni - riguardanti non solo questo specifico argomento - vedi Wikiquote.

Marzo 2005Modifica

  • 10 marzo 2005 - "Chi legge i libri come si stanno ad ascoltare gli amici, vedrà come essi gli sveleranno i loro tesori e diventeranno per lui un intimo possesso. Quello che egli legge non scivolerà via né andrà perduto, ma al contrario gli rimarrà e gli apparterà, lo allieterà e lo consolerà come soltanto gli amici sanno fare" - Herman Hesse
  • 12 marzo - "La vera domanda non aspetta risposta. E se c'è risposta, questa non esaurisce la domanda e, nel caso vi mettesse fine, essa non mette fine all'attesa che è la domanda della domanda. Ogni risposta deve riprendere in essa l'essenza della domanda, che non sarà mai spenta da chi vi risponderà" - Robert R.Nahaman
  • 13 marzo - "Non essere amati è una semplice sfortuna; la vera disgrazia è non amare" - Albert Camus
  • 14 marzo - "Con la verità non possiamo vivere. Per poter vivere c'è bisogno delle illusioni" - Otto Rank
  • 16 marzo - "Leggi, non per contraddire e confutare; non per credere e accettare; non per trovare materia di discorsi, bensì per soppesare e giudicare. Certi libri vanno assaggiati; altri, divorati; pochi masticati e digeriti" - Francis Bacon
  • 17 marzo - "I libri sono i più graditi fra i compagni. La prima volta che leggo un libro buono mi pare di aver acquistato un nuovo amico; quando rileggo un libro già a me noto, è come se incontrassi un vecchio amico. " - Oliver Goldsmith
  • 18 marzo - "I libri sono le finestre dalle quali l'anima guarda fuori. Una casa senza libri è come una casa senza finestre. È un dovere avere libri; la biblioteca è non già in lusso bensì una necessità della vita. - H. W. Beecher
  • 20 marzo - "Quando leggo un libro, intelligente o stupido che sia, mi sento realmento vivo e mi sembra di parlare con me stesso" - Jonathan Swift
  • 22 marzo - "La vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro: leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare" - Arthur Schopenhauer
  • 23 marzo - "Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a coloro che sognano soltanto di notte" - Edgar Allan Poe
  • 30 marzo: - "Gli inizi sono sempre difficili ... una sera scoppiai a piangere perché non ero riuscito a capire un passo difficile di un commentario biblico. A quel tempo avevo circa nove anni. «Vuoi capire tutto immediatamente?», domandò mio padre. «Tutto così? Hai cominciato a studiare questo commentario solo la settimana scorsa. Gli inizi sono sempre difficili. Lo studio richiede molta applicazione. Leggilo e rileggilo ancora»..." - (Chaim Potok, "In the beginning", 1975)

io grazieModifica

una persona non può cadere se almeno non ha tentato di alzarsi

Aprile 2005Modifica

  • 1º aprile: - "Quel che nel costruire mi rende così lento, così temporeggiatore, è la strana mania di voler iniziare sempre dall'inizio" - Paul Valéry
  • 3 aprile: - "Vedi, non c'è coraggio e non c'è paura, ci sono soltanto coscienza e incoscienza ... la coscienza è paura, l'incoscienza è coraggio". - Alberto Moravia
  • 9 aprile: - "La morte sopravverrà a metterci in riposo, a toglierci dalle mani il compito a cui attendevamo; ma essa non può fare altro che così, interromperci, come noi non possiamo fare altro che lasciarci interrompere, perché in ozio stupido essa non ci può trovare" - Benedetto Croce (Quaderno della critica)
  • 18 aprile: - "L'uomo non è fatto per stare da solo, è fatto per essere vicino agli altri uomini, anche se un certo egoismo naturale della nostra specie potrebbe far pensare il contrario" - Giovanni Giudici - (da "Il Menabò" n. 4, Einaudi)
  • 30 aprile: - "Non devi uscire dalla stanza...Rimani seduto e ascolta. Non devi ascoltare, aspetta solo. Non devi aspettare neanche, rimani immobile e solo. Il mondo si offrirà spontaneamente a te, si riverserà ai tuoi piedi in estasi". - Franz Kafka

Maggio 2005Modifica

  • 15 maggio: - "Non penso mai se il libro che sto scrivendo è buono o no. Mentre scrivo penso alla missione. Bisogna fissare l'obiettivo, e l'obiettivo è finire il libro, ogni altra cosa è secondaria all'obiettivo". - Tom Clancy
  • 27 maggio: - "Termina ogni giornata e lasciatela alle spalle. Hai fatto quel che potevi, forse qualche assurdità e qualche errore si sono insinuati: dimenticatene in fretta". - Ralph Waldo Emerson

Giugno 2005Modifica

  • 5 giugno: - Ci sono due modi di vivere la vita. Uno è come se non ci fossero i miracoli, l'altro come se tutto fosse un miracolo. - Albert Einstein
  • 12 giugno: - Se il male è dolore, non aver quel male non è sufficiente a vivere bene; Ennio direbbe piuttosto: "Troppo bene ha chi non ha mali. - Marco Tullio Cicerone, De Finibus, 2, 41
  • 22 giugno: - Siamo gli uni per gli altri dei pellegrini che, per strade diverse, cercano con fatica di arrivare in tempo all'appuntamento fissato. - Antoine de Saint-Exupéry

Agosto 2005Modifica

  • 28 agosto: - La miglior specie d'amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in un portico e camminarci insieme, senza dire una parola, e quando vai via senti come se fosse stata la miglior conversazione mai avuta. - Paulo Coelho

Settembre 2005Modifica

  • Anche nell'ipotesi che tu debba vivere anni tremila e altrettanti anni diecimila, in ogni modo ricordati d'una cosa: nessuno perde una vita diversa da quella che in quell'istante egli ha; né altra vita vive se non quella che in qell'istante egli perde. - Marco Aurelio da Ricordi
  • La compassione è una carità reattiva o secondaria che ha bisogno, per amare, della sofferenza altrui, che nasce dai cenci del menomato, dallo spettacolo della sua miseria.La pietà va a rimorchio della sofferenza: la pietà ama il suo prossimo soltanto se fa pena, la commiserazione simpatizza con l'altro soltanto se è infelice! Spontanea, al contrario, è la carità(...): la carità non aspetta di incontrare il prossimo in cenci per scoprire la miseria; il nostro prossimo, dopo tutto, può e deve essere amato anche se è infelice. - V. Jankélévitch da Traité des Vertus, II, 2, cap. 6, pp. 168-169

Ottobre 2005Modifica

  • 29 ottobre: La ragione e il torto non si dividon mai con un taglio così netto, che ogni parte abbia soltanto dell'una o dell'altro.
Alessandro Manzoni
(I promessi sposi, cap. 1).

Novembre 2005Modifica

  • 7 novembre: Se non vi fossero guerre o rivoluzioni, non vi sarebbe storia; non vi sarebbe materia di storia; la storia non avrebbe oggetto. Tutt'al più, esisterebbero gli annali. La paremiologia lo insegna: i popoli felici non hanno storia. La storia è scienza dell'infelicità.
Raymond Queneau
Una storia modello
"Non afferrai del tutto i suoi ragionamenti, ma penso che [Sancho] si vergognasse un tantino di aver tradito la fiducia del suo signore o che magari fosse geloso all'idea di spartire con lui le mie carezze ... E andandosene mi chiamò Dulcinea, come se non sapesse fin troppo bene che sono soltanto Aldonza Lorenzo".
Fernando Savater - Creature dell'aria, Monologo di Dulcinea (trad. Linda Verna)

Dicembre 2005Modifica

9 dicembre -

  • "Guardati dal fermarti a lungo là dove corre voce che cresca l'erba dell'oblio."
Mibu no Tadamine sec.XVII

Gennaio 2006Modifica

6 gennaio "Non si nasce giovani, giovani si diventa, quando ci si riesce" Massimo Bontempelli da Il Bianco e il Nero

26 novembre

"Le vere biografie dei poeti sono come quelle degli uccelli, quasi identiche - i dati vanno ricercati nei suoni che emettono. La biografia di un poeta è nelle sue vocali e sibilanti, nella sua metrica, nelle rime e nelle metafore. L'opera complessiva di un poeta è una testimonianza resa al miracolo dell'esistenza". da Mappa del Nuovo Mondo di Derek Walcott