Apri il menu principale

Promises, Promises

Promises, Promises
ArtistaLynn Anderson
Tipo albumStudio
Pubblicazionegennaio 1968[1]
pubblicato negli Stati Uniti
Durata30:05
Dischi1
Tracce12
GenereCountry pop
EtichettaChart Records (CHM/CHS-1004)
ProduttoreSlim Williamson e Lloyd Green
RegistrazioneNashville al RCA Victor "Nashville Sound" Studio, maggio e ottobre 1967
FormatiLP
Lynn Anderson - cronologia
Album precedente
(1967)
Album successivo
(1968)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic 2.5/5 stelle[2]

Promises, Promises è il secondo album discografico della cantante country statunitense Lynn Anderson, pubblicato dall'etichetta discografica Chart Records nel 1968.

Cinque brani dell'album portano la firma di Liz Anderson, musicista e madre della cantante[3].

TracceModifica

LPModifica

Lato A
  1. Promises, Promises – 1:56 (William Smith, Carlyle Hughey, Liz Andreson)Registrato (circa) nel maggio del 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  2. The Worst Is Yet to Come – 2:43 (Casey Anderson, Liz Anderson)Registrato (circa) nell'ottobre del 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  3. No Another Time – 2:00 (Jerry Lane)Registrato (circa) nell'ottobre del 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  4. Crying – 2:38 (Joe Melson, Roy Orbison)Registrato il 13 ottobre 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  5. Love of the Common People – 2:47 (John Hurley, Ronnie Wilkin)Registrato il 13 ottobre 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  6. A Penny for Your Thoughts – 2:30 (Liz Anderson)Registrato il 13 ottobre 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
Lato B
  1. I've Been Everywhere – 2:23 (Geoff Mack)Registrato (circa) nell'ottobre del 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  2. Paper Mansions – 3:06 (Ted Harris)Registrato (circa) nell'ottobre del 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  3. Two Rolls of Scotch Tape – 1:56 (Joe Gibson)Registrato il 13 ottobre 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  4. Sing Me a Sad Song – 3:17 (Wynn Stewart)Registrato (circa) nell'ottobre del 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  5. A Hundred Times Today – 2:24 (Liz Anderson)Registrato (circa) nell'ottobre del 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee
  6. Lie a Little – 2:25 (Liz Anderson)Registrato il 13 ottobre 1967 al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee

MusicistiModifica

Promises, Promises / The Worst Is Yet to Come / No Another Time / I've Been Everywhere / Paper Mansions / Sing Me a Sad Song / A Hundred Times Today

Crying / Love of the Common People / A Penny for Your Thoughts / Two Rolls of Scotch Tape / Lie a Little

Note aggiuntive
  • Slim Williamson e Lloyd Green - produttori
  • Registrazioni effettuate al RCA Victor's "Nashville Sound" Studio di Nashville, Tennessee (Stati Uniti)
  • Jim Malloy - ingegnere delle registrazioni
  • Bill Anderson - note retrocopertina album originale[5]

ClassificaModifica

Album

Anno Classifica Posizione
raggiunta
1968 Top Country Albums   1[6]

Singoli

Anno Titolo del brano Classifica Posizione
raggiunta
1968 Promises, Promises Hot Country Songs   4[7]
1968 No Another Time Hot Country Songs   8[8]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Billboard, New York, Lee Zhito, 20 gennaio 1968, p. 56 (New Album Releases), https://www.americanradiohistory.com/Archive-Billboard/60s/1968/Billboard%201968-01-20.pdf. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  2. ^ (EN) Promises, Promises, su AllMusic, All Media Network.  
  3. ^ Lynn Anderson obituary, su theguardian.com. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  4. ^ Praguefrank's Country Discography 2: Lynn Anderson, su countrydiscoghraphy2.blogspot.com. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  5. ^ Note di copertina di Promise, Promise, Lynn Anderson, Chart Records, CHM-1004, 1968.
  6. ^ Lynn Anderson Promises, Promises Chart History - Billboard, su billboard.com. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  7. ^ Lynn Anderson Promises, Promises Chart History - Billboard, su billboard.com. URL consultato il 2 febbraio 2019.
  8. ^ Lynn Anderson Chart History, su billboard.com. URL consultato il 2 febbraio 2019.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica