Apri il menu principale

Prosantorhinus

genere di animale della famiglia Rhinocerotidae
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Prosantorhinus
Prosantorhinus.JPG
Cranio di Prosantorhinus
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Sottoclasse Eutheria
Ordine Perissodactyla
Famiglia Rhinocerotidae
Genere Prosantorhinus

Il prosantorino (gen. Prosantorhinus) è un rinoceronte estinto, vissuto nel Miocene inferiore e medio (tra 20 e 15 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Europa e Asia.

DescrizioneModifica

Questo animale era un rinoceronte di taglia medio – piccola, dal corpo molto robusto e tarchiato. Le zampe erano molto corte, e l'aspetto generale doveva essere più simile a quello di un ippopotamo che a quello di un rinoceronte. Lungo poco più di due metri e mezzo, questo animale era più piccolo di altri rinoceronti analoghi vissuti nello stesso periodo (come Diaceratherium). Il cranio era molto corto, in particolare il muso, ed era dotato di un corno relativamente sviluppato; la dentatura era costituita da molari larghi e dalla corona bassa (brachidonte).

ClassificazioneModifica

Il genere Prosantorhinus è stato descritto per la prima volta nel 1973 per includere alcune specie di rinoceronti del Miocene inferiore e medio europeo, attribuite in precedenza ad altri generi di rinoceronti. Prosantorhinus è un rappresentante primitivo del gruppo dei teleoceratini, che comprendeva rinoceronti dalle zampe tozze e dal corpo molto robusto. A questo genere sono ascritte due specie: P. germanicus e P. douvillei, rinvenute in Germania, Svizzera e Francia. Altri resti attribuiti al genere sono stati ritrovati in Asia.

 
Cranio di Prosantorhinus

PaleobiologiaModifica

Prosantorhinus viveva in un ambiente semiacquatico, forse paludoso, e si cibava di piante tenere e soffici. I denti, tuttavia, mostrano che questo animale poteva cibarsi di materiale più fibroso.

BibliografiaModifica

  • Heissig, K. (1999): Family Rhinocerotidae. - In: Rossner, G. E. & Heissig, K. (Eds.): The Miocene Land Mammals of Europe, 175-188; Munich (Pfeil).
  • P.-O. Antoine, C. Bulot, and L. Ginsburg. 2000. Une faune rare de rhinocérotidés (Mammalia, Perissodactyla) dan le Miocène inférieur de Pellecahus (Gers, France). Geobios 33(2):249-255

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica