Prost JS45

Prost JS45
Prost Mugen Honda JS45.jpg
Descrizione generale
Costruttore Francia  Prost Grand Prix
Categoria Formula 1
Squadra Gauloises Prost
Progettata da Loïc Bigois
Sostituisce Ligier JS43
Sostituita da Prost AP01
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio carbonio e struttura composita alveolare
Motore Mugen Honda MF301HA & MF301HB 72 gradi V10 3 Litri
Trasmissione Prost semi-automatico a 6 rapporti trasversale
Dimensioni e pesi
Peso 600 kg
Altro
Carburante Elf
Pneumatici Bridgestone
Risultati sportivi
Debutto Australia Gran Premio d'Australia 1997
Piloti 14. Francia Olivier Panis 1-7, 15-17
14. Italia Jarno Trulli 8-14[1]
15. Giappone Shinji Nakano
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
17 0 0 0

La Prost JS45 fu la monoposto impiegata dalla Prost Grand Prix per prendere parte al campionato mondiale di Formula 1 1997.

Progettata da Loïc Bigois per conto della Ligier, venne presentata come Ligier JS45, salvo poi cambiare denominazione dopo che l'ex pilota Alain Prost ebbe rilevato la scuderia francese.

Origini della vetturaModifica

Al termine del campionato di Formula 1 1996 la Ligier versava in considerevoli difficoltà economica ed era alla ricerca di nuovi capitali o di un acquirente per garantire continuità agonistica alla squadra.

Nel frattempo si riuscì comunque a realizzare la vettura per il 1997, denominata JS45, che venne presentata al pubblico alla presenza di Flavio Briatore e dei piloti, il riconfermato Olivier Panis e il neoacquisto Shinji Nakano.

La casa francese era però ormai intenzionata a cedere le strutture del reparto corse a un nuovo acquirente, che prese corpo poco prima dell'inizio della stagione, nel febbraio 1997, nella persona del 4 volte campione del mondo Alain Prost, che acquistò le strutture della scuderia e ne modificò il nome in Prost Grand Prix, garantendo la prosecuzione dell'attività.

Il nuovo patron decise di cambiare parzialmente il nome alla monoposto, mantenendo la nomenclatura delle macchine della precedente scuderia (le iniziali del pilota Jo Schlesser e un numero progressivo dispari), ma sostituendo il proprio cognome a Ligier: la vettura assunse così il nome di Prost JS45. Prost decise altresì di non modificare la livrea blu della macchina, tipica delle ultime Ligier, da cui però era sparita la pubblicità Parmalat (presente nel 1996 grazie all'apporto di Pedro Paulo Diniz), la quale venne sostituita da tre sponsor principali d'estrazione francese: le sigarette Gauloises, il colosso dell'elettronica Alcatel e l'emittente televisiva Canal+.

Dal punto di vista tecnico Prost cercò di accordarsi con la Peugeot per ottenere una fornitura dei loro motori. Considerato però che la JS45 era stata progettata per montare propulsori Mugen-Honda e che un'eventuale modifica della macchina sarebbe stata complessa e dispendiosa, decise di congelare la trattativa fino all'anno successivo e di impiegare le unità motrici giapponesi. Egualmente giapponesi furono le gomme, fornite dalla Bridgestone, che nel 1997 era al debutto nel campionato mondiale di Formula 1 e aveva precedentemente scelto la Ligier come "squadra di sviluppo" dei propri pneumatici da competizione. Le coperture giapponesi ebbero un rendimento altalenante, consentendo talora grandi prestazioni, talaltra causando problemi e difficoltà.

PilotiModifica

Come già accennato, come primo pilota fu confermato l'esperto Olivier Panis (ereditato dalla Ligier, con cui aveva vinto il GP di Monaco l'anno prima), a cui fu affiancato dal giapponese Shinji Nakano, arrivato nella scuderia anche grazie alle pressioni della Honda.

Dopo l'infortunio patito durante il GP del Canada, Panis dovette saltare sette tappe del mondiale, nelle quali fu sostituito dall'italiano Jarno Trulli.

La StagioneModifica

Il progetto di Loïc Bigois si rivelò valido e la vettura ebbe un buon rendimento durante tutta la stagione: Panis nelle prime sette gare arrivò quinto posto in Australia, terzo in Brasile, quarto posto a Monaco, mentre in Spagna chiuse addirittura secondo a soli 5"8 dal vincitore Jacques Villeneuve su Williams; in Argentina fu invece costretto al ritiro quando era comodamente secondo, alle spalle di Villeneuve e, in alcuni tratti, più veloce del canadese, a tal punto che dava l'impressione di poterlo attaccare; il pilota di Lione ottenne anche ottimi piazzamenti in qualifica, partendo in seconda fila sia in Argentina che a Imola e dopo 6 gare si trovava in terza posizione nel mondiale piloti. Purtroppo il grave incidente occorsogli in Canada, in cui si fratturò entrambe le gambe lo costrinse a saltare ben sette GP. Il suo posto venne quindi preso da Jarno Trulli, prelevato dalla Minardi: l'italiano terminò al 4º posto il Gran Premio di Germania, mentre in Austria condusse per buona parte della gara, prima della rottura del motore. Panis decise poi di tornare per le ultime tre gare della stagione e proprio nella gara del rientro al Nürburgring riuscí a chiudere al sesto posto.

Dal canto suo, Nakano andò a punti appena due volte in diciassette gare, si ritirò nove volte e per cinque finì fuori dalla zona punti, tanto che già a metà Maggio, vista l'enorme differenza di prestazioni col compagno di squadra, si vociferava di una sua imminente sostituzione con l'italiano Luca Badoer, cosa poi non avvenuta; al termine della stagione, complice il passaggio alla motorizzazione Peugeot in luogo della Mugen-Honda (che aveva "spinto" per il suo ingaggio), il giapponese fu licenziato.

La scuderia francese totalizzò 21 punti iridati e chiuse al 6º posto il campionato costruttori.

La JS45 si rivelò la miglior vettura schierata dalla Prost durante la sua breve storia in Formula 1. Dal 1998 in poi, complici anche i cambiamenti del regolamento, la squadra non sarà più in grado di realizzare monoposto in grado di competere a così alto livello, iniziando una parabola discendente che culminerà, a fine 2001, col ritiro dalla Formula 1.

Risultati completi in Formula 1Modifica

Anno Team Motore Gomme Piloti                                   Punti Pos.
1997 Prost Grand Prix Mugen-Honda MF-301HB 3.0 V10 G   Panis 5 3 Rit 8 4 2 11* 6 Rit 7 21
  Trulli 10 8 4 7 15 10 Rit
  Nakano 7 14 Rit Rit Rit Rit 6 Rit 11 7 6 Rit 11 Rit Rit Rit 10
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

(*) Indica quei piloti che non hanno terminato la gara ma sono ugualmente classificati avendo coperto, come previsto dal regolamento, almeno il 90% della distanza totale.

Altri progettiModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1
  1. ^ Le prime 7 gare le ha corse in Minardi con la Minardi M197