Apri il menu principale

Provincia di Pavia (Lombardia austriaca)

provincia della Lombardia austriaca
Provincia di Pavia
Informazioni generali
Capoluogo Pavia
Dipendente da Flag of the Duchy of Milan (1765-1796).gif Lombardia austriaca
Flag of the Repubblica Transpadana.svg Repubblica Transpadana
Amministrazione
Forma amministrativa Provincia
Organi deliberativi Intendenza politica
Evoluzione storica
Inizio 1786
Causa Suddivisione della Lombardia austriaca in province
Fine 8 luglio 1797
Causa Suddivisione della Repubblica Cisalpina in dipartimenti
Preceduto da Succeduto da
Principato di Pavia Dipartimento del Ticino
Cartografia
Provincia di Pavia 1787.png

La provincia di Pavia era una provincia della Lombardia austriaca, esistita dal 1786 al 1797.

Capoluogo era la città di Pavia.

Indice

StoriaModifica

La provincia fu creata nel 1786 all'atto della suddivisione della Lombardia austriaca in 8 province[1], create nel clima delle riforme giuseppine.

La provincia comprendeva il territorio conosciuto dall'epoca medievale come "Contado di Pavia", a sua volta largamente corrispondente al territorio diocesano. Ad esso era stato aggregato il Vicariato di Binasco ed alcune pievi storicamente milanesi.

Suddivisione amministrativa all'atto dell'istituzione (1786)Modifica

La provincia era suddivisa in 14 delegazioni, corrispondenti alle campagne in cui era diviso il vecchio Contado, più 4 ulteriori delegazioni, ossia le pievi in cui era diviso il territorio acquisito dal Milanese.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica