Apri il menu principale

Provincia di Venezia (Lombardo-Veneto)

provincia del Regno Lombardo-Veneto
Provincia di Venezia
Informazioni generali
Capoluogo Venezia
Dipendente da bandiera Regno Lombardo-Veneto
Amministrazione
Forma amministrativa Provincia
Organi deliberativi Imperial Regia Delegazione Provinciale
Evoluzione storica
Inizio 1816
Causa Congresso di Vienna
Fine 1866
Causa Annessione del Veneto al Regno d'Italia
Preceduto da Succeduto da
Dipartimento dell'Adriatico Provincia di Venezia-Stemma.png Provincia di Venezia
Cartografia
Provincia di Venezia LombVeneto.png

La provincia di Venezia era una provincia del Regno Lombardo-Veneto, esistita dal 1816 al 1866.

Capoluogo era la città di Venezia, capitale del Regno dal 1859 al 1866.

Indice

StoriaModifica

La provincia fu creata nel 1816 all'atto della costituzione del Regno Lombardo-Veneto, succedendo al dipartimento dell'Adriatico di epoca napoleonica.

Suddivisione amministrativaModifica

La provincia era suddivisa in otto distretti e cinquantasei comuni[1]:

VariazioniModifica

Nel 1838 la provincia di Venezia acquisì dalla provincia del Friuli il distretto di Portogruaro.

Nel 1851 cedette alla provincia di Rovigo i distretti di Loreo e Ariano.

Dal 1853 vi entrò a far parte il distretto di Mirano (comprensivo anche dell'ex distretto di Noale), proveniente dalla provincia di Padova.

Passaggio al Regno d'Italia (1866)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Provincia di Venezia.

Nel 1866, in seguito alla terza guerra d'indipendenza, il Veneto fu annesso al Regno d'Italia, lasciando invariata la perimetrazione delle province, ordinate secondo le disposizioni del Decreto Rattazzi emanato nel 1859 dal governo sabaudo.

NoteModifica

  1. ^ Al 1844; cfr. Attilio Zuccagni-Orlandini, Corografia fisica, storica e statistica dell'Italia e delle sue isole, Firenze, 1844.
  2. ^ a b c d e f g h Attuale frazione di Venezia.
  3. ^ a b Attuale frazione di Mira.
  4. ^ a b Attuale frazione di Porto Viro.
  5. ^ Attuale frazione di Portogruaro.