Prudnik
comune
Prudnik – Stemma Prudnik – Bandiera
Prudnik – Veduta
Localizzazione
StatoPolonia Polonia
VoivodatoPOL województwo opolskie COA.svg Opole
DistrettoPOL powiat prudnicki COA.svg Prudnik
Amministrazione
SindacoGrzegorz Zawiślak
Territorio
Coordinate50°19′11″N 17°34′45″E / 50.319722°N 17.579167°E50.319722; 17.579167 (Prudnik)Coordinate: 50°19′11″N 17°34′45″E / 50.319722°N 17.579167°E50.319722; 17.579167 (Prudnik)
Altitudine265 m s.l.m.
Superficie20,48 km²
Abitanti21 170 (2018)
Densità1 033,69 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale48-200
Prefisso(+48) 77
Fuso orarioUTC+1
TargaOPR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Polonia
Prudnik
Prudnik
Sito istituzionale

Prudnik (in sleisiano Prudńik, in tedesco Neustadt in Oberschlesien, in ceco Prudník) è una città polacca, attraversata dal fiume Prudnik. È situata vicino al confine con la Repubblica Ceca, a circa 45 chilometri da Opole e a nord est di Zlaté Hory. Fa parte del voivodato di Opole ed è sede del comune di Prudnik.

Ricopre una superficie di 20,48 km² e nel 2018 contava 21 170 abitanti.

Geografia fisicaModifica

Si trova nel sudovest del paese, sulle rive del fiume Prudnik, nella regione geografica della Slesia, tra Breslavia e Katowice.

StoriaModifica

Con la guerra di successione austriaca entrava nel Regno di Prussia e tra le due guerre mondiali fu capoluogo della provincia dell'Alta Slesia. Prudnik è stata la sede di uno dei 45 sottocampi del campo di concentramento di Auschwitz. Alla fine della seconda guerra mondiale passò alla Polonia.

PopolazioneModifica

Anno Popolazione
1534 114
1675 2,527
1754 2,905
1885 16,093
1939 17,339
1946 10,886
1956 14,900
1980 22,402
1990 26,400
2003 23,528
2018 21,170

MonumentiModifica

  • Chiesa dell'Arcangelo Michele - costruita negli anni 1730-1738 a cura di Jan Innocenty Töpper. Si trova al centro della città
  • Palazzo di Comune - edificio risalente al 1782 in stile barocco-classicismo. Si trova nella piazza principale della città
  • Convento di francescani - in questo luogo è stato imprigionato il cardinale Stefan Wyszyński dal 6 novembre 1954 al 28 novembre 1955

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

Galleria d'immaginiModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN125562364 · LCCN (ENn85291152 · GND (DE4041934-4 · WorldCat Identities (ENlccn-n85291152
  Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Polonia