Apri il menu principale

DescrizioneModifica

Si può confondere con il topino, però è leggermente più grande, può raggiungere i 15 cm di lunghezza, ed i 22 grammi di peso.[senza fonte] L'apertura alare è di 32–34 cm.[senza fonte] Il dorso è di colore bruno uniforme. Le piume caudali presentano macchie bianche. La coda non è biforcuta. La parte inferiore delle ali è più scura. Il petto è di colore bruno più chiaro.

BiologiaModifica

VoceModifica

Il canto è un leggero cicaleccio emesso durante il volo. Vi sono anche gridolini acuti o dei "trèk" duri e brevi

RiproduzioneModifica

 
Uova di Ptyonoprogne rupestris

Al contrario delle altre rondini europee, non nidifica in colonie e a volte difende il suo territorio. Costruisce il nido nelle pareti rocciose, in una cavità o sotto uno strapiombo. Vi sono casi di nidificazione sopra delle costruzioni o sotto i ponti. Questo uccello montano non teme il freddo e trascorre solo qualche settimana fuori del sito di nidificazione.

La covata può essere di 2-5 uova bianche a macchie rosse. Fa 1-2 covata all'anno.

Distribuzione e habitatModifica

La rondine montana vive in Europa, Asia, ed Africa del Nord.[1]

In Italia nidifica in primavera inoltrata, da maggio a ottobre, in zone di montagna, in habitat in cui è possibile fare il nido, dove ci sono edifici radi, o costoni rocciosi. La si può trovare anche nelle città. Caccia volentieri al di sopra dei corsi d'acqua. Stanziale sulle alte Madonie (Sicilia) e quattro coppie svernano nella periferia del centro abitato di Petralia Sottana.[senza fonte]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, Ptyonoprogne rupestris, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Hirundinidae, in IOC World Bird Names (ver 9.1), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato l'8 maggio 2014.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli