Publio Valerio Publicola (console 352 a.C.)

politico romano
Publio Valerio Publicola
Nome originalePublius Valerius Poplicola
GensValeria
Dinastia344 a.C.
Pretura350 a.C.
Consolato352 a.C.

Publio Valerio Publicola (... – ...) è stato un politico romano.

BiografiaModifica

Fu eletto console nel 352 a.C. insieme al collega Gaio Marcio Rutilo[1]. I due consoli promossero una verifica dei debiti, che non comportò gravi lamentele da parte degli interessati. Durante la pretura Publicola comandò le truppe di riserva nella guerra contro i Galli.

Nel 344 a.C., a seguito di un evento prodigioso, fu nominato dittatore[2], allo scopo di stabilire un calendario di cerimonie religiose.

Nel 332 a.C. fu scelto come magister equitum dal dittatore Marco Papirio Crasso[3][4].

NoteModifica

  1. ^ Tito Livio, Ab Urbe condita, VII, 2, 21.
  2. ^ Tito Livio, Ab Urbe condita, VII, 2, 28.
  3. ^ Livio, Ab Urbe condita libri, VIII, 17.
  4. ^ T. Robert S. Broughton, The magistrates of the Roman Republic, I, New York, 1952, pp. 125, 128.

Collegamenti esterniModifica