Apri il menu principale

Pummarò

film del 1990 diretto da Michele Placido
Pummarò
Paese di produzioneItalia
Anno1990
Durata100 min
Generedrammatico
RegiaMichele Placido
SoggettoMichele Placido, Sandro Petraglia, Stefano Rulli
SceneggiaturaMichele Placido, Sandro Petraglia, Stefano Rulli
ProduttoreClaudio Bonivento
Casa di produzioneRAI
Distribuzione in italianoRAI
MusicheLucio Dalla Mauro Malavasi Marco Bertoni Enrico Serotti
Interpreti e personaggi

Pummarò è un film del 1990 diretto da Michele Placido, alla sua prima esperienza dietro la macchina da presa.

Fu presentato nella sezione Un Certain Regard del 43º Festival di Cannes.[1]

TramaModifica

Kwaku, un ragazzo ghanese, da poco laureatosi, si mette in viaggio alla ricerca del fratello (Giobbe), emigrato in Italia con la speranza di guadagnare abbastanza soldi per pagare gli studi del fratello.

Giobbe fa il raccoglitore di pomodori nel sud dell'Italia, a Civitella Licinio (da cui il titolo del film: in napoletano pummarò vuol dire appunto pomodoro), ma Kwaku non troverà mai suo fratello, che è ricercato dalla polizia e dalla Camorra per essersi ribellato ed aver rubato un camion.

Comincia allora un viaggio attraverso tutta l'Italia (Civitella, Roma, Verona, fino a Francoforte in Germania). Un viaggio che dipinge l'Italia come nuova "terra promessa" per i paesi del terzo mondo e che tratta del problema del razzismo e dell'emigrazione.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Official Selection 1990, festival-cannes.fr. URL consultato il 27 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2013).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema