Apri il menu principale

Pusha T

rapper statunitense

BiografiaModifica

Originario del Bronx di New York, è cresciuto a Norfolk (Virginia).

Nel 1992 insieme a suo fratello Gene ha formato il duo Clipse che, con l'aiuto di Pharrell Williams, ha firmato un contratto con la Elektra Records e ha pubblicato l'album Exclusive Audio Footage nel 1997. Pusha T ha collaborato nel 1999 con Kelis (Good Stuff). Nel 2004 ha preso parte al gruppo Re-Up Gang, associato all'etichetta Re-Up Records.

Nel 2010 ha firmato un contratto da solista con la GOOD Music di Kanye West e ha collaborato con quest'ultimo in diversi progetti come il singolo Mercy e come membro del collettivo GOOD Music, assieme anche a Big Sean e 2 Chainz, che ha pubblicato l'album Cruel Summer nel 2012. Nel novembre 2011 ha pubblicato il suo primo EP da solista, Fear of God II: Let Us Pray.

Nell'ottobre 2013 ha pubblicato il suo primo album in studio da solista, My Name Is My Name, che ha raggiunto la quarta posizione della classifica Billboard 200.[1]

Tra il 2011 ed il 2014 ha collaborato con Pixie Lott, Tyler, The Creator, Kanye West, Future, Rick Ross, Chris Brown, Kelly Rowland, Kendrick Lamar e altri.

Nel novembre 2015 è stato nominato presidente della GOOD Music. Nel 2017 è stato pubblicato il singolo Good Goodbye dei Linkin Park, che ha visto anche la partecipazione di Pusha T e del rapper britannico Stormzy.[2]

Maggio 2018, invece, sancisce il suo ritorno ufficiale con la pubblicazione dell'album "Daytona", interamente prodotto da Kanye West e molto chiacchierato per il dissing a Drake nella traccia "Infrared".[3]

DiscografiaModifica

Con i ClipseModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Clipse § Discografia.

Da solistaModifica

Album in studio
Mixtape
  • 2011 – Fear of God
  • 2013 – Wrath of Caine
  • 2013 – Still Ya Pusha

Con la GOOD MusicModifica

NoteModifica

  1. ^ Pusha T, Billboard
  2. ^ (EN) James Hingle, Linkin Park Release Good Goodbye Featuring Stormzy And Pusha T, Kerrang!, 18 aprile 2017. URL consultato il 26 agosto 2017.
  3. ^ "Infrared" e “Duppy Freestyle”: il botta e risposta tra Pusha T e Drake, in Rapologia.it, 26 maggio 2018. URL consultato il 25 giugno 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305129357 · ISNI (EN0000 0000 5490 6693 · LCCN (ENno2003046956 · GND (DE1084231506 · BNF (FRcb14622415s (data) · WorldCat Identities (ENno2003-046956