Apri il menu principale
Qarun
Tunis village -Fayoum by Hatem Moushir 9.JPG
Pescatori presso il villaggio lacustre di Tunis
Stato Egitto Egitto
Governatorato Faiyum
Coordinate 29°27′13″N 30°34′51″E / 29.453611°N 30.580833°E29.453611; 30.580833Coordinate: 29°27′13″N 30°34′51″E / 29.453611°N 30.580833°E29.453611; 30.580833
Altitudine -45 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 214 km²
Lunghezza 42 km
Larghezza km
Profondità massima m
Volume 800 km³
Mappa di localizzazione: Egitto
Qarun
Qarun

Quarun (in arabo birket Qarun), un tempo chiamato Meride[1], è un lago egiziano del Faiyum.

GeografiaModifica

Il lago è collocato nella depressione chiamata Birket Qarun, profonda circa 45 metri sotto il livello del mare[2]. Pur ridottasi nel tempo la sua superficie è tuttora di più di 200 km². La profondità massima è attorno agli 8 metri e il volume complessivo è di 800 km³[3].

EtimologiaModifica

 
Mappa storica del lago Meride o Qarun
 
Imbarcazioni sul lago Qarun, 2003

I greci lo chiamarono Moeris ((GRC) Μοίρις λίμνη)[4], derivante dall'egiziano antico mer wer[5] ovvero grande lago e la provincia aveva il nome egizio di Pa Yom, il mare, da cui derivò il nome Fayyum.

StoriaModifica

L'antico lago di Meride era parte del Basso Egitto e vi si giungeva attraverso un canale del Nilo[6]. Sesostri I edificò una diga sul canale Bahr Yusef, detto canale di Giuseppe che alimentava il lago regolandone le acque[7].

Erodoto ne descrive la progressiva diminuzione del livello, in epoca remota, per l'ostruzione del canale fino a quando Amenemhat III della XII dinastia ripristinò ed allargò il canale formando il lago Meride che proteggeva le terre da eccessive inondazioni e costituiva una riserva di acqua nei periodi siccitosi.[2]

Il lago divenne così luogo di svago per i sovrani che potevano dedicarsi alla caccia e alla pesca[8].

Dalle acque di questo lago, Erodoto ci dice di avere visto sorgere due piramidi intendendo in realtà le due colossali statue di Amenemhat III[9].

Successivamente il livello del lago venne ridotto in epoca tolemaica per bonificare le terre sommerse con la costruzione di due dighe[2].

In epoca recente l'evaporazione delle acque ne ha aumentato fortemente la salinità ed ha ridotto il lago alle dimensioni attuali collegato al Nilo solo dall'importante canale Bahr Yusef che giunge fino all'oasi di Fayyum[8].

NoteModifica

  1. ^ Alan Gardiner, La civiltà egizia, p. 426.
  2. ^ a b c Alan Gardiner, La civiltà egizia, p. 36.
  3. ^ Egypt: Lake Qarun (Birket Qarun) in the Fayoum of Egypt, articolo di Seif Kamel su www.touregypt.net.
  4. ^ Peter Janosi, La piramidi, p. 9.
  5. ^ Federico A. Arborio Mella, L'Egitto dei faraoni, p. 130.
  6. ^ Alan Gardiner, La civiltà egizia, p. 5.
  7. ^ Franco Cimmino, Dizionario delle dinastie faraoniche, p. 161.
  8. ^ a b Alan Gardiner, La civiltà egizia, p. 128.
  9. ^ Alan Gardiner, La civiltà egizia, p. 130.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN242172252 · LCCN (ENsh87002909 · GND (DE4227639-1 · WorldCat Identities (EN242172252
  Portale Antico Egitto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antico Egitto