Apri il menu principale
Qualcuno era comunista
ArtistaGiorgio Gaber
Autore/iGiorgio Gaber, Sandro Luporini
GenereMusica d'autore
Recitativo accompagnato
Pubblicazione
IncisioneIl teatro canzone
DataNovembre 1992
EtichettaCarosello
Durata8 min : 27 s
Il teatro canzone – tracce
Precedente
Il dilemma
Successiva
Si può

Qualcuno era comunista è una canzone di Giorgio Gaber, pubblicata nel 1992, nell'album dal vivo Il teatro canzone[1] riproposta nel 2001 nell'album La mia generazione ha perso. Il brano faceva parte di uno spettacolo, allestito dalla stagione 1991-1992, scritto da Gaber e Sandro Luporini, e costituito in gran parte da nuove versioni di canzoni e monologhi presentati in spettacoli precedenti; nell'edizione discografica gli unici inediti sono i monologhi "Gli inutili" e "Qualcuno era comunista"[2]

Indice

Ispirazione e testoModifica

«Qualcuno era comunista
perché aveva bisogno di una spinta verso qualcosa di nuovo,
perché era disposto a cambiare ogni giorno,
perché sentiva la necessità di una morale diversa.
»

(Giorgio Gaber e Sandro Luporini, Qualcuno era comunista)

MusicistiModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Giorgio Gaber. Qualcuno era comunista, Recensione di enbar77[1]
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica