Apri il menu principale

Quando vivevano i dinosauri

special anime
Quando vivevano i dinosauri
大恐竜時代
(Dai kyōryū jidai)
Quando vivevano i dinosauri.png
Genereavventura
Film TV anime
AutoreShōtarō Ishinomori (storia originale)
RegiaKōzō Morishita
MusicheShōgun, Grand Symphonic Orchestra
StudioToei Animation
ReteNippon Television
1ª TV7 ottobre 1979
Aspect ratio4:3
Durata71 min
Rete it.Televisioni locali
1ª TV it.1984

Quando vivevano i dinosauri (大恐竜時代 Dai kyōryū jidai?, lett. "L'era dei grandi dinosauri") è uno special anime del 1979 diretto da Kōzō Morishita e prodotto da Toei Company. L'opera è stata trasmessa per la prima volta il 7 ottobre 1979 dall'emittente televisiva giapponese NTV.

L'edizione italiana, a cura della Oceania Film, venne distribuita da ITB e trasmessa su alcune televisioni locali nel 1984. Venne poi pubblicata in DVD da Mondo Home Entertainment.[1]

Indice

TramaModifica

Giappone, anni 1970. Jun è un adolescente dall'animo molto sensibile e pacifico, nonché grande amante della natura, e per questo motivo preso in giro dai bulli e isolato dai compagni di scuola. Una notte, un misterioso richiamo lo attira fuori di casa e lo porta a recarsi su una spiaggia, dove fa la conoscenza di Remi, una tranquilla ragazza sua coetanea e del piccolo e turbolento Chobin, i quali sono giunti lì perché attirati dallo stesso richiamo. La misteriosa presenza che li ha convocati non tarda a rivelarsi: è un UFO, che si presenta a loro come la voce della vita, e che spiega di averli chiamati a sè perché ha riconosciuto in loro la sensibilità ed il rispetto assoluto per la natura e per tutte le creature viventi, che in quanto tali solo loro hanno potuto ascoltare la sua voce e ha deciso di farne i suoi prescelti per impartire loro un'importante lezione. A questo proposito l'entità li porta a viaggiare nello spazio e nel tempo, fino all'epoca in cui la Terra stava cominciando a formarsi e su di essa a nascere le prime forme di vita, dopodiché li lascia sulla Terra, al termine del periodo Cretaceo. Qui i ragazzi, trovatisi in un'epoca pericolosa e inospitale, cominciano a ingegnarsi su come sopravvivere e proseguire nel loro misterioso "viaggio di formazione". Chobi si costruisce un'arma ricavandola da un grosso ramo, e con essa colpisce alcune grosse uova con l'intenzione di aprirle e mangiarle. Il suo gesto causa la nascita di una nidiata di piccoli triceratopi, che subito si affeziona al trio. All'improvviso il gruppo viene attaccato da un enorme tirannosauro che durante l'inseguimento, cattura e divora quasi tutti i cuccioli di dinosauro tranne uno, che si salva grazie a Chobi. Per sfuggire al famelico animale, i ragazzi sono costretti a rifugiarsi all'interno di una caverna, che il tirannosauro assedia per tutta la giornata e per tutta la notte successiva. All'alba il predatore torna all'attacco cercando di divorare il piccolo triceratopo superstite e Chobi, per difenderlo, colpisce il tirannosauro con il suo bastone, accecandogli l'occhio sinistro. A salvare il gruppo dalla violenta reazione dell'animale e a permettergli di fuggire interviene un triceratopo adulto (probabilmente uno dei genitori della nidiata) che ingaggia una sanguinosa lotta con il tirannosauro, purtroppo vinta dal carnivoro, che uccide e sbrana brutalmente il suo avversario. Jun, Remi e Chobin continuano quindi il loro cammino, riflettendo sulla brutalità di quell'epoca e sulla difficoltà cui i dinosauri devono far fronte per sopravvivere, dopodiché trovano un riparo per passare la notte. Il mattino dopo i ragazzi vengono risvegliati da un terremoto scatenato da un vulcano vicino, e trovano il cucciolo di triceratopo inspiegabilmente cresciuto fino a raggiungere l'età adulta, ma sempre molto affettuoso nei loro confronti. Proseguono così il cammino, e assistono alla lotta tra due maschi di pachicefalosauri, che si contendono una femmina per l'accoppiamento. Il rituale viene interrotto dall'arrivo del tirannosauro, che uccide la femmina e mette in fuga i due maschi. Il gruppo prosegui quindi il suo cammino, e assiste a terremoti ed eruzioni vulcaniche sempre più violente, che trasformano in breve il lussureggiante paesaggio in cui hanno camminato in una landa disastrata e desolata. A questo punto il gruppo subisce un nuovo attacco da parte del tirannosauro che, per ragioni incomprensibili, sta dando loro una caccia spietata. Per difendere i suoi padroncini, il triceratopo si scontra con il tirannosauro, dando vita ad una lotta tremenda al termine della quale si sacrifica precipitando in un burrone con il suo avversario e lasciando il piccolo Chobi sconvolto. Il gruppo prosegue mestamente il suo cammino, assistendo all'estinzione totale dei dinosauri e avanzando alcune teorie e riflessioni in proposito. Si ritrovano quindi nell'Era Glaciale, dove vedono una tribù di uomini primitivi scontrarsi con un tigre dai denti a sciabola e abbattere un gigantesco mammuth a colpi di lancia, preda che viene reclamata dal tirannosauro, miracolosamente sopravvissuto allo scontro con il triceratopo e all'estinzione dei dinosauri. Quando l'Era Glaciale termina e comincia il disgelo, i ragazzi finalmente arrivano alla conclusione del perché il tirannosauro sia ancora vivo: l'UFO, non ha permesso soltanto a loro di sopravvivere e di fare continui salti nel tempo per assistere alle fasi del cambiamento del pianeta Terra fino all'epoca moderna, ma lo ha permesso anche al feroce dinosauro, anche se non si spiegano per quale motivo. Durante il loro cammino Chobi, sempre più furioso per la morte del suo amato triceratopo, fa amicizia con una bambina delle caverne, che battezza Lulù. La bambina offre ospitalità ai tre ragazzi, portandoli al suo villaggio, dove i tre possono finalmente riposarsi e mangiare qualcosa. Qui assistono ai preparativi di un rituale: lo sciamano del villaggio difatti intende sacrificare la sorella maggiore della piccola Lulù al loro dio. Si scoprirà che il dio adorato dai cavernicoli altri non è se non il tirannosauro, e che lo sciamano è riuscito a stabilire un collegamento telepatico con l'animale, per chiamarlo a sè e offrirgli la vittima sacrificale. Di fronte alle lacrime della disperata bambina Jun, Remi e Chobi decidono di impedire l'orrido rito, e riescono a loro volta a comunicare mentalmente con il tirannosauro, riuscendo a farlo cadere in una sorta di trance proprio mentre sta per avventarsi sulla ragazza. Tuttavia il dinosauro si risveglia subito e, dopo aver ucciso lo sciamano, insegue i tre ragazzi e il resto della tribù imprigionandoli all'interno di una caverna. Qui Chobi, stanco di quella persecuzione e spinto dall'odio e dal desiderio di vendetta per la morte del triceratopo, dichiara guerra al tirannosauro e, sotto gli occhi esterrefatti di Jun e Remi, riesce a stabilire un contatto psichico con gli uomini delle caverne aizzandoli contro il mostro. Davanti ad un iniziale tentennamento della tribù, il bambino afferra una lancia e si scaglia verso l'animale. Per salvarlo da fine certa Jun colpisce il tirannosauro con un bastone per distrarlo dal bambino, e Chobin crolla a terra vinto dall'emozione e sviene. Ciò spinge gli uomini primitivi a passare finalmente al contrattacco, scagliando lance e macigni contro la bestia. Dopo un violentissimo scontro in cui molti cavernicoli perdono la vita, il tirannosauro, ferito mortalmente e accecato anche dell'altro occhio, volta le spalle agli uomini e si dirige verso una spiaggia deserta dove, con un urlo di dolore, si accascia a terra e muore. Remi e Jun, trasportando Chobin, si avventurano sulla spiaggia, osservando il corpo senza vita del loro mortale nemico e riflettendo sull'incredibile fenomeno cui hanno assistito. Giungono così alla conclusione che, nonostante l'avvento della tecnologia e dei mezzi di comunicazione, che gli hanno comunque permesso di raggiungere la civiltà, l'uomo non ha ancora perso quel potere telepatico, e può manifestarlo ancora quando preda di potenti emozioni, come l'amore, e l'odio, il quale però porta alla rovina e causa molti più danni a chi lo prova, che non a colui che è indirizzato. Durante la loro riflessione, l'UFO torna a prenderli e si congratula con loro, perché hanno finalmente compreso ciò che lui voleva che imparassero con quel viaggio nel tempo: il tirannosauro non rappresenta altro che il comportamento della società moderna, votata a farsi dominare dal desiderio di distruggere tutto e portata verso un destino di autodistruzione, a meno di non capisre che l'amore e i buoni sentimenti possono salvarla, ed aiutarla a migliorare sè stessa e a creare un mondo migliore. L'UFO quindi ritrasporta i tre ragazzi nella loro epoca, con la speranza che possano fare tesoro di quanto hanno imparato e aiutare i loro simili a comprendere questa importante lezione.

Personaggi e doppiatoriModifica

Personaggio Doppiatore giapponese Doppiatore italiano
Jun Yasuyuki Miyawaki
Rumi Mitsuko Horie
Chobi Noriko Tsukase Beatrice Margiotti
UFO Yōsuke Kondō Renato Montanari
Sciamano Ichirō Nagai
Operaio Masaharu Satō
Amici Naoki Tatsuta
Kiyonobu Suzuki
Chiyoko Kawashima
Madre di Jun Yuri Kobayshi
Padre di Jun Shōtarō Ishinomori

Distribuzione internazionaleModifica

Titoli delle edizioni linguistiche dell'anime:[2]

  • Giapponese: Dai kyōryū jidai (大恐竜時代?)
  • Greco: Στην εποχή των δεινοσαύρων
  • Inglese: Age Of The Great Dinosaurs
  • Italiano: Quando vivevano i dinosauri
  • Spagnolo: La era de los dinosaurios[3]
  • Russo: Век динозавров[4]

Colonna sonoraModifica

La colonna sonora, ad opera di Shōgun & Grand Symphonic Orchestra, è stata pubblicata in vinile nel novembre 1979 dalla Columbia Records. Questa la lista delle tracce:[5]

Lato A
  1. Jokyoku - Dai kyōryū jidai (序曲-大恐竜時代? lett. "Overture - L'era dei grandi dinosauri") (4:19)
  2. Empathy - Ai aru sekai (エンパシー -愛ある世界 Enpashī - Ai aru sekai?, lett. "Empatia - Un mondo dove c'è l'amore") (2:43)
  3. Yōki na partner (陽気なパートナー Yōki na pātonā?, lett. "Il compagno stagionale") (3:50)
  4. Yume no lullaby (夢のララバイ Yume no rarabai?, lett. "La ninna nanna dei sogni") (4:24), con la voce di Mitsuko Horie
  5. Time Machine (タイムマシーン Taimu Mashīn?, lett. "Macchina del tempo") (3:58)
Lato B
  1. Hoshi no kanata e (星の彼方へ lett. "Verso le stelle"?) (4:24)
  2. Chobi Rythm Dance (チョビ・リズムダンス Chobi Rizumudansu?, lett. "La danza del ritmo di Chobi") (4:01)
  3. Kigenzen ichioku-nen (紀元前一億年? lett. "Cento milioni di anni avanti Cristo") (3:03)
  4. Ai aru sekai (Giving Love) (愛ある世界 (Giving Love)? lett. "Un mondo dove c'è l'amore (dando amore)") (4:32), con la voce di Casey Rankin
  5. Kyōryū no requiem (恐竜のレクイエム Kyōryū no rekuiemu?, lett. "Il requiem dei dinosauri") (4:11)

NoteModifica

  1. ^ DVD di Quando vivevano i dinosauri (fuori catalogo) su La Feltrinelli online
  2. ^ (EN) Scheda su Quando vivevano i dinosauri di AniDB
  3. ^ (ES) Scheda su Quando vivevano i dinosauri di Filmaffinity
  4. ^ (RU) Scheda su Quando vivevano i dinosauri di AnimeDB.ru
  5. ^ (ENJA) ショーグン* & グランド・シンフォニック・オーケストラ* – 大恐竜時代, Discogs. URL consultato il 10 aprile 2013.

Collegamenti esterniModifica