Apri il menu principale
Quartarete TV
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua Italiano
Tipo generalista
Versioni 4Rete 576i (SDTV)
(data di lancio: anni 1980)
4Rete HD/3D 1080i (HDTV)
(data di lancio: 2010)
Data chiusura 25 maggio 2017
11/07/2016 4Rete HD/3D
Sostituito da Canale Italia 11
Direttore Patrizia Corgnati
Sito quartarete.tv

Quartarete TV, abbreviata come 4Rete, è stata un'emittente locale del Piemonte con sede a Torino.

Indice

StoriaModifica

Nata negli anni ottanta, era visibile nella regione Piemonte.

I proprietari della rete, nella sua prima fase, aprirono anche Quartarete 2, verso il 1981, che fungeva da ripetitore della neonata Videomusic che, a Torino, si vedeva anche col marchio dell'emittente torinese, che poi scomparve. Negli anni novanta, tra il 1995 e il 2000 c'è stata anche una sede distaccata dell'emittente ad Asti che trasmetteva il proprio tg locale denominato TGA, una rubrica di approfondimento sull'attualità locale trasmessa bisettimanalmente verso le 20,20 e la diretta della corsa del Palio cittadino.

Fra i programmi trasmessi troviamo il notiziario T4 e la trasmissione sportiva Serata Juve; inoltre trasmette anche le manifestazioni della città.

Il suo direttore responsabile è stato il giornalista Darwin Pastorin dal 2009 mentre dal 2015 diventa Patrizia Corgnati.

Nel 2011, grazie all'accordo con la Lega Basket, trasmette in esclusiva e in diretta le partite in trasferta dell'Angelico Biella e della Novipiù Casale Monferrato.

Nel 2014, grazie all'intesa raggiunta fra Comune e il Collegio dei Rettori, acquisisce i diritti per trasmettere in diretta e in esclusiva (dall'avvio del corteo storico sino alla finale) il Palio di Asti che sarà visibile in simulcast e a reti unificate con gli altri canali Quartarete blu e il canale 3D dell'emittente (ch. 511) nell'intero territorio del nord-ovest[1].

Il 18 gennaio 2017, a seguito di una forte crisi finanziaria, il Tribunale di Torino dichiara il fallimento dell'emittente e ne autorizza la prosecuzione delle trasmissioni.[2][3].

A partire dal 10 maggio 2017, il canale ha interrotto la programmazione limitandosi alla sola trasmissione di film ed è diventato visibile solo in streaming sul sito ufficiale dell'emittente[4], mentre il mux è stato ceduto a Canale Italia[5] con una versione regionalizzata del mux 2 rilevando anche la posizione LCN precedentemente occupata sostituendola con Canale Italia 11.

Dal 25 maggio 2017 ha interrotto anche le trasmissioni via streaming.

A luglio 2017 è riapparso il logo dell'emittente sul canale Canale Italia 11, ma senza che l'emittente abbia ripreso alcuna attività[6] poi successivamente rimosso[7].

Mux Quartarete TVModifica

Dal giugno del 2010 veniva trasmessa solamente in qualità digitale sul canale 67 fino al dicembre 2012, e successivamente sul canale UHF 24 in DVB-T. Nel MUX era presente un canale in cui la rete trasmetteva nel formato HD/3D in forma sperimentale. Le trasmissioni del mux sono cessate il 10 maggio 2017[4] con la cessione del mux[5].

Canali televisiviModifica

LCN Nome Canale Note
11 Quartarete TV FTA
112 Quartarete Blu
511 Quartarete 3D
613 For Music

Canali radiofoniciModifica

LCN Nome Canale Note
858 Radio Evangelo Torino FTA
860 Radio Unito.it
867 Radio GRP
Primaradio

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Mux Quartarete sul sito L'Italia in Digitale
  • Scheda Corecom, su consiglioregionale.piemonte.it. URL consultato il 22 novembre 2006 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2006).
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione